Skin ADV
Venerdì 13 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



07 Dicembre 2014, 08.39

Psicologia & Benessere

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

di Gianpiero Rossi
Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali

In quest’articolo non trattiamo il già dibattuto aspetto della qualità del rapporto col cibo che ci rivela il rapporto che abbiamo con noi stessi e l’ambiente. Chi è ansioso/a o distratto/a e non consapevole dei propri gesti, porterà a tavola queste abitudini con le conseguenze di mangiare troppo o male o non appagante. Chi non vuole sentire certe emozioni le soffoca nel cibo.

Di conseguenza il modo di mangiare è rivelatore di un’opportunità di sviluppo di sé.
Le modalità emotive che spingono a compensare col cibo sono già stati oggetto di altri articoli che trattano la fame nervosa o emotiva e l’effetto dello stress sul peso.

In quest’articolo desidero invece soffermarmi sugli aspetti nutrizionali, invece che emotivi.

Una delle cose più curiose riguardo al campo della nutrizione è che esistono svariati modi per approcciarlo.
Infatti, si potrebbero ipotizzare tanti sistemi nutrizionali utili quante sono le persone che mangiano. Sempre più spesso, nuove diete e approcci nutrizionali si concentrano sul sistemare il tipo di cibo nel nostro piatto.

Ciò significa che ti è imposto di mangiare più di questo, meno di quello, inclusi nuovi cibi, poi ti è chiesto di prendere dei nuovi integratori e così via.
Naturalmente, tutto questo può avere il suo senso e può essere molto utile in certi casi di grande irresponsabilità o patologia.

Quello che molto spesso non si vede è nutrizione ed evoluzione personale inserite nella stessa ricetta.
Quando dico evoluzione personale, mi riferisco al processo di crescita continua trasformazione e ai modi in cui ognuno di noi raggiunge il suo grande potenziale.

Mi riferisco a una vita ben vissuta, dove potresti dire che hai dato del tuo meglio, hai fatto del mondo un posto migliore, hai condiviso i tuoi doni e le tue doti per il beneficio altrui, e hai superato gli ostacoli e le paure che ti avevano colpita in passato. 

Allora, che cosa hanno a che fare tra loro nutrizione e trasformazione personale? C'è una connessione?

Ebbene sì. Permettimi di fare alcuni esempi per rendere questo concetto più reale e concreto.

Una dieta di scarsa qualità compromette il tuo potenziale personale.
Una nutrizione sbagliata corrisponde a un sistema immunitario mal funzionante. Ciò porta a problemi di salute.
I problemi di salute t’impongono di curarti, causano uno spreco di energia e impegnano le nostre finanze personali e quelle statali per far fronte ai costi medici.

Non è un segreto che un buono sviluppo cerebrale e mantenimento di un buon funzionamento mentale e stabili emozioni dipenda anche da una corretta nutrizione, lontano da stress dietologici o privazioni fai da te.

La creazione di una migliore capacità cerebrale è collegata a strategie nutrizionali più sofisticate, che potresti mettere in pratica.

Dunque, dovresti considerare l'idea di diventare un'intelligente esploratrice nutrizionale, per avvicinarti ancora di più a una versione più sana di te stesso/a, usando anche il tuo intuito e non solo una prescrizione esterna.

Per ottenere un miglioramento personale con la tua nutrizione puoi porti domande potenzianti.
Ad esempio:
• Quali cibi migliorano la capacità cerebrale?
• Quali cibi migliorano il funzionamento del mio sistema immunitario?
• Quali cibi aiutano a farmi sentire più lucida?
• Quali cibi aiutano a farmi sentire più serena?
• Quali cibi mi danno una stabile energia e mi fanno venire voglia di praticare abitudini salutari?
• Quali cibi mi fanno sentire come se avessi più energia per la vita?
• E quali cibi mi aiutano a farmi sentire più aperta a intuizione e saggezza?

Ugualmente importante, parte della capacità di utilizzare la nutrizione per l’evoluzione personale proviene dal rispondere ad alcune importantissime domande trasformazionali.
Ciò significa:
• Quali sono le lezioni di vita che sto imparando nel mio rapporto col cibo?
• Quali sono le aree dentro di me su cui ho bisogno di lavorare?
• Quali sono le doti su cui devo concentrarmi per migliorare me stesso/a?
• Quali sono alcuni angoli bui di me stesso/a?
• Ci sono doti o risorse che ho e non sto usando?

Molto spesso, sei attratto/a da determinati alimenti o da determinati modi di mangiare che, a tua insaputa, favoriscono qualcosa di nuovo che sta emergendo nella tua vita.
Altre volte invece, attraversi periodi molto difficili. Altre volte ancora, ti trovi come immersa in una notte oscura.
Oppure, capita che sembra che tutto vada a gonfie vele e che le cose positive ti arrivino. 

Allora, è una grande idea notare ciò che il corpo richiede durante i momenti positivi della tua vita.
Ad esempio, in diversi momenti della vita, potresti essere chiamato/a a:
• Seguire una dieta vegetariana
• Cominciare a mangiare certa carne
• Passare a cibo di maggiore qualità e biologico
• Sperimentare disintossicazione e purificazione
• Usare medicine omeopatiche
• Esplorare l'utilizzo d’integratori ed erbe
• Abituarti ad acquistare cibi naturali o prodotti localmente
• Consumare alimenti molto specifici
• Desiderare di smettere di mangiare determinati cibi: come zucchero, glutine, latticini, soia, alcol, caffeina e così via.

Allora, quando si tratta di connessione tra nutrizione ed evoluzione personale
, ecco alcuni ingredienti chiave che aiuteranno a mettere insieme qualsiasi ricetta.
Innanzitutto, prova ad agire con un senso di fiducia. Ossia, fidati della saggezza del tuo corpo, fidati della tua vita, fidati del modo in cui sei istintivamente attratta da diversi cibi o strategie nutrizionali, e fidati del fatto, che, comunque vada, starai bene. 

E poi, diventa un'esploratore nutrizionale volenteroso.

Sii un ricercatore curioso/a del tuo stesso corpo, e sperimenta con un senso di varietà e innocenza.
E infine, considera di dare sempre più valore a quella che abbiamo chiamato “evoluzione personale”. Più la valorizzi, più si mostrerà ai tuoi occhi. La buona nutrizione è importante. Ma il lavoro che fai su te stesso/a per crescere nel carattere non può essere sostituito da un buon piano di alimentazione.

Quando dai importanza a cura e salute della tua anima, la salute del corpo migliora quasi da sola.

Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso Studio di Medicina Clinica
Lumezzane - tel. 030 82 64 09
Body Mind Center, Salò - tel. 0365 21 318
gprossi@intelligenza.it

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/01/2015 12:02:00
Che cosa fare se hai esagerato? E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


25/05/2015 07:00:00
La presenza mentale, non solo col cibo La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

19/05/2013 09:10:00
Voglie dispersive e associative In questo secondo articolo lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi passa in rassegna voglie che drenano la salute e diminuiscono l'energia e voglie associative con le quali scopriamo qualcosa di più profondo

19/12/2014 07:03:00
Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

17/05/2013 09:30:00
Quante voglie abbiamo? In questo primo articolo sul rapporto tra cibo e desiderio lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi passa in rassegna l'aspetto nascosto delle voglie che, ascoltate in profondo, spesso possono mandarci nella direzione di una sana scelta nutrizionale



Notizie da Pillole di psicologia
07/10/2019

Mamme tigri e figli stressati

La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

27/03/2015

Dall'uso di Internet alla dipendenza da Internet

Oggi l’accesso alla rete è sempre più facile e frequente, riguarda adolescenti, adulti e persino bambini. Come riconoscerne gli eccessi?


20/02/2015

Gli uomini pensano solo al sesso? E' colpa dell'evoluzione

A spiegare perché è uno studio che arriva dalla Norvegia

09/11/2014

Il Potere Metabolico dell'Integratore C - Consapevolezza

La Consapevolezza ha un profondo impatto sul corpo umano


28/10/2014

No alla coppia «sfogatoio»

Evita di riversare sul partner tutti i tuoi problemi di lavoro e proteggi la coppia dai fatti che non la riguardano, o la magia della relazione verrà meno

18/09/2014

La donna in menopausa

La menopausa indica il termine della fertilità e della capacità di concepire, è associata generalmente a cambiamenti importanti del fisico e del benessere psicologico, che possono alterare la routine della vita quotidiana

28/08/2014

Dai spazio alle intuizioni: «illuminano» il cervello

Le intuizioni sono "doni" del cervello che spesso vengono ignorati; se ascoltate possono migliorare la qualità della nostra vita



17/08/2014

La depressione

La depressione è un disturbo del tono dell'umore con conseguenze importanti sulla vita di chi ne è colpito a livello  lavorativo, sociale e familiare

02/08/2014

Come aiutare i nostri ragazzi a fare i compiti

Lo studio e i compiti a casa dei nostri figli rappresentano spesso un problema per noi genitori, tanto che a volte diventano perfino un fertile territorio di scontro. Quali gli atteggimenti da adottare


11/06/2014

Ordinati o disordinati?

L’essere ordinati e prediligere ambienti precisi è sempre stato visto come qualcosa di positivo, che stimola e accentua caratteristiche psicologiche altruistiche, e l’accordo è unanime in letteratura; ma anche il disordine può esserlo?

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier