Skin ADV
Martedì 26 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



22 Ottobre 2012, 10.00
Valtrompia
Ambiente

Il precario stato di salute del fiume Mella

di Andrea Alesci
La Comunità montana ha provveduto a mappare gli scarichi lungo il fiume Mella sul territorio valtrumplino (1.631). A novembre la decisione sul depuratore, anche in vista del termine per il risanamento delle acque che l'Unione Europea ha fissato al 2027
 
Attorno ai fiumi s’è sviluppata la civiltà, vicino ai corsi d’acqua sono cresciuti villaggi, poi paesi e città. Dal fiume Mella è nata la Valtrompia, ma a quelle acque che la definiscono e la attraversano non siamo stati capaci di render grazie.
 
Acque che ad oggi sono inquinate per la scarsa lungimiranza tradotta in un quasi assente sistema di separazione (qui ora si sta finalmente riparando con il progetto del depuratore) e soprattutto con la becera inciviltà di pochi nello sversare illegalmente sostanze tossiche e nocive (vedi la moria di pesci in primavera e da ultimi gli episodi della schiuma nell’affluente Gobbia e la sua ripetuta indotta colorazione rossastra).
 
Episodi che aggravano lo stato di salute di un fiume per il quale il termine inderogabile di risanamento è stato fissato dall’Unione europea al 2027.
 
Nel frattempo è continuato l’invisibile lavoro di mappatura degli scarichi lungo tutto il corso del fiume, dall’imbocco del torrente Gombidolo a San Colombano sino al Cannone di Bovezzo.
 
Un totale di 1.631 scarichi lungo 96 chilometri di tracciato, di cui 40 monitorati sulla rettilinea principale del Mella, 43 lungo gli affluenti e 13 nel bacino del Garza. Un lavoro portato avanti dalla Comunità montana e tradotto in una cartografia visibile sul Geoportale di Valle Trompia (cliccare su 'mappe'): 664 scarichi lungo il Mella, 648 sugli affluenti e 319 nella Valle del Garza.
 
Una serie di punti rossi che in Alta Valle sono quasi esclusivamente di tipo civile, prima di infittirsi da Gardone in giù per la massiccia presenza di impianti industriali.
 
I punti di immissione sono tanti e anche nel caso di riversamenti abusivi pari a zero, la situazione ha bisogno al più presto di essere risolta con un efficace sistema di depurazione, per il quale si attende il mese di novembre come momento risolutore.
 
Il 2027 pare lontano, ma quindici anni passano veloci come la corrente di un fiume. 
 
Nelle foto, dall'alto in basso: il fiume Mella a Marcheno, a Sarezzo e in due fotografie che lo immortalano in Alta Valle.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/11/2012 10:30:00
Marcheno: bonifiche per gli scarichi civili Interessato all'intervento di Asvt è il tratto di via Madonnina, a Marcheno, protagonista di un'opera di bonifica degli scarichi civili. Obiettivo è convogliarli nel collettore di Valle

05/08/2012 07:35:00
Cattive notizie per il fiume Mella Secondo la mappatura del Geoportale della Valtrompia, esiste uno scarico, civile o industriale, ogni 59 metri: nessuno stupore che si chiedano a gran voce depuratori ed interventi sul Mella

22/09/2012 07:00:00
Strani sversamenti nel Mella a Marcheno Prima poteva sembrare un fatto isolato. Dopo forti piogge o temporali, il tratto del Mella che si trova all'altezza della chiesa parrocchiale di Marcheno si riempiva di una schiuma biancastra. Ma l'episodio si è ripetuto

28/01/2013 11:10:00
Un incontro all'Odeon per la tutela del torrente Gobbia Martedì 29 gennaio alle ore 17 il teatro lumezzanese ospiterà il secondo della serie di incontri promossi dall'amministrazione comunale con Aib sul tema della disciplina e della tutela delle acque superficiali e delle autorizzazioni per gli scarichi industriali

02/11/2012 19:00:00
Quel verde era un tracciante. Ma oggi è tornata la schiuma Nell'articolo del 1° novembre abbiamo parlato di una colorazione verde assunta dal torrente Gobbia a Sant'Apollonio: in quel caso nessun inquinamento, ma effetto di un tracciante rilasciato da Arpa per seguire il flusso degli scarichi. Oggi, però, al Crocevia di Sarezzo è tornata la schiuma



Notizie da Valtrompia
23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

09/05/2020

Pasini: «Covid-19 e infortunio sul lavoro: una norma gravissima e anti-impresa»

La legislazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 contiene una norma (art. 42, d.l. 18/2020) che equipara l’infezione da Coronavirus ad infortunio, se contratta in occasione di lavoro

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

09/05/2020

Sì agli sport individuali

La nuova ordinanza di Regione Lombardia consente fino al 17 maggio di praticare gli sport individuali all'aperto e all’interno di centri sportivi

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

04/05/2020

Fase 2 in pillole

Cosa cambia da questo lunedì 4 fino a domenica 17 maggio? Fra Dpcm e ordinanze di Regione Lombardia ecco un piccolo sunto delle disposizioni

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier