Skin ADV
Sabato 23 Novembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



20 Novembre 2019, 08.44

Blog - Glocal

Una nuova rete di assistenza agli anziani

di Valerio Corradi
L’invecchiamento della popolazione e la riduzione delle persone che forniscono assistenza aprono alcuni interrogativi sul futuro dei servizi per anziani

Oltre il 35% degli italiani ha più di 65 anni.
L’invecchiamento della popolazione, il calo demografico (con la riduzione delle nascite) e l’arrivo di una generazione di figli unici portano a interrogarsi sull’assistenza agli anziani nel prossimo futuro e su quali soggetti potranno promuoverla.

La riduzione delle reti parentali e di vicinato fa sì che già oggi circa un anziano su tre nella viva solo.
Dato destinato ad aumentare nei prossimi anni.
Più volte emergono le difficoltà che incontrano i servizi pubblici a garantire assistenza di qualità verso un numero crescente di persone afflitte da patologie multiple e/o non autosufficienti (si pensi solo alla diffusione di demenze degenerative come l’Alzheimer).

Anche laddove avviene la presa in carico dei servizi pubblici è necessario pensare a interventi che vadano ad affiancare e ad ampliare le prestazioni domiciliari più consolidate come l’assistenza domiciliare integrata e l’assistenza domiciliare comunale.

Figure sempre più centrali del futuro modello di assistenza sono i caregiver familiari e le assistenti familiari (c.d. “badanti”).
Solo in provincia di Brescia sono alcune migliaia le persone che ogni giorno aiutano soggetti anziani nello svolgimento delle attività quotidiane.
La maggior parte di questi caregiver sono donne con più di 50 anni che si trovano a gestire l’importante impatto economico, lavorativo e psicologico della loro attività.

Gli anni futuri saranno caratterizzati da una aumento della domanda di cura da parte di persone anziane e dall’altra da una diminuzione delle forme di assistenza che i familiari potranno offrire.

Lo stesso ricorso alle “badanti” continua ad essere (e sarà) una soluzione concreta (circa metà degli anziani non autosufficienti in Lombardia è assistito da queste figure) ma sono in crescita le famiglie che fanno fatica a sostenere il costo di un’assistente familiare anche se in molti casi questa opzione rimane conveniente (non solo per motivi economici) rispetto al ricovero in struttura.

A fronte di queste difficoltà
e della difficile sostenibilità del sistema per il prossimo futuro, è necessario fare un passo verso il riconoscimento normativo (a livello nazionale e regionale) del valore e della funzione dei caregiver familiari, prevedendo adeguati dispositivi di sostegno economico.

Caregiver e assistenti familiari
dovranno essere sempre più inseriti nella rete dei servizi alla persone anziane come soggetti attivi e competenti. Verso di essi è necessario prevedere percorsi formativi adeguati e forme di sostegno organizzativo e psicologico che consentano loro di gestire il carico emotivo del lavoro di cura

V. Corradi



 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/09/2011 12:11:00
Assistenza a Casa, ma con meno risorse È Caino il Comune della Comunità montana che ha percentualmente il minor numero di anziani, mentre Irma è quello che detiene la quota più alta.

04/11/2011 17:30:00
Bando per l’assistenza domiciliare Il Bando di Accreditamento servirà alla creazione di un Albo degli enti valtrumplini che forniscono assistenza socio-sanitaria

06/09/2012 10:00:00
Lumezzane non abbandona i suoi anziani Una sinergia stretta tra amministrazione comunale e sindacati dei pensionati continua a sostenere quegli anziani con Isee inferiore a 10.940 euro tramite bonus su tasse locali, esenzioni dai ticket sanitari, prestiti d'onore, assistenza a domicilio

18/11/2014 15:45:00
Polaveno in sostegno alla terza età Anche il 2014 ha visto la firma dell’accordo sindacale per l’assistenza e il sostegno degli anziani residenti a Polaveno 

16/07/2012 08:30:00
Cambi al vertice per la Rsa di Bovegno Nuovi amministratori per la Fondazione "Casa di Riposo San Giovanni" di Bovegno: tra volti noti e novità comincia una nuovo capitolo dell'importante istituzione, impegnata a tutto tondo per l'assistenza agli anziani



Notizie da Salute
14/11/2019

Gli italiani scoprono la carne «Made in Italy»: quanto bisogna mangiarne?

Tornano le proteine animali nel carrello della spesa degli italiani.

29/08/2019

Come prendersi cura delle ginocchia

C’è il gomito del tennista ma anche il ginocchio del corridore. Gli anglosassoni lo chiamano “runner’s knee”, una tra le condizioni dolorose più frequenti in chi pratica abitualmente jogging

26/11/2018

Caduta dei capelli: dormire poco e male tra le possibili cause

La caduta dei capelli è un problema che affligge molte persone e che può  dipendere da cause alle volte molto diverse e lontane fra loro

21/11/2018

Decreto vaccini, ecco cosa ne pensa il Moige

Farmacovigilanza attiva, fine dell’obbligo e coinvolgimento delle famiglie. Queste le richieste del Movimento Italiano Genitori al nuovo Parlamento

20/11/2018

Poliambulanza: sostituita con una sola puntura venosa una protesi mitralica danneggiata

Per la prima volta in città e provincia, nel reparto di Cardiologia di Fondazione Poliambulanza, è stato eseguito un intervento di “Valve in Valve”

10/06/2015

Una serata a Polaveno per le emergenze mediche

Organizzata per giovedì 11 dalle 20 alla sala polivalente di San Giovanni, la serata verterà sul tema delle emergenze mediche e delle manovre salvavita 

08/06/2015

Un ecografo per il Consultorio

Dopo aver provveduto a dotare di un ecografo le sedi di Concesio e di Sarezzo, Civitas ha concretizzato la possibilità di fornire un apparecchio ecografico anche per la sede del Consultorio Familiare di Lumezzane

08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

08/06/2015

Un incontro sul futuro dell'ospedale triumplino

Nel tardo pomeriggio di questo martedì, la Comunità Montana si apre al dialogo con i cittadini e le associazioni socio-sanitarie, per parlare del futuro del presidio ospedaliero di Gardone 

02/06/2015

Al Primo Levi i videoambasciatori di Avis

Vincitori del concorso provinciale «Voglio farlo anche io» sono gli alunni della IV Bps dell'istituto saretino, premiati per il loro video-selfie 

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier