Skin ADV
Sabato 20 Agosto 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





27 Dicembre 2012, 09.15

Psicologia - Cibo/3

Quattro modi per stare leggeri nelle feste ... e anche dopo

di Gianpiero Rossi
Dallo psicologo Gianpiero Rossi quattro consigli buoni per gustarsi i piaceri culinari delle feste senza rinunciare poi al proprio benessere: assaporare i gusti, fare attivit rilassanti per se stessi, muoversi, focalizzarsi sulle cose positivee
 
Cedere a quantità senza vero piacere o addirittura senso di colpa crea stress e poca voglia di altre riunioni celebrative con i propri cari per chi non ha un buon rapporto con l’invitato sempre presente queste feste: il cibo.
 
Per rimettere al centro anche il tuo benessere, in contatto col tuo corpo e in pace col cibo in questo periodo di feste, ho selezionato questi suggerimenti.
 
1. Essere "presente"
Durante l’attività costante di acquisti, cucinare, andare e venire da parenti e amici, scegliere un ritmo nel quale stare centrato sul presente può essere una sfida, ma anche il miglior risultato antistress da apprendere per tante occasioni. A cominciare da queste in cui il ritmo lo possiamo decidere noi, perchè è tempo di vacanza, non di lavoro nel quale cedere a ritmi dettati da altri.
 
Essere presente richiede un ritmo adeguato e rallentare, se necessario, aiuta l’attenzione al presente. Questo ritmo diventa poi nel pasto il momento della verità per gustare veramente il cibo speciale di occasioni importanti e per sentire i primi segnali di sazietà per smettere in tempo.
 
Essere presente significa, infatti, prestare attenzione a ciò che senti nel e con il tuo corpo, la tua mente e l’ambiente in cui sei. Significa essere presente alle dirette esperienze di vita.
 
Noterai che ti sfugge il piacere se metti in bocca continue porzioni di cibo senza attenzione al gusto. Peggiore ancora sarà insistere oltre la sensazione di sazietà solo perché hai lasciato riempire troppo il tuo piatto.
 
Quando sei presente, ricavi piacere dalla qualità e non c’è rischio nella quantità del cibo che il tuo corpo richiede. Ci sono varie strategie che ognuno adotta per entrare e rimanere in questo stato di presenza. Non possiamo trattarle qui. Puoi intanto usare il tuo buon senso. E goderti questo stato per essere presente agli altri aspetti delle feste: il piacere di conversare, di godere delle atmosfere e dei luoghi che ti circondano.
 
2. Prevedi attività con te stesso
Tra tante attività di vacanza se non includi soprattutto ciò che ti da benessere, se neghi la cura di te, ognuno ne soffrirà. Non solo tu. La più grande responsabilità che hai è privilegiare, fra tante relazioni la relazione primaria: quella che hai con la tua mente e il tuo corpo.
 
Quando questa relazione è buona, ogni altra sfida è gestibile. Che si tratti di prendersi anche solo 10 minuti ogni tanto per tue necessità di relax, di gioia o un tempo ben più consistente. Fino a sentirti vivo, soddisfatto, in pace. Ci si deve nutrire anche di benessere, non solo di cibo.
 
3. Muoviti
Se non ti prendi tempo per muoverti in vacanza, quando lo fai? Se non è ancora una tua abitudine creala con il principio del piacere. Hai più tempo ora. Ma se non vuoi scoprire nuove attività porta fuori almeno il cane. Passeggia piacevolmente ancora più lontano, usa le scale invece dell’ascensore. Se ti piace la musica, ballala, anche in casa. Dove c’è gioia c’è vera vacanza. Anche per il corpo.
 
4. Focalizzati sul positivo
È facile farsi trascinare dai lamenti dei parenti o amici che raccontano le proprie o altrui sventure. Le cronache del Tg ti portano sofferenze se le ascolti a tavola. Rischi di compensare stati d’animo negativi proprio col cibo che hai di fronte.
 
Se devi affrontare qualche difficoltà, tue o altrui, fallo lontano dalla pausa che il cibo merita. Nutriti almeno in questo spazio di humour, curiosità, leggerezza. Ricordati: sei in vacanza. E se non lo sei, ricava almeno a tavola questi momenti di break.
 
Buon anno a tutti i lettori ... e prosit.
 
Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso Studio di Medicina Clinica, Lumezzane. Tel 030.826409

 

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
24/12/2012 09:50
Perdere peso: cinque cose che funzionano Dopo le cinque strategie sbagliate per dimagrire ecco le cinque che possono aiutare a ritrovare l'equilibrio con il proprio corpo: mangiare, mangiare rilassati, appagare il piacere, essere amati, ispirarsi alle persone magre

14/01/2013 11:00
Perdere peso ed essere in salute mangiando con piacere La prima di due parti a cura dello psicologo lumezzanese Gianpiero Rossi sul fondamentale legame tra percezione e assimilazione del cibo, con alcuni consigli su come riuscire a mangiare con piacere con effetti positivi sulla digestione

18/11/2012 10:00
La forza di volontà non basta per dimagrire Ecco il primo contributo dello psicologo lumezzanese Gianpietro Rossi sulla psicologia della nutrizione: una riflessione intorno al concetto di piacere consapevole per allineare gli autentici bisogni del corpo e della mene

02/11/2013 08:41
Ascoltare le sensazioni interiori per dimagrire In questa seconda parte sulla consapevolezza nel dimagrire Gianpiero Rossi focalizza l'attenzione nel vedere l'eccesso di cibo come una porta su preoccupazioni pi profonde e nella capacit di imparare ad ascoltare il proprio corpo

16/06/2013 09:00
Eccesso di cibo? Ecco le soluzioni più naturali Lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi ci ricorda che il mangiare in modo incontrollato non dovuto alla mancanza di volont ma al modo di affrontare un pasto, che troppo spesso avviene senza respirare, rilassarsi e gustare appieno quello che stiamo mangiando



Notizie da Psicologia e benessere
08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

06/04/2015

Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione

Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

22/03/2015

Due consigli inaspettati per una digestione efficace

La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

03/01/2015

Il paradosso dell'abbondanza

L’abbondanza di cibo, che contraddistingue specialmente il periodo delle feste, contribuirà a peggiorare l'epidemia di obesità che colpisce anche noi italiani o a contribuire al nostro sovrappeso

01/01/2015

Che cosa fare se hai esagerato?

E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


19/12/2014

Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno

Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


15/11/2014

Separazione: come ragiscono i figli?

La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?

18/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/2

Si completa con altri quattro consigli l'articolo dello psicoterapeuta triumplino Gianpiero Rossi attorno al problematico fenomeno della depressione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier