Skin ADV
Mercoledì 27 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



13 Luglio 2011, 11.23
Valtrompia
Interventi

La tutela idrogeologica del Mella

di Fonte: Edmondo Bertussi sul «Bresciaoggi» del 13 luglio 2011
La Comunità montana si è adoperata e ha reperito 100mila euro per uno studio che possa portare finalmente al pieno recupero del fiume che segna la Valtrompia. Collaborano anche Provincia, Regione e Autorità del Po
È un fatto davvero raro in questi tempi di magra: eppure, in Valtrompia è stato possibile trovare 100mila euro ora a disposizione della Comunità montana per realizzare uno studio approfondito nel campo della tutela idrogeologica: al centro tutto il sottobacino idrografico della Valle.
Lo scopo è quello di realizzare un censimento completo delle «pericolosità legate alle frane di scivolamento e alle colate detritiche su conoidi»; uno studio che consentirà la valutazione dei rischi, una fase progettuale di massima e la definizione delle priorità per gli interventi da attuare sui versanti montani di tutti i 18 comuni della valle, da proporre poi agli enti superiori (la Regione) per accedere ai finanziamenti annuali a tema.

L'ente comprensoriale, attraverso la sua struttura Lavori pubblici e territorio, si è inserito nella sperimentazione lombarda per la «Definizione delle zone a rischio alla scala di sottobacino idrografico» candidando il proprio progetto al finanziamento. E l'assessorato all'Urbanistica e alla Difesa del suolo della Regione ha assicurato una partecipazione alla campagna con 50 mila euro. Poi la domanda presentata sulla legge 25 ha portato altri 47.800 euro, integrati con altri 2.200 dalla Comunità montana.

Nello studio confluirà la massa di dati delle ricerche già effettuate a vari livelli (da comuni e Comunità): una sorta di «onda lunga» del patto per il «Contratto di fiume» sottoscritto nel luglio del 2006 da Comunità montana, Provincia, e da tutti i comuni della valle compresi Collebeato e Brescia, con l'adesione, nell'aprile del 2009, anche dell'Autorità di bacino del Po e della Regione. Lo scopo di questa e delle altre operazioni è il recupero globale del fiume che ha fatto la storia della Valtrompia; perchè sia fruibile per il lavoro e il tempo libero.
 
Nel 2006, lo ricordiamo, si era formata una segreteria tecnica coi funzionari dei diversi enti (compresi Ster e Aato) che aveva elaborato «scenari», proposte e priorità per il risanamento delle acque del bacino del Mella e per la messa in sicurezza del territorio rispetto al rischio idraulico. Il risultato? La partecipazione al programma dei “Nuovi sistemi verdi multifunzionali” finanziati da Regione, Provincia e Comunità. Nel 2008 sono stati avviati lavori in 12 diverse aree (per 17 ettari) sull'asse del Mella da Nave a San Colombano per 1.6 milioni. L'Aato ha messo a disposizione 209 mila euro per 23 annualità per altri interventi (quest'anno tocca a Pezzaze e a Caino); e il tutto, in cinque anni ha fatto da volano a opere di «cura» per 2 milioni. 
 
In aggiunta la Comunità si è occupata del coordinamento dei Pgt in nove comuni del bacino, e poi è stata istituita la «Commissione del Paesaggio». Infine, all'inizio del 2010 è stato messo a punto (con Regione, Autorità del Po e Provincia) e avviato con squadre di volontari (capofila la Comunità, col coordinamento dell'Arpa) il rilievo degli scarichi di Garza, Gobbia e Mella e relativi affluenti: 94 chilometri di sponde. 
Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/06/2013 10:00:00
Si chiude lo studio sulle sponde di Mella e Garza Martedì pomeriggio in Comunità montana la cerimonia di chiusura di uno studio tra i 18 Comuni, Provincia, Regione, Agenzia Fiume Po per costituire un vero e proprio catalogo di progetti già pronti per la richiesta di finanziamenti su attività di difesa ambientale dei due fiumi

05/08/2012 07:35:00
Cattive notizie per il fiume Mella Secondo la mappatura del Geoportale della Valtrompia, esiste uno scarico, civile o industriale, ogni 59 metri: nessuno stupore che si chiedano a gran voce depuratori ed interventi sul Mella

23/10/2013 09:55:00
Fondi dalla Regione anche per sistemare il fiume Mella Dei 3,5 milioni di euro stanziati dalla Regione Lombardia per la messa in sicurezza e la prevenzione del rischio idrogeologico ci sono anche 320 mila euro destinate all'adattamento di scogliere lungo il Mella in territorio di Villa Carcina

24/07/2011 10:17:00
Verso il Guglielmo su un nuovo sentiero Con un accordo fra Comunità montana e Provincia è stato realizzato un nuovo tracciato nella parte bassa, in sostituzione della "direttissima". Finanziamento di 100mila euro dalla Provincia.

27/06/2013 09:00:00
Le risorse dalla Regione per la sicurezza di Mella e Garza Ieri in Comunità montana era presente anche l'assessore Viviana Beccalossi, che ha sottolineato l'importanza della difesa del suolo dal rischio di frane ed esondazioni e come 2 milioni siano già a disposizione per gli interventi prioritari



Notizie da Valtrompia
23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

09/05/2020

Pasini: «Covid-19 e infortunio sul lavoro: una norma gravissima e anti-impresa»

La legislazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 contiene una norma (art. 42, d.l. 18/2020) che equipara l’infezione da Coronavirus ad infortunio, se contratta in occasione di lavoro

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

09/05/2020

Sì agli sport individuali

La nuova ordinanza di Regione Lombardia consente fino al 17 maggio di praticare gli sport individuali all'aperto e all’interno di centri sportivi

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

04/05/2020

Fase 2 in pillole

Cosa cambia da questo lunedì 4 fino a domenica 17 maggio? Fra Dpcm e ordinanze di Regione Lombardia ecco un piccolo sunto delle disposizioni

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier