Skin ADV
Venerdì 29 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE





31 Ottobre 2013, 09.46

Psicologia e benessere

Come dimagrire usando la consapevolezza

di Gianpiero Rossi
Nella prima parte di questo articolo (la seconda sabato 2 novembre) lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi riflette sul "come fare" per non eccedere nel nel mangiare, ascoltando in profondità ciò che l'eccesso di cibo ci sta dicendo
 
Molti di noi vogliono sapere "come fare" per non eccedere nel mangiare e i passaggi esatti che ci portano a una relazione felice con il cibo.
Come sarebbe bello se conoscessimo - semplicisticamente - il trucco che rende possibile smettere di mangiare troppo e non essere più afflitti dal senso di colpa: "Vorrei non aver mangiato tutta quella roba"?
 
Immagina di conoscere come fermare l'eccesso di cibo che già nella seconda porzione sappiamo di non avere realmente bisogno, ma ha un sapore così buono. Molti esperti vogliono dimostrarci che conoscono il segreto per fermare l'eccesso di cibo. Se tali segreti bastassero, chiunque lo avesse da vendere diverrebbe milionario. La soluzione non è pronta come una ricetta. Occorre una ricerca dentro di sé.
 
L'eccesso di cibo non è qualcosa che possiamo risolvere con la visione di un solo video o andando sull'ultima dietaQuelli che hanno cercato di risolvere l'eccesso di cibo con autocontrollo e forza di volontà sanno che questo non è certo il modo per riuscirci. Si sperimenta il contraccolpo di un peggiore eccesso di cibo quando reprimiamo la sua assunzione.
 
C'è una grande industria là fuori per aiutarci a risolvere l'enigma di come smettere di mangiare troppo. Vi sono cibi propagandati come il segreto per frenare l'appetito, club di dieta strutturati per calpestare il desiderio e abbiamo voglia di pillole che inibiscono l’appetito.
 
Tutte queste cose dovrebbero impedirci di assumere cibo in più. Funzionano? Certo, magari per un giorno o una settimana o due. Ma negare il nostro appetito e il desiderio non è un metodo sostenibile per creare un rapporto positivo e sano con il cibo e il nostro corpo.
Separando noi stessi dalla nostra fame è come ignorare un bambino bisognoso. Alla fine il bambino avrà sempre la meglio fino a quando le rivolgiamo la nostra attenzione.
 
La cosa più produttiva e positiva che possiamo fare è quello di trasformare la ricerca di attenzione del nostro bambino interno e dire: "di che cosa hai bisogno"?, fino a che non giunge una sincera risposta. La vera chiave per porre fine al ciclo di mangiare più di ciò che il corpo vuole veramente è quello di ascoltare ciò che questo eccesso di cibo sta dicendo. Non vi sono scorciatoie e prescrizioni esterne da assumere. E’ necessario guardarsi dentro.
 
A prima vista può sembrare che la nostra voglia stia semplicemente dicendo: "Voglio più cibo", ma quando si scava più in profondità troverete spesso che, "Voglio più cibo" è uguale a "Voglio più soldi" o “più attenzione per favore", o "ho bisogno di essere in grado di sentire e di esprimere i miei sentimenti." Quando la fame è insaziabile è il nostro corpo che dice "ho un messaggio più profondo, vi prego di prestare attenzione."
 
Altrettanto importante è connettersi con le sensazioni corporee che ci stanno dicendo a ogni pasto quando abbiamo raggiunto il giusto livello di energia per sapere smettere in tempo prima di appesantirci. E prima del pasto per riconoscere se è un reale bisogno energetico da soddisfare in breve tempo o se è appunto una voglia di testa o di cuore.
 
Per sapere di più su come riconoscere il giusto livello di energia puoi consultare la 4a lezione audio gratuita su: http://magrapersempre.it/lezioni-audio/.
 
Sabato 2 novembre la seconda parte di questo articolo.
 
 
Gianpiero Rossi
Psicoterapeuta presso Studio di Medicina Clinica
Lumezzane - tel. 030 82 64 09
Body Mind Center, Salò - tel. 0365 21 318
gprossi@intelligenza.it 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
02/11/2013 08:41:00
Ascoltare le sensazioni interiori per dimagrire In questa seconda parte sulla consapevolezza nel dimagrire Gianpiero Rossi focalizza l'attenzione nel vedere l'eccesso di cibo come una porta su preoccupazioni più profonde e nella capacità di imparare ad ascoltare il proprio corpo

02/10/2013 09:30:00
Il potere del mangiare consapevoli "Come dimagrire con la vera soddisfazione" è il sottotitolo del post settimanale di Gianpiero Rossi, poiché la digestione inizia nella mente, requisito nutrizionale completo per avere più consapevolezza e quindi meno appetito

02/06/2013 09:00:00
Psicologia e metabolismo per dimagrire. Com'è possibile? Riuscire a perdere peso anche senza cambiare radicalmente il nostro modo di mangiare è possibile, semplicemente seguendo alcuni principi di psicologia della nutrizione come spiega lo psicoterapeuta Gianpiero Rossi. Mercoledì la seconda parte dell'articolo

09/11/2014 07:00:00
Il Potere Metabolico dell'Integratore C – Consapevolezza La Consapevolezza ha un profondo impatto sul corpo umano


19/12/2014 07:03:00
Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni



Notizie da Psicologia e benessere
08/06/2015

Gestisci le abitudini, se vuoi dimagrire

Se sei un essere umano e non un robot, hai anche tu delle abitudini. Alcune di queste abitudini ci piacciono, mentre altre ci assillano perché sono nocive, non si perdono facilmente e fanno fallire moltissimi metodi per dimagrire

25/05/2015

La presenza mentale, non solo col cibo

La «presenza mentale» va sviluppata non solo a contatto con il cibo come rimedio per chi rischia di non percepire né la qualità né la corretta quantità

06/04/2015

Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione

Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

22/03/2015

Due consigli inaspettati per una digestione efficace

La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

03/01/2015

Il paradosso dell'abbondanza

L’abbondanza di cibo, che contraddistingue specialmente il periodo delle feste, contribuirà a peggiorare l'epidemia di obesità che colpisce anche noi italiani o a contribuire al nostro sovrappeso

01/01/2015

Che cosa fare se hai esagerato?

E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo


19/12/2014

Come superare indenni le gozzoviglie di fine anno

Nessuno vuole la polizia sul cibo nelle feste natalizie e di fine anno. E, francamente, io per primo non sono interessato a messaggi di moderazione proprio in questi giorni

07/12/2014

Nutrizione ed evoluzione personale, quale connessione?

Gianpiero Rossi ci ha già accompagnato nell'analisi del nostro rapporto di tipo emozionale col cibo. In questo caso si sofferma invece sugli aspetti più propriamente nutrizionali


15/11/2014

Separazione: come ragiscono i figli?

La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?

18/05/2014

Aiuti e consigli per trattare la depressione/2

Si completa con altri quattro consigli l'articolo dello psicoterapeuta triumplino Gianpiero Rossi attorno al problematico fenomeno della depressione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier