Skin ADV
Domenica 21 Luglio 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE



 


27 Aprile 2015, 15.25

BLOG. Un pesce al giorno

Chi dorme...piglia pesci (seconda parte)

di Elio Vinati
Il cammino prosegue lungo le sponde di questo tratto di alto brembo in una giornata che sembra rivelarsi unica

(oltre alle catture già citate nella prima parte,segnalo altri pesci catturati contemporaneamente da mio fratello).

Nella lama successiva un'altra fario giunge, con mio sommo stupore, fin quasi sotto i piedi ad aggredire nervosa e infastidita il mio artificiale: le trote sembrano proprio essere in completa frenesia alimentare.
Noto infatti ancora due bollate distinte vicino a riva a ridosso di alcuni massi. Entrambe le trote non esitano ad attaccare l'intruso che ha disturbato il loro pranzo e, dopo un breve combattimento, vengono immediatamente rilasciate.

Ora sono di fronte a una buca da sogno; immagino e disegno le traiettorie che deve compiere il mio artificiale al fine di sondare ogni centimetro e anfratto della buca.
Dopo diversi lanci senza esito, mi balena un idea: cambiare l'esca con una più pesante, come un martin del 12, per scendere più in profondità, con amo singolo per ridurre il rischio di incaglio (anche se si abbassa la probabilità di ferrata e quindi di cattura).
La scelta si rivela vincente e una bella fario giunge a riva vinta.

Poco oltre, da sotto un sasso, una maestosa ombra fuoriesce e attacca il rotante dorato, ma a vuoto.
Solitamente una trota di simili dimensioni, dopo un attacco fallito, torna alla propria tana per restarci. Oggi però le regole sono saltate!.
Riprovo facendo percorrere lo stesso tragitto all'esca, quando l'ombra si materializza di nuovo fallendo un'altra volta l'attacco.

Scoraggiato al pensiero di aver perso una grande occasione, azzardo un nuovo lancio rallentando il recupero nel punto decisivo.
STRIKE!. La famelica trota ghermisce con maggiore decisione l'artificiale e con mia meraviglia si mostra in tutta la sua immensa bellezza: un giallo polenta splendido con una punteggiatura marcata.

Il particolare che mi ha più colpito in questa forse irripetibile sessione di pesca sono le diverse reazioni che la trota iridea e la trota fario hanno mostrato a seguito della ferrata; la prima con ripetuti guizzi e tentativi di fuga in diverse direzioni, la regina dei torrenti invece con testate potenti avvitandosi su se stessa nella speranza di liberarsi dalla presa.

Forse anche la prossima volta mi alzerò tardi...

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
19/08/2014 07:04:00
Acque velate I frequenti temporali di questa estate ballerina hanno influito sui livelli, la portata e la trasparenza dell'acqua. Il fiume in piena, infatti, trasporta maggiori detriti che la rendono torbida

02/03/2015 08:03:00
Pinne come ali Inizia la Stagione, le prime trote, quella voglia e quel paesaggio.

09/06/2014 12:19:00
Cara ... Mèla Con Elio Vinati alla scoperta di un tratto del fiume Mella nel momento magico del tramonto, quando le trote fario, notoriamente fotofobe, tende a entrare in caccia

06/10/2014 17:30:00
Pesca d'alta quota Pensieri e domande affollano la mia testa e mi rendono inquieto: la chiusura della pesca si avvicina (la prima domenica d'ottobre in provincia di Brescia per le acque a salmonidi) e non so e non ho ancora deciso su quale fiume andare a finire la stagione

10/12/2014 08:30:00
Per qualche trota in più La sindrome da astinenza da salmonidi, durante il periodo di chiusura della pesca, può essere curata o nelle riserve invernali (vedi articolo "fino all'ultimo lancio"), o come ha fatto il mio amico Manuele presso i laghetti di pesca sportiva



Notizie da Pescatori
28/06/2015

Sgombri in Adriatico

Da qualche anno mi spingo fino alle sponde del “vicino” mar Adriatico a caccia di sgombri

05/06/2015

«Farioland»

Ci sono momenti unici e irripetibili. Piccole finestre temporali in cui un fiume o torrente apparentemente "morto" si anima improvvisamente di una frenetica attività

19/05/2015

Nell'Abbioccolo, sulla cresta dell'onda

Decido di affrontare il torrente Abbioccolo a Lavenone, in Val Sabbia, una meta che mi sono prefissato da qualche tempo

14/04/2015

Chi dorme... piglia pesci

Accidenti! Mi son svegliato tardi. Decido comunque di preparare l'attrezzatura per affrontare uno dei miei fiumi preferiti: il Brembo. (prima parte)


31/03/2015

Il moschista, la trota che bolla e l'apprendista

La giornata sembra propizia e vorrei qui sfatare la credenza comune secondo la quale la pesca a mosca secca si pratichi soprattutto nei mesi caldi

22/03/2015

Là dove la corrente schiuma

Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ciò, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me più congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015

02/03/2015

Pinne come ali

Inizia la Stagione, le prime trote, quella voglia e quel paesaggio.

16/02/2015

Pronti all'apertura

Tic-tac, tic-tac. Le lancette del tempo segnano l'approssimarsi dell'evento più atteso dell'anno: l'apertura della pesca alla trota

07/02/2015

Pesca alle Barbados

Ami, visitor, siliconici vari, filo del 0.40 e una pinza. Mi dico: “Devo stare leggero", butto tutto in una piccola borsa e mi convinco che sarà la mia cassetta porta esche.

21/01/2015

Le Big e il Bagòss del Laghet de Meghet

Grandi trote e il piacevole canto della frizione sollecitata dalle sfuriate dei combattivi pinnuti è quello che puoi trovare e che puoi provare al Laghet De Meghet

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier