Skin ADV
Martedì 26 Ottobre 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



22 Ottobre 2012, 10.00
Valtrompia
Ambiente

Il precario stato di salute del fiume Mella

di Andrea Alesci
La Comunit montana ha provveduto a mappare gli scarichi lungo il fiume Mella sul territorio valtrumplino (1.631). A novembre la decisione sul depuratore, anche in vista del termine per il risanamento delle acque che l'Unione Europea ha fissato al 2027
 
Attorno ai fiumi s’è sviluppata la civiltà, vicino ai corsi d’acqua sono cresciuti villaggi, poi paesi e città. Dal fiume Mella è nata la Valtrompia, ma a quelle acque che la definiscono e la attraversano non siamo stati capaci di render grazie.
 
Acque che ad oggi sono inquinate per la scarsa lungimiranza tradotta in un quasi assente sistema di separazione (qui ora si sta finalmente riparando con il progetto del depuratore) e soprattutto con la becera inciviltà di pochi nello sversare illegalmente sostanze tossiche e nocive (vedi la moria di pesci in primavera e da ultimi gli episodi della schiuma nell’affluente Gobbia e la sua ripetuta indotta colorazione rossastra).
 
Episodi che aggravano lo stato di salute di un fiume per il quale il termine inderogabile di risanamento è stato fissato dall’Unione europea al 2027.
 
Nel frattempo è continuato l’invisibile lavoro di mappatura degli scarichi lungo tutto il corso del fiume, dall’imbocco del torrente Gombidolo a San Colombano sino al Cannone di Bovezzo.
 
Un totale di 1.631 scarichi lungo 96 chilometri di tracciato, di cui 40 monitorati sulla rettilinea principale del Mella, 43 lungo gli affluenti e 13 nel bacino del Garza. Un lavoro portato avanti dalla Comunità montana e tradotto in una cartografia visibile sul Geoportale di Valle Trompia (cliccare su 'mappe'): 664 scarichi lungo il Mella, 648 sugli affluenti e 319 nella Valle del Garza.
 
Una serie di punti rossi che in Alta Valle sono quasi esclusivamente di tipo civile, prima di infittirsi da Gardone in giù per la massiccia presenza di impianti industriali.
 
I punti di immissione sono tanti e anche nel caso di riversamenti abusivi pari a zero, la situazione ha bisogno al più presto di essere risolta con un efficace sistema di depurazione, per il quale si attende il mese di novembre come momento risolutore.
 
Il 2027 pare lontano, ma quindici anni passano veloci come la corrente di un fiume. 
 
Nelle foto, dall'alto in basso: il fiume Mella a Marcheno, a Sarezzo e in due fotografie che lo immortalano in Alta Valle.
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/11/2012 10:30
Marcheno: bonifiche per gli scarichi civili Interessato all'intervento di Asvt il tratto di via Madonnina, a Marcheno, protagonista di un'opera di bonifica degli scarichi civili. Obiettivo convogliarli nel collettore di Valle

05/08/2012 07:35
Cattive notizie per il fiume Mella Secondo la mappatura del Geoportale della Valtrompia, esiste uno scarico, civile o industriale, ogni 59 metri: nessuno stupore che si chiedano a gran voce depuratori ed interventi sul Mella

22/09/2012 07:00
Strani sversamenti nel Mella a Marcheno Prima poteva sembrare un fatto isolato. Dopo forti piogge o temporali, il tratto del Mella che si trova all'altezza della chiesa parrocchiale di Marcheno si riempiva di una schiuma biancastra. Ma l'episodio si ripetuto

28/01/2013 11:10
Un incontro all'Odeon per la tutela del torrente Gobbia Marted 29 gennaio alle ore 17 il teatro lumezzanese ospiter il secondo della serie di incontri promossi dall'amministrazione comunale con Aib sul tema della disciplina e della tutela delle acque superficiali e delle autorizzazioni per gli scarichi industriali

02/11/2012 19:00
Quel verde era un tracciante. Ma oggi è tornata la schiuma Nell'articolo del 1 novembre abbiamo parlato di una colorazione verde assunta dal torrente Gobbia a Sant'Apollonio: in quel caso nessun inquinamento, ma effetto di un tracciante rilasciato da Arpa per seguire il flusso degli scarichi. Oggi, per, al Crocevia di Sarezzo tornata la schiuma



Notizie da Valtrompia
21/10/2021

Al via il nuovo biennio ITS in automazione e sistemi meccatronici industriali

La presentazione si tenuta nell'azienda RBM di Nave, con la partecipazione dei 28 studenti iscritti al primo anno

16/10/2021

Green pass, piena operatività nelle aziende

Secondo un'indagine di Confindustria Brescia su quasi 300 aziende associate, il 93% del campione non ha riscontrato alcun problema nella gestione dei controlli; il 77% ha effettuato controlli sulla totalit dei lavoratori.

13/10/2021

Prima assemblea per il presidente Gussalli Beretta

Luned a Pisogne la prima assemblea generale del mandato del nuovo presidente di Confindustria Brescia. Relatori di spicco per la parte pubblica con il convegno intitolato "Mobilitiamoci"

01/10/2021

Le Valli Resilienti a IT.A.CA Brescia e le sue Valli

Questo sabato a Brescia stand turistici, prodotti tipici, convegni e laboratori per raccontare il Circuito delle Valli Accoglienti e Solidali

21/09/2021

Buona adesione alla campagna «Un vaccino per tutti»

A pochi giorni dal lancio numerose sono le aziende che hanno gi aderito all'iniziativa. Il presidente Franco Gussalli Beretta:

17/09/2021

Metalmeccanica: nel 2° trimestre 2021 si consolida il recupero della produzione

La crescita della meccanica rispetto allo stesso periodo del 2020 è pari al +31,0%, quella della metallurgia al +39,3%; nei primi sei mesi del 2021, su base annua, la meccanica e la metallurgia hanno guadagnato rispettivamente il 30% e il 50%. Permangono le preoccupazioni legate ai rincari delle materie prime

11/09/2021

Lavoro in somministrazione, importante incremento nel secontro trimestre

Secondo i dati forniti dalle Agenzie per il Lavoro, la domanda di lavoratori in somministrazione nel bresciano mostra un deciso e inedito incremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, pari al +106%.

31/08/2021

Al via mercoledì il progetto «Un vaccino per tutti»

Dal 1 settembre al 31 dicembre sar possibile aderire all'iniziativa promossa da Confindustria Brescia con CGIL, CISL e UIL provinciali: un progetto che mira a promuovere la diffusione degli interventi vaccinali nel mondo

17/08/2021

Approvato il calendario venatorio

La stagione di caccia prenderà il via il prossimo 19 settembre, un mese prima l’addestramento dei cani ma ci sono differenze per zone

28/07/2021

Siglato un accordo quadro con Comune di Brescia e Acb

L'obiettivo principale dell'accordo - che durer sino al 31 dicembre 2023 - quello di uno sviluppo strategico condiviso del territorio sovracomunale, oltre che di una collaborazione nella pianificazione urbanistica.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier