Skin ADV
Mercoledì 08 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE






06 Febbraio 2020, 09.07

Blog - La Lanterna Magica

Gli oracoli

di Armando Talas
Cos’è esattamente un oracolo? Strana domanda, la cui risposta è nascosta dai veli del tempo

Nella nostra epoca dominata dalla scienza e da ciò che arbitrariamente chiamiamo “ragione” o “verità” si sta perdendo perfino la memoria di termini simili.

L’oracolo è la risposta data da una divinità a una precisa domanda, una forma di divinazione praticata da molti popoli antichi.

Si poteva ottenere solo in determinati luoghi e poteva riguardare il presente, il passato o il futuro, ma anche il giusto modo di agire in determinate circostanze.
Il termine indica anche il luogo stesso in cui venivano dati questi responsi.

Il più famoso oracolo del mondo classico è senza dubbio quello di Delfi, che raggiunse la sua massima fama intorno al VI secolo a.C., dove il dio Apollo rispondeva non solo ai pellegrini, ma anche agli emissari delle città-Stato greche.

Era una sacerdotessa a fare da tramite con il dio, la pizia (gr. Πυϑία).

Dopo essersi purificata con abluzioni alla fonte Castalia e aver indossato una lunga veste rituale, la pizia sedeva a un tripode posto sopra un profondo crepaccio, da cui salivano esalazioni che pare avessero la virtù d’indurre uno stato d’estasi.

Già Plutarco, che servì come sacerdote al tempio, afferma che la pizia utilizzasse “dolci vapori” che fuoriuscivano dalle rocce per avere le sue visioni profetiche.

Poteva accadere che la pizia cadesse in uno stato di coscienza tanto alterato da pronunciare parole del tutto sconnesse o di difficile comprensione; toccava allora ai sacerdoti interpretare il messaggio divino.

Questi riti arcani furono proibiti nel 392 d.C., quando l’imperatore Teodosio I, dopo aver reso il Cristianesimo religione di Stato, soppresse i culti pagani.

Nel nostro mondo non esistono più divinità che ci rispondono, né sacerdotesse intossicate.

Crediamo nella conoscenza universale e le domande le poniamo alla rete, nuova fonte di oracoli. Così cerchiamo le nostre risposte nel web, fragili brandelli di sapere tra errori, imprecisioni e fake news.

Questa nuova pizia, almeno per ora, non è molto più affidabile dell’originale.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
31/01/2020 12:00:00
L'ipnosi Molti anni fa mi sono imbattuto in un vecchio libro che parlava di ipnosi. Lo trovai su una bancarella stipata di libri usati, consumati dal tempo e dagli occhi degli uomini

02/03/2020 08:00:00
Le epidemie di licantropia nel Medioevo Anche in questo periodo di paura per l’epidemia di Coronavirus c’è bisogno di distrarsi con qualche curiosità, così ho pensato di parlarvi di un’epidemia ben strana che si diffuse nel Medioevo: la licantropia


13/10/2014 06:45:00
La Lanterna e il Lago In ottobre piove. Piove molto e in alcuni luoghi troppo. E sarà anche colpa dell'effetto serra, sarà la sfortuna, a Genova in pochi anni hanno avuto due alluvioni distruttive

04/05/2014 11:44:00
Altro acuto della coppia Pedersoli-Romano a Genova Il 32enne navigatore triumplino Matteo Romano ha accomapagnato ancora una volta  nella vittori il forte pilota valsabbino Luca Pedersoli: trionfo nel "Rally della Lanterna"

22/05/2015 15:37:00
La magica follia di un sorriso L'associazione sportiva dilettantistica "Resto del Maury", in occasione del 35° anniversario di fondazione, sabato 23 e domenica 24 maggio organizza l'iniziativa "Resto del Maury...magica follia di un sorriso...35 anni insieme!"



Notizie da Cultura
14/01/2020

Al via la nuova stagione della Collezione Paolo VI

Dalla mostra di Floriano Bodini ai cicli di incontri di OperAperta, Lògos e Registi dello Spirito, dai nuovi progetti alla collettiva dei finalisti del Premio Paolo VI per l’arte contemporanea

13/01/2020

Parlare bene l'inglese conviene

C’era una volta la scuola delle 3 “i” (informatica, impresa, inglese). Molte le riforme tentate, poche le risorse investite. Che fine ha fatto la “i” dell’inglese?

24/09/2019

Dimenticare un bambino in auto. Perché?

Ti sconvolge non poco la notizia di un bambino dimenticato in auto da un genitore, come è accaduto di recente a Catania


11/01/2019

Dieci anni di arte contemporanea a Concesio

La Collezione Paolo VI cresce (e piace) sempre di più. Per il 2019 spazio alle mostre di Jean Guitton e Armida Gandini, al ritorno del Museo In-Visibile, di OperAperta e dei nuovi cicli di Lògos dedicati all’architettura, con una sempre maggiore attenzione alle scuole e ai ragazzi del territorio e alle famiglie

03/12/2018

Il pimpinello

Avrei voluto intitolare questo racconto “Il pistolino”, e ora vi spiego il perché, ma il direttore non me l’avrebbe permesso…

26/11/2018

«L'infinito», Vecchioni torna con un nuovo disco

Ai giornalisti il cantautore ha annunciato, a sorpresa, non il ritiro dalle scene ma il suo ritorno in cattedra con un nuovo lavoro, a cinque anni dall’ultimo disco di inediti 
• VIDEO


19/11/2018

Canide cinico

In che modo una quotidiana trasferta in treno riesce a far riflettere sul cinismo come arte del saper essere franchi e spregiudicati nel dire il vero…

26/06/2015

Imbecille fra imbecilli

Un approfondimento sul tema dell'imbecillità del nostro tempo, il tempo del laicismo ingenuo


23/06/2015

Il «Novecento lodrinese» in un volume

Verrà presentato presso il cinema parrocchiale di Lodrino il libro di Sandro Parolini. L'appuntamento è per questo sabato 27 alle 21 

18/06/2015

Una legione di imbecilli nella dispensa

Finalmente qualcuno è riuscito a dire quello che molti pensano, ma non riescono o non vogliono esprimere: esistono gli imbecilli

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier