Skin ADV
Martedì 07 Luglio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



20 Novembre 2019, 08.44

Blog - Glocal

Una nuova rete di assistenza agli anziani

di Valerio Corradi
L’invecchiamento della popolazione e la riduzione delle persone che forniscono assistenza aprono alcuni interrogativi sul futuro dei servizi per anziani

Oltre il 35% degli italiani ha più di 65 anni.
L’invecchiamento della popolazione, il calo demografico (con la riduzione delle nascite) e l’arrivo di una generazione di figli unici portano a interrogarsi sull’assistenza agli anziani nel prossimo futuro e su quali soggetti potranno promuoverla.

La riduzione delle reti parentali e di vicinato fa sì che già oggi circa un anziano su tre nella viva solo.
Dato destinato ad aumentare nei prossimi anni.
Più volte emergono le difficoltà che incontrano i servizi pubblici a garantire assistenza di qualità verso un numero crescente di persone afflitte da patologie multiple e/o non autosufficienti (si pensi solo alla diffusione di demenze degenerative come l’Alzheimer).

Anche laddove avviene la presa in carico dei servizi pubblici è necessario pensare a interventi che vadano ad affiancare e ad ampliare le prestazioni domiciliari più consolidate come l’assistenza domiciliare integrata e l’assistenza domiciliare comunale.

Figure sempre più centrali del futuro modello di assistenza sono i caregiver familiari e le assistenti familiari (c.d. “badanti”).
Solo in provincia di Brescia sono alcune migliaia le persone che ogni giorno aiutano soggetti anziani nello svolgimento delle attività quotidiane.
La maggior parte di questi caregiver sono donne con più di 50 anni che si trovano a gestire l’importante impatto economico, lavorativo e psicologico della loro attività.

Gli anni futuri saranno caratterizzati da una aumento della domanda di cura da parte di persone anziane e dall’altra da una diminuzione delle forme di assistenza che i familiari potranno offrire.

Lo stesso ricorso alle “badanti” continua ad essere (e sarà) una soluzione concreta (circa metà degli anziani non autosufficienti in Lombardia è assistito da queste figure) ma sono in crescita le famiglie che fanno fatica a sostenere il costo di un’assistente familiare anche se in molti casi questa opzione rimane conveniente (non solo per motivi economici) rispetto al ricovero in struttura.

A fronte di queste difficoltà
e della difficile sostenibilità del sistema per il prossimo futuro, è necessario fare un passo verso il riconoscimento normativo (a livello nazionale e regionale) del valore e della funzione dei caregiver familiari, prevedendo adeguati dispositivi di sostegno economico.

Caregiver e assistenti familiari
dovranno essere sempre più inseriti nella rete dei servizi alla persone anziane come soggetti attivi e competenti. Verso di essi è necessario prevedere percorsi formativi adeguati e forme di sostegno organizzativo e psicologico che consentano loro di gestire il carico emotivo del lavoro di cura

V. Corradi



 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
21/09/2011 12:11:00
Assistenza a Casa, ma con meno risorse È Caino il Comune della Comunità montana che ha percentualmente il minor numero di anziani, mentre Irma è quello che detiene la quota più alta.

06/09/2012 10:00:00
Lumezzane non abbandona i suoi anziani Una sinergia stretta tra amministrazione comunale e sindacati dei pensionati continua a sostenere quegli anziani con Isee inferiore a 10.940 euro tramite bonus su tasse locali, esenzioni dai ticket sanitari, prestiti d'onore, assistenza a domicilio

04/11/2011 17:30:00
Bando per l’assistenza domiciliare Il Bando di Accreditamento servirà alla creazione di un Albo degli enti valtrumplini che forniscono assistenza socio-sanitaria

18/11/2014 15:45:00
Polaveno in sostegno alla terza età Anche il 2014 ha visto la firma dell’accordo sindacale per l’assistenza e il sostegno degli anziani residenti a Polaveno 

07/08/2013 10:00:00
Una festa riuscita per i nonni di Lodrino Anche quest'anno presso la palestra del centro sportivo don Remo Prandini si è svolta la serata dedicata agli ultrasettantenni organizzata dalla Commissione Assistenza, un momento da vivere insieme a tutti i nonni del paese



Notizie da Politica e territorio
01/07/2020

Mascherina ancora per due settimane

In Lombardia obbligo di mascherina fino al 14 luglio. Dal 10 luglio via libera a calcetto e discoteche. Fontana: “Fa caldo ma parere dei virologi è mantenere precauzioni”

17/06/2020

Bando Distretti del Commercio e ricostruzione economica urbana

Da Regione Lombardia 22 milioni per sostenere i Distretti del commercio, uno sforzo per rilanciare l’economia post-Covid

12/06/2020

Maniva, si passa

E’ stato riaperto al traffico, dopo la pausa invernale, il tratto della 345 “Tre Valli” fra il Maniva e Crocedomini.
VIDEO


11/06/2020

Pacchi alimentari ai Comuni bresciani

Supera quota 1000 la fornitura di Coldiretti alle amministrazioni comunali bresciane, un’alleanza con il territorio per fornire prodotti agroalimentari made in Italy alle famiglie in difficoltà

05/06/2020

Tamponi gratis per tutti

E’ quello che hanno chiesto 65 sindaci bresciani scrivendo a Fontana e Gallera. Al massimo il pagamento del tiket. Quattro i firmatari valtrumplini

03/06/2020

Rilancio della montagna bresciana

Visit Brescia promuove tre incontri online per ciascuna delle Valli Bresciane per elaborare piani di rilancio “su misura” per promuovere il territorio e attrarre turisti

28/05/2020

I sette di Montagna che avanza

“Montagna che Avanza è il gruppo, prendersi cura è il motto!” così si presentano su Instagram, social su cui è molto vivo il progetto

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier