Skin ADV
Lunedì 13 Luglio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



25 Gennaio 2014, 09.47

In cucina

Dieta vegana: pro e contro

di Erregi
Che sia una scelta basata su principi etici o sulla voglia di cambiare alimentazione e stile di vita, la dieta vegana presenta vantaggi e svantaggi che vanno soppesati. Escludere non solo i cibi animali diretti, ma anche quelli indiretti, infatti, potrebbe non essere una scelta sana per tutti
 
La dieta vegana consiste sostanzialmente nel nutrirsi solo di ciò che non è animale né deriva da animali, ovvero frutta e verdura, cereali, legumi,  e semi. Non si esclude, quindi, solo la carne in sé, ma anche latte e latticini, miele e uova.
 
Ma sarà davvero adatta a tutti? Secondo molti esperti la risposta è positiva, ma come per ogni dieta, si deve sempre prestare particolare attenzione e non optare per la scelta del 'fai da te'. Sempre più diffusa, infatti, l'alimentazione vegana spesso viene presa in considerazione non tanto e non solo per questioni etiche, ma per perdere peso.
 
Certo di per sé il dimagrimento non è negativo, ma bisogna stare attenti anche agli scompensi. Se è vero che i rischi di malattie cardiovascolari si abbassano e la regolarità intestinale è migliore, infatti, è vero anche che la dieta vegana porta spesso a carenza di vitamina B12, con possibili problemi al sistema nervoso.
 
I rischi per la salute dei bambini, poi, secondo alcuni sarebbero notevoli, mentre secondo altri non ce ne sarebbero affatto, ma parlando di crescita, si parla anche di vitamina D, che in inverno e quando la luce del sole scarseggia, si può assumere attraverso il pesce.
 
I piccoli vegani, quindi, potrebbero manifestare difficoltà di sviluppo osseo e rachitismo che, nell'adulto, potrebbero sfociare anche nell'osteoporosi. Ovviamente non si tratta della totalità dei vegani, ma può succedere, specie se non si viene seguiti da professionisti seri e capaci.
 
Anche calcio e ferro sono sostanze indispensabili che è bene tenere in considerazione quando si consultano medici e nutrizionisti, che devono combinare gli alimenti in modo da facilitare l'assimilazione di ciò di cui l’organismo ha bisogno.
 
Un altro svantaggio, anche se per qualcuno potrebbe essere secondario, è, infine di tipo economico: escludere la carne e quindi non doverla acquistare, infatti, non coincide con una spesa minore, anzi. Non basta comprare i cereali: questi devono essere arricchiti, il latte deve essere di soia o di suoi derivati rinforzati poi con calcio, con un sensibile aumento di prezzi.
 
Qualunque sia la vostra scelta e qualunque sia la motivazione che sta alla sua base, quindi, la strada da percorrere non deve essere solitaria e al vostro fianco dovrà esserci uno specialista capace e attento, che monitori il benessere generale del vostro organismo.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/01/2014 09:47:00
'Non posso mangiarlo, sono intollerante' Una frase che si sente dire sempre più spesso: certe cose non le possiamo più mangiare perché siamo diventati intolleranti, seguendo una tendenza in aumento in tutta Europa. Possiamo rinunciare, certo, ad alcune cose, ma come reagisce il nostro corpo?

03/01/2013 09:00:00
Feste di abbuffate, ma occhio alla dieta! Se dopo le feste di Natale la vostra linea ha perso qualche punto e non vi sentite in forma, la soluzione della dieta e del movimento fisico è sempre consigliabile, ma attenzione a dimagrire con il cervello

22/03/2015 09:00:00
Due consigli inaspettati per una digestione efficace La buona digestione è sempre più difficile in questi tempi. Se non hai ancora colto le dimensioni di questo problema alimentare, allora è il momento di iniziare a seguire il programma. La salute comincia nel tratto digestivo.

06/04/2015 13:31:00
Altri due nuovi consigli inaspettati per migliorare la digestione Li definisco inaspettati perché molte volte i consigli relativi al miglioramento della digestione si concentrano sul prendere aiuti digestivi e integratori di vario genere. Questi sono un po' diversi

01/01/2015 12:02:00
Che cosa fare se hai esagerato? E adesso? Importante è non colpevolizzarsi e prestare attenzione a quello che ci dice il nostro corpo




Notizie da In cucina
03/10/2019

Seconda edizione del laboratorio gastronomico

In Valle Trompia e la Valle Sabbia un'offerta gastronomica di cooperazione ed inclusione sociale: dal 5 ottobre al 12 dicembre un ricco calendario con 10 cene a ritmo slow

16/06/2015

Expo 2015

Il tema del cibo e del nutrimento è di estrema attualità in tutta quanta la bibbia. L’expo 2015 ci dà l’occasione per parlarne

17/03/2015

Bouvet Brut Chardonnay

Un amico mi ha fatto assaggiare questo Chardonnay in purezza  vinificato con il metodo classico: ho davvero apprezzato l'equilibrio di questo vino

27/02/2015

La cucina Bresciana

Ecco alcune prelibatezze e curiosità riguardanti la cucina Bresciana, che spesso diamo per scontate ma che molti ci ammirano

11/02/2015

Franciacorta Provezza brut

Ho acquistato questo Franciacorta nella cantina vicino casa. Mi ha incuriosito il produttore, che non conoscevo e, lo riconosco, un prezzo davvero invitante

10/02/2015

«Ea fritoa» reginetta dei dolci di Carnevale

A Venezia la “fritoa” era considerata quasi un dolce nazionale ai tempi della Serenissima. A produrre le fritole erano i “fritoleri”, al tempo stesso produttori e venditori di frittelle



21/01/2015

Tuscany Divine

In una assolata giornata invernale arrivo a questo locale, sito a 500 metri dall'uscita di Chianciano dell'autostrada A1, praticamente per caso

12/01/2015

Barbaresco Collina Serragrilli 2010

L'azienda vitivinicola Serragrilli si trova a Neive, in Piemonte. Un amico torinese mi ha fatto scoprire alcuni suoi vini

01/01/2015

Arunda Rosé

Questo è un rosé sui generis; non lo conoscevo, ma l'ho scelto perché il proprietario del Ristorante Il Melograno, di Cavi di Lavagna, me lo ha suggerito con un strana luce negli occhi...

20/11/2014

Morbida dentro, croccante fuori

Tagliate a bastoncino e fritte in abbondante olio. Francesi e belgi litigano per chi è stato il primo a farlo. Ma come si ottengono delle patatine fritte cotte al punto giusto? 


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier