Skin ADV
Martedì 14 Luglio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





04 Gennaio 2014, 09.30

Psicologia e benesssere

Piacersi per poter piacere

di Gianpiero Rossi
Lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi ci accompagna dentro una riflessione sul rapporto troppo spesso conflittuale con il nostro corpo, come nell'eccesso di controllo del peso dietro cui si nasconde un'intolleranza ai difetti
 
C’è chi è quasi normopeso ma in continuo conflitto col corpo e con impropri tentativi di dimagrimento, come se fossero l’unica leva estetica.
 
Attenzione ai ripetuti controlli del proprio corpo, magari da posizioni sfavorevoli come chi si guarda la pancia dall’alto o di lato con conseguente evidenziazione delle curve. L'eccesso di controllo contiene spesso un’intolleranza ai difetti e non è necessariamente trasformata in azioni concrete e responsabili volte a migliorare qualche inestetismo.
 
Attraverso i nostri occhi, le nostre mani, il nostro corpo transitano le sensazioni perché sono i primi contatti che stabiliamo con il mondo.
 
Tutto ciò ci riporta alle nostre emozioni più primitive legate alla nostra corporeità: il corpo e le nostre emozioni SONO LA STESSA COSA. Le emozioni si sentono attraverso il corpo e il corpo risente delle emozioni.  Al mutare dell'uno, corrisponde una trasformazione dell'altro, e così per tutto il resto della nostra vita.
 
Prendersi cura di noi, della nostra pelle, della nostra pancia, delle nostre gambe, del nostro seno, dei nostri piedi e mani significa imparare a riconoscerlo come parte integrante e fondamentale che ci permette la qualità o meno della nostra esistenza.
 
Non limitiamoci a viverlo come mero oggetto da conformare ai dettami "prefabbricati" della pubblicità e della moda che deve esibire più se stessa a costo di ritoccare fotograficamente la realtà impresentabile perché imperfetta.
 
Per piacersi non occorre seguire una dieta o massacranti sessioni di palestra, ma concederci IL TEMPO PER VIVERLO BENE con un’attenzione sana e non giudicante.
 
Quando il corpo non riesce a ottenere un’attenzione nutritiva in tutti i sensi, non solo energetici ma anche di amore, supplicherà quest’attenzione da fonti esterne non sempre disponibili o raccomandabili.
 
Come scrive Harry Palmer, psicologo, che m’ispira il seguito di questo contributo "più l’attenzione che proviene da te è pura, compassionevole, responsabile e non giudicante, più salutare è per il corpo".
 
Ecco un esercizio utile per recuperare un’accettazione amorevole: "In privato, in un ambiente confortevole e con luci calde, togliti gli abiti e dedica almeno 15 minuti al tuo corpo mettendolo al centro di una sana attenzione. Toccalo e accarezzalo, parlagli. Trattalo come un animale che ti è caro.
 
Nutrilo con un’attenzione rispettosa, senza sfumature di carattere sessuale. Sii indulgente e amorevole. Accetta ogni suo aspetto che consideri un difetto con la stessa compassione e comprensione che avresti verso un’altra persona che avesse lo stesso difetto. Non criticare ne indulgere in sensi di colpa. Se lo desideri puoi auto-massaggiarti con un leggero olio". Buona pratica.
 
 
Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso
Studio di Medicina Clinica Lumezzane - tel. 030 82 64 09
Body Mind Center, Salò - tel. 0365 21 318
 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/01/2013 11:00:00
Perdere peso ed essere in salute mangiando con piacere La seconda parte dell'articolo con il quale lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi riflette su quanto spesso ciascuno vuole rallentare rispetto a un ritmo di vita insostenibile. Una serie di motivi per farlo almeno a tavola, quindi più volte il giorno: per digerire meglio e perdere peso

10/02/2013 10:00:00
Rispettare i segnali del corpo: fame, sazietà e piacere La restrizione calorica eccessiva è un altro vizio comune nel tentativo di perdere peso con la conseguenza che il corpo rallenterà il tasso metabolico per conservare la limitata quantità di energia disponibile, portando a un aumento del peso

14/01/2013 11:00:00
Perdere peso ed essere in salute mangiando con piacere La prima di due parti a cura dello psicologo lumezzanese Gianpiero Rossi sul fondamentale legame tra percezione e assimilazione del cibo, con alcuni consigli su come riuscire a mangiare con piacere con effetti positivi sulla digestione

02/06/2013 09:00:00
Psicologia e metabolismo per dimagrire. Com'è possibile? Riuscire a perdere peso anche senza cambiare radicalmente il nostro modo di mangiare è possibile, semplicemente seguendo alcuni principi di psicologia della nutrizione come spiega lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi. Mercoledì la seconda parte dell'articolo

24/12/2012 09:50:00
Perdere peso: cinque cose che funzionano Dopo le cinque strategie sbagliate per dimagrire ecco le cinque che possono aiutare a ritrovare l'equilibrio con il proprio corpo: mangiare, mangiare rilassati, appagare il piacere, essere amati, ispirarsi alle persone magre



Notizie da Psicologia e benessere
08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

06/04/2015

Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione

Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

22/03/2015

Due consigli inaspettati per una digestione efficace

La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

03/01/2015

Il paradosso dell'abbondanza

L’abbondanza di cibo, che contraddistingue specialmente il periodo delle feste, contribuirà a peggiorare l'epidemia di obesità che colpisce anche noi italiani o a contribuire al nostro sovrappeso

01/01/2015

Che cosa fare se hai esagerato?

E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


19/12/2014

Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno

Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


15/11/2014

Separazione: come ragiscono i figli?

La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?

18/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/2

Si completa con altri quattro consigli l'articolo dello psicoterapeuta triumplino Gianpiero Rossi attorno al problematico fenomeno della depressione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier