Skin ADV
Lunedì 26 Settembre 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



16 Dicembre 2014, 10.11

Punti di vista

La terra non gira, o bestie!

di Aldo Vaglia
Negli anni tra le due guerre un astronomo dilettante Bresciano, Giovanni Paneroni nato a Rudiano, percorreva la città e la provincia, con il suo carretto da gelataio, al grido: “la terra non gira o bestie!”

Tonino Zana del Giornale di Brescia ci illustra il personaggio con queste parole:
“Come una sorta di scheggia impazzita che scintillando bizzarrie congetturali si stagliava nell’ormai sopito focolare dove si trovavano combuste le contrapposte teorie sulla questione dei mondi sovrastanti la volta del cielo, Giovanni Paneroni ha occupato la scena di un’istrionica ed eccentrica figura di astronomo autodidatta particolarmente nota negli anni venti e trenta del secolo scorso, quando tenendo banco su piazze e teatri, calamitava l’opinione pubblica anche attraverso lo spazio dedicatogli dalla stampa dell’epoca…”

Quindi Giovanni Paneroni aveva le sue piazze e i suoi sostenitori e la cosa non è durata qualche giorno, ma una ventina d’anni.
Non solo sostenitori analfabeti e sprovveduti sposarono le sue teorie, ma studiosi e sedi congressuali ne accettavano il confronto.
La stessa chiesa che aveva digerito con grande difficoltà le moderne teorie, non era neutrale, ma guardava con simpatia questo predicatore del sentimento popolare che basava le sue semplici argomentazioni sull’osservazione di fenomeni naturali, contrapponendosi alla scienza che necessita di complicati calcoli e sperimentazioni.

Il suo ritorno a Tolomeo scartando 300 anni di storia e di scienza rinnegando le scoperte di Galileo e Copernico, è un po’ simile a quella dei nuovi Paneroni che quando parlano di democrazia si rifanno a Pericle e all’agorà di 2500 anni addietro, dimenticando la rivoluzione francese e le prime parole della dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti: “tutti gli uomini sono stati creati uguali” che sono la base della democrazia moderna, mentre l’uguaglianza tra i pochi è il principio su cui si reggeva la democrazia degli antichi.
Il suffragio universale è perciò il fondamento della democrazia politica di massa che ha caratterizzato la modernità occidentale; il volergli opporre una democrazia delle piazze è molto acclamato dai partecipanti, ma di democrazia ha solo il nome.

La paneroneide colpisce però principalmente i fautori del No alle opere, siano esse infrastrutture quali la TAV, o impianti per le energie alternative.
Pseudo difensori dell’ambiente usano particolari che si accompagnano a tutte le attività di trasformazione, non mettendole mai a confronto con ciò che si va a sostituire. Così la cogenerazione a biomassa, che recupera parte del calore che centrali tradizionali non fanno, è messa all’indice perché emette CO2 e PM10, non aggiungendo che quelle tradizionali ad olio combustibile, o a carbone, o a metano emettono gli stessi inquinanti (e non noccioline), in più bruciano sostanze non rinnovabili.
E così a proseguire con idrico, eolico, ecc… un attacco ai particolari che trova l’appoggio della piazza che, di sua natura e in campo scientifico, non ha alcuna capacità di scelta se non quella pecorona.

L’osservatorio Nimby forum (non nel mio cortile) rileva che dei 354 progetti contestati nel 2012 ben 222 riguardano le fonti rinnovabili: 108 impianti a biomassa, 32 centrali idroelettriche, 32 parchi eolici, seguono col 23,8% del totale lo smaltimento dei rifiuti, e con il 7,5% le infrastrutture.

Paneroni ha fatto una fine ingloriosa, tra derisione carcere e manicomio è dovuto tornare alla sua Rudiano, non ha però mai perso la convinzione nelle sue idee tanto da lasciare la sua opera come eredità alla moglie con la convinzione che l’avrebbe arricchita.
Ma visto come si comporta il “mondo alla rovescia” si può solo concludere: Paneroni è più vivo che mai e opera in mezzo a noi.

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/04/2014 07:00
Il Lago e le due verità Non aggiungerò un’altra verità a quelle che già ci sono, il mio rimane un”punto di vista”.

09/10/2012 08:00
Monti bis Per Platone potrebbe andar bene anche Monti, per Aristotele forse meglio un "brigante puttaniere" purch eletto dal popolo...

09/11/2012 09:20
Disoccupati, esodati, senza lavoro il lavoro che manca o l'incapacit di fare profitto delle imprese che le spinge a cercare chi lavora gratis? ...con un occhio all'America

20/03/2013 09:00
La politica tra rottamazione e restauro Non una questione di destra o sinistra e nemmeno di antichit e modernit, un buon restauro a volte migliore della sostituzione con prodotti di bassa qualit

16/05/2014 08:50
Facebook a mia insaputa Mi trovo coinvolto , a mia insaputa (non come Scajola che qualcosa ci ha guadagnato), in un equivoco che dire stravagante, è una definizione benevola



Notizie da Politica e territorio
04/08/2022

Gallerie SP 79, Zobbio: «Valutare interventi ulteriori per garantire maggior sicurezza»

All'interrogazione del consigliere provinciale della Lega, la Provincia ha risposto che la normativa non prevede illuminazioni per tale tipologia di galleria. Ma per Zobbio sarebbe opportuno metterla

04/08/2022

Maniva, 10 interventi strategici per 12,5 milioni di euro

Via libera dalla Regione a un accordo per lo sviluppo economico, ambientale, sociale e della mobilit del territorio del Monte Maniva: stanziati pi di 12,5 milioni di euro per la realizzazione di dieci interventi infrastrutturali strategici per il comprensorio, su un importo complessivo di 17 milioni di euro

22/05/2022

Contributo prima casa

A favore di giovani “single”, giovani coppie o nuclei monoparentali a sostegno della spesa relativa alla contrazione di mutuo ipotecario ovvero leasing abitativo

03/02/2022

Timken passa al gruppo Camozzi

 Soddisfazione del mondo sindacale, produttivo e politico per la felice conclusione della crisi aziendale dell'azieda di Villa Carcina. Ricollocati anche i lavoratori rimasti senza occupazione

20/01/2022

Insediato il nuovo prefetto Maria Rosaria Laganà

Ha preso possesso della sua nuova sede di prefetto di Brescia la dott.ssa Lagan, proveniente da Treviso. Assume anche l'incarico di Commissario straordinario della depurazione del Garda

17/12/2021

Al voto per la Provincia

Consiglieri comunali e sindaci sono chiamati alle urne questo sabato per eleggere il nuovo consiglio provinciale

13/11/2021

Più di quattro milioni per le Comunità Montane bresciane

Li ha stanziati la Regione per la realizzazione di nuove strade agro-silvo-pastorali e in generale per lo sviluppo dei territori montani. Fondi importanti anche per la Comunit Montana di Valle Sabbia


01/10/2021

Le Valli Resilienti a IT.A.CA Brescia e le sue Valli

Questo sabato a Brescia stand turistici, prodotti tipici, convegni e laboratori per raccontare il Circuito delle Valli Accoglienti e Solidali

14/09/2021

Girelli: «Terza dose e antinfluenzale insieme»

Il consigliere regionale valsabbino del Pd:

17/08/2021

Approvato il calendario venatorio

La stagione di caccia prenderà il via il prossimo 19 settembre, un mese prima l’addestramento dei cani ma ci sono differenze per zone

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier