Skin ADV
Lunedì 26 Settembre 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





30 Maggio 2014, 07.27

Punti di vista

Il Lago è Salvo?

di Aldo Vaglia
Si è votato in tutta la valle e la maggior parte delle amministrazioni uscenti è stata riconfermata. Il cappello sulla vittoria di Nabaffa a Idro, l’hanno voluto mettere quelli che si autodefiniscono: “I salvatori del lago”. Chissà se questo porterà fortuna al Sindaco?

Tutte le procedure per iniziare le opere di messa in sicurezza del lago sono giunte a conclusione; l’ostruzionismo di chi non le vuole continua con i ricorsi.

Già nel ‘93 l’autorità di bacino del fiume Po dettava delle norme di regolamento che recepivano richieste che nel tempo sono peggiorate.
L’abbassamento della quota massima da 370 a 369,25,  un’escursione di 2,50 metri, e una specie di savanella (allora chiamata, minimo deflusso costante vitale sperimentato in Valtellina per l’adeguamento delle concessioni idroelettriche).
Mentre un occhio di riguardo veniva riservato alla naturalità e alla bellezza dei luoghi.

Ma la proposta concreta, che contiene tutto ciò che sono state fino a quel momento intenzioni di buona volontà, si ha, da parte delle istituzioni, ma principalmente di chi s’impegna a tirar fuori i soldi, con l’accordo di programma del 2008.
È  in quel momento, come successo 100 anni prima, che nascono i movimenti che si oppongono a tutto.
E la scusa dell’escursione dei 3,25 m, sfuggita fin dal 2002, diventa il cavallo di battaglia per una contestazione globale.

Il progetto definitivo per la messa in sicurezza del lago si presenta con queste considerazioni:
“…Il verificarsi di un calamitoso evento di dissesto causerebbe l’ostruzione dell’emissario del lago e degli organi di scarico e di regolazione artificiali attualmente presenti (galleria degli agricoltori e traversa di sbarramento) in tale scenario il lago vedrebbe crescere il proprio livello fino a:
- l’incontrollabile sommersione a monte di molte aree abitate nei comuni di Idro, Anfo, Bagolino, Bondone.
- la possibilità di collasso  improvviso  con una rilevantissima massa d’acqua e altri materiali con effetti devastanti sul territorio a Valle.
La presenza della frana rappresenta dunque motivazione prima e sufficiente per provvedere all’attuazione di interventi mirati alla messa in sicurezza del territorio.
È da notare che l’obbligatorietà di interventi  di tal fatta risulta indipendente dallo stato o meno di regolazioni artificiali del lago: essi dovrebbero essere messi in atto anche se il lago non fosse regolato artificialmente…”


Che si creda o non si creda agli organi istituzionali, la prevenzione e la sicurezza vengono prima di ogni altra considerazione.
Mi auguro che l’amministrazione, appena rieletta, tenga conto delle preoccupazioni che investono un’area molto più vasta del comune di Idro e sappia distinguere le responsabilità che competono ad un ente pubblico da quelle di una associazione privata, che può essere animata da buone intenzioni, ma rappresenta se stessa e i suoi aderenti.

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
08/06/2014 07:04
I cinesi e il lago d’Idro Spianare le montagne è  stata nei secoli l’aspirazione dell’uomo. Poeti e bambini sono di parere diverso: “sempre caro mi fu quest’ermo colle…” è l’incipit del poeta; favole e ricordi più belli dei bambini, hanno sempre a protagonisti boschi e montagne

23/04/2014 07:00
Il Lago e le due verità Non aggiungerò un’altra verità a quelle che già ci sono, il mio rimane un”punto di vista”.

21/05/2014 08:00
Il lago dei mille tradimenti Le lettere anonime sono un atto vergognoso e fraudolento. Quella ricevuta nei giorni scorsi dalla signora Ettacani è simbolica di tutta una storia che da anni si protrae velenosa sul lago d’Idro

07/03/2013 09:15
Turismo rurale 2, i Villeggianti Il secolo scorso stato il secolo del petrolio e del cemento, questo potrebbe essere il secolo della qualit, della cultura, della bellezza. Molti se l'augurano, ma i passi in quella direzione devono essere concreti

08/05/2014 08:02
Lago d'Idro: Deus non vult Quando leggo sul lago d'Idro, sulle posizioni di chi si lamenta delle cicale sentendosi ovviamente virtuosa formica, non posso fare a meno di ricordare lo straordinario film del 1966 di Monicelli, "L'armata Brancaleone"



Notizie da Punti di vista
16/12/2014

La terra non gira, o bestie!

Negli anni tra le due guerre un astronomo dilettante Bresciano, Giovanni Paneroni nato a Rudiano, percorreva la città e la provincia, con il suo carretto da gelataio, al grido: “la terra non gira o bestie!”

03/12/2014

Accordo sul clima tra Cina e America

Può definirsi storico e il preludio di altri trattati sulle emissioni di gas serra quanto è accaduto a Pechino in questi giorni tra Obama e Xi Jinping

29/10/2014

Energie alternative ed ambientalisti

Tre casi esemplari quelli che in nome della difesa dell’ambiente  e del territorio hanno visto trionfare l’immobilismo e condannare la ricerca di fonti  energetiche alternative e rinnovabili..

08/10/2014

Vandana Shiva, come Oscar Giannino?

Vanta titoli che non  possiede, spaccia  Master per Dottorati,  è laureata in filosofia e non in fisica; è il duro attacco del giornale americano “New Yorker” alla passionaria indiana della lotta agli OGM. Dipinta come una ciarlatana non scientifica

19/08/2014

Biologico ed Ecologico, due truffe lessicali

Su serie questioni di risparmi e di produzione di energie alternative, che non dovrebbero vedere fronti contrapposti, si innescano  polemiche strumentali sull’uso disinvolto di due parole: biologico ed ecologico

05/08/2014

Egoisti ed Egocentrici

Entrambi i termini dovrebbero avere connotazioni negative, tanto da essere il più delle volte assimilati,  ma Claudio Magris sul “Corriere della Sera” salva gli egoisti e condanna gli egocentrici

30/07/2014

Il meglio è nemico del bene!

Fare bene le cose senza pretendere l’ottimo e la perfezione è la morale di questo aforisma di Voltaire. Perché e’ impossibile vivere nel migliore dei mondi, si può solo “coltivare il nostro giardino”

16/07/2014

Come sono diventato comunista

«… Il 22 Giugno 1974, al settantottesimo minuto di una partita di calcio, sono diventato comunista…il risultato non contava, la questione di principio era battere quegli altri per dimostrare una volta per tutte chi fosse il più forte…»

08/06/2014

I cinesi e il lago d'Idro

Spianare le montagne è  stata nei secoli l’aspirazione dell’uomo. Poeti e bambini sono di parere diverso: “sempre caro mi fu quest’ermo colle…” è l’incipit del poeta; favole e ricordi più belli dei bambini, hanno sempre a protagonisti boschi e montagne

16/05/2014

Facebook a mia insaputa

Mi trovo coinvolto , a mia insaputa (non come Scajola che qualcosa ci ha guadagnato), in un equivoco che dire stravagante, è una definizione benevola

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier