Skin ADV
Domenica 31 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





17 Maggio 2013, 09.30

Psicologia e benessere - Cibo e desiderio /1

Quante voglie abbiamo?

di Gianpiero Rossi
In questo primo articolo sul rapporto tra cibo e desiderio lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi passa in rassegna l'aspetto nascosto delle voglie che, ascoltate in profondo, spesso possono mandarci nella direzione di una sana scelta nutrizionale
 
Se non sei un robot, allora è probabile che abbia desiderato anche tu fortemente del cibo, in certi momenti.
 
Forse il desiderio è stato per cibi dolci, specie cioccolato, oppure per qualche salato sfizioso come pancetta, o la tua pizza preferita. Forse hai avuto un desiderio a tarda notte per qualcosa di forte o croccante, o semifreddo e cremoso.
 
M’incuriosisce il grado in cui le persone possono essere catturate dalle loro stesse voglie. A volte, sembra che il nostro desiderio viva di fronte a tre vie: biologia, desiderio e follia.
 
Se non si procede lentamente per fare chiarezza, le cose possono complicarsi. Potrebbe essere solo che le nostre voglie abbiano qualcosa da insegnarci. Lezioni che vanno in profondità nella nostra anima nutrizionale.
 
LE VOGLIE DI SOSTEGNO
Un desiderio di sostegno ci prende quando il corpo istintivamente anela per un alimento che migliora il processo di guarigione, soddisfa un bisogno nutrizionale, o neutralizza uno squilibrio nel corpo. Avete mai notato alcune delle cose che certi animali, anche domestici, mangiano quando malati?
 
I gatti possono masticare piante ed erba, i cani possono mangiare vecchie pigne, pezzi di legno, o leccare argilla. Nessuno dice a un cane di mangiare argilla, perché i minerali di carica positiva contenuti aiutano a neutralizzare i veleni acidi nel suo sistema, e sposta il pH del sangue alla normalità.
 
Si agisce su un processo istintivo che va ben oltre la ragione. Lo stesso processo avviene negli esseri umani. Voglie di supporto possono sorgere e sembrano a volte sensate, a volte imprevedibili e di là della comprensione nutrizionale.
 
Avete mai desiderato agrumi quando soffrivate di un raffreddore o influenza? E al tempo stesso rifiutare il salato? E’ facile giustificare questo desiderio biologico considerando il contenuto di vitamina C delle arance e pompelmi, e l'effetto detergente della frutta sul corpo.
 
Il corpo brama perché il corpo lo sa. Se siamo in contatto con esso e lo mettiamo di fronte alla giusta scelta, la voglia di sostenere la biologia andrà verso ciò che ci farà bene.
 
Se invece lo lasciamo preda del desiderio smodato o folle disperderemo la nostra salute. Nell'articolo che sarà pubblicato domenica tratteremo delle “voglie dispersive” e non solo.
 
 
Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso Studio di Medicina Clinica
Lumezzane - tel. 030 82 64 09
Body Mind Center, Salò - tel. 0365 21 318
gprossi@intelligenza.it 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/05/2013 09:10:00
Voglie dispersive e associative In questo secondo articolo lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi passa in rassegna voglie che drenano la salute e diminuiscono l'energia e voglie associative con le quali scopriamo qualcosa di più profondo

05/06/2013 09:00:00
Lo stress ingrassa, il rilassamento dimagrisce In questo secondo post sulle relazioni tra psicologia e metabolismo Gianpiero Rossi chiarisce come ansia, paura, stress limitino il dimagrimento, che invece è favorito da un rilassamento fisiologico e da un saper mangiare lentamente

31/10/2013 09:46:00
Come dimagrire usando la consapevolezza Nella prima parte di questo articolo (la seconda sabato 2 novembre) lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi riflette sul "come fare" per non eccedere nel nel mangiare, ascoltando in profondità ciò che l'eccesso di cibo ci sta dicendo

02/10/2013 09:30:00
Il potere del mangiare consapevoli "Come dimagrire con la vera soddisfazione" è il sottotitolo del post settimanale di Gianpiero Rossi, poiché la digestione inizia nella mente, requisito nutrizionale completo per avere più consapevolezza e quindi meno appetito

07/12/2014 08:39:00
Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione? Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali




Notizie da Psicologia e benessere
08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

06/04/2015

Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione

Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

22/03/2015

Due consigli inaspettati per una digestione efficace

La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

03/01/2015

Il paradosso dell'abbondanza

L’abbondanza di cibo, che contraddistingue specialmente il periodo delle feste, contribuirà a peggiorare l'epidemia di obesità che colpisce anche noi italiani o a contribuire al nostro sovrappeso

01/01/2015

Che cosa fare se hai esagerato?

E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


19/12/2014

Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno

Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


15/11/2014

Separazione: come ragiscono i figli?

La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?

18/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/2

Si completa con altri quattro consigli l'articolo dello psicoterapeuta triumplino Gianpiero Rossi attorno al problematico fenomeno della depressione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier