Skin ADV
Martedì 26 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



10 Febbraio 2013, 10.40

Opere

Ancora aperta la questione del depuratore triumplino

di Redazione
Nell'analisi di Egidio Bonomi sul "Giornale di Brescia" l'attenzione a un problema che per la Valtrompia va avanti da mezzo secolo e che si spera possa tradursi al più presto in realtà, cancellando le velleità campanilistiche
 
Depuratore sì, depuratore no, depuratore dove, a cielo aperto, in galleria... La discussione galoppa, con una ventina di milioni a riposo, in attesa di utilizzazione, con altri cinquanta, o ... su di lì, da reperire per dotare la Valtrompia d’uno strumento indispensabile.
 
Va bene discutere, è salutare, ma diviene ginnastica inutile, oltre che estenuante, non giungere a conclusione. E che le parole possano avere prevalenza sul tempo è più che un timore perché davanti balena in perpetuo un esempio stridentemente ... esemplare: la strada-superstrada-autostrada della Valtrompia che s’avvia al mezzo secolo di discussioni, proposte, progetti approvati,disapprovati, modificati senza un colpo di piccone.
 
I triumplini sono gran lavoratori, pensierosi sul proprio avvenire economico, ma si sono sempre rivelati pessimi propositori delle necessità di tutti.
 
Atteggiamento che ha radici nel campanile per cui Gardone vanta in perpetuo il ruolo di capoluogo; Lumezzane non ne ha mai voluto sapere; Sarezzo avanza alcune priorità data la collocazione baricentrica; Villa Carcina tiene al suo; Concesio si sente più periferia di Brescia; l’Alta Valle, invece, si sente abbandonata.
 
Depuratore, dunque. Un tratto di collettore avviato verso Concesio è già costruito. Bisognerebbe stringere i tempi e decidere dove realizzare le opere per la depurazione. In ipogeo (sottoterra) è l’ideale, come dimostrano impianti anche non lontani da noi (a Como, per esempio) ma si deve fare i conti con le parole.
 
Intanto, solo per dare urgenza all’urgenza d’essere urgenti (venia per il gioco di parole) è già di per sé illuminante la realtà di Lumezzane: 104 chilometri di fognature, 19,17 per acque bianche,14,83 per le nere, 77 chilometri per le miste.
 
Lo stato della rete è definito mediocre, aggettivo spennellato d’ottimistico. Il risultato è visibile sulla acque del torrente Gobbia, spesso trascoloranti, schiumanti, maleodoranti. Basterebbe far coincidere le parole con i fatti: ’na... parola! 
 
 
Fonte: Egidio Bonomi, "Giornale di Brescia", 9 febbraio 2013.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
11/12/2012 11:00:00
Primi carotaggi a Concesio per il depuratore di Valle Si è messa in opera ieri in località Dosso Boscone la macchina trivellatrice con la quale effettuare due carotaggi orizzontali da 50 metri ciascuno nell'ambito degli studi di fattibilità per il sistema di depurazione del fiume Mella

06/09/2012 10:20:00
Fra attese e dubbi per il depuratore di Valle Mercoledì il primo passaggio nella Commissione Ambiente del consiglio provinciale per discutere la realizzazione dell'attesa opera di depurazione valligiana, che dovrebbe sorgere in località Dosso Boscone a Concesio

05/10/2013 07:30:00
Ecco il progetto del depuratore di Valle In Comunità montana la presentazione ufficiale del depuratore da realizzare in località Dosso Boscone a Concesio con un investimento complessivo di 100 milioni di euro

15/09/2012 08:30:00
L'appoggio dell'Udc Valtrompia al depuratore di Valle Il direttivo zonale dell'Udc si è dimostrato entusiasta e ottimista circa la realizzazione della fondamentale opera che consentirà la depurazione del fiume Mella, specie dopo la fermezze espressa dal presidente della Comunità montana Bruno Bettinsoli

28/05/2013 11:25:00
Un convegno per far luce sulla depurazione in Valtrompia Domenica Villa Glisenti ha ospitato il dibattito promosso dal "Comitato per la tutela di Gobbia e Mella" sullo stato di salute dei fiumi triumplini con interventi dei tecnici Arpa, di Marco Zemello (Aato) e di Diego Toscani di Asvt attorno a un depuratore che potrà divenire realtà



Notizie da Cronache
25/05/2020

Spaccio di coca, in due nei guai

Sono stati sorpresi lungo la ciclabile nel Comune di Sarezzo mentre cedevano ai clienti dosi occultate fra la vegetazione


25/05/2020

Incidente a Marcheno, muore 33enne di Paitone

Luca Chiodi stava scendendo lungo la Provinciale III fra Lodrino e Brozzo quando, per cause in corso di accertamento, ha perso il controllo della sua Duke 790 finendo fuori strada. VIDEO


18/05/2020

Fiamme in azienda, grave una donna

Brutto incendio quello divampato all’interno di un’azienda in via Angelo Gitti 47 a Marcheno.
Aggiornamento ore 14:30

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

16/05/2020

Tempi duri sulle Coste per i motociclisti indisciplinati

La Provincia ha fatto piazzare ai chilometri 17 e 20 due autovelox. Fra Caino e Odolo non potranno essere superati i 70 chilometri all'ora


15/05/2020

Cromo nel tombino, nei guai imprenditore lumezzanese

Il titolare di una galvanica di Lumezzane è stato denunciato dai carabinieri Forestali per aver sversato Cromo VI nel tombino del piazzale della sua ditta

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

07/05/2020

Mortale lungo la Sp 19

E' la strada che unisce la Valtrompia alla Franciacorta. La vittima è un giovane residente a Sabbio Chiese, Muammar Babar Hussain, morto fra le lamiere del suo furgoncino


03/05/2020

Malore lungo il sentiero: 82enne soccorso a Nave

Si era allontanato da casa senza dire niente a nessuno ed aveva parcheggiato l’auto in Via Sacca, a Nave, intenzionato a salire lungo il sentiero per raccogliere asparagi selvatici

18/04/2020

Sanzione e denuncia, 46enne nei guai

Viola il divieto di restare in casa e da fuoco ad un bosco sul monte Ladino. Un Lumezzane è finito così nei guai, denunciato dai carabinieri forestali

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier