Skin ADV
Venerdì 25 Settembre 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



30 Gennaio 2012, 08.30
Bovegno Valtrompia
Montagna

La verità sulla vicenda Bovegno-Montecampione

di Erregi
Con una lunga e dettagliata presentazione caricata anche sul sito ufficiale, il Comune di Bovegno racconta tutta la storia, dal 2005 ad ora, delle tre societ susseguitesi nella gestione degli impianti di Montecampione e Bovegno

Una storia, questa, che parla di sprechi e cattiva gestione e che rischia di gravare seriamente sulle casse del piccolo comune valtrumplino; una vicenda lunga e molto articolata, che comincia nel 2005 con la formazione di Bovegno Impianti (BI), società che ha come socio unico proprio il comune e che si pone l’obiettivo di valorizzare il proprio territorio.

Moltissimi soldi sono stati investiti in questa impresa, che avrebbe dovuto collegarsi con la Montecampione Impianti (MI), notoriamente gravata da debiti, anche attraverso un polo turistico già progettato a settembre 2009, ma mai andato in porto, anche considerate le critiche e i dubbi della cittadinanza, che si era data da fare per raccogliere firme in opposizione al progetto milionario.

È nel dicembre del 2010 che nasce la Montecampione-Bovegno Ski (MBS) , con basi tutt’altro che solide ai suoi piedi e con l’appoggio, però dell’allora maggioranza; addirittura, attraverso una serie di patti, la parte bovegnese della società, si era impegnata a rilevare ed acquistare un ramo della Montecampione Impianti, contro qualsiasi logica gestionale e senza la minima spiegazione economica, visti i dubbi più che fondati sulle sorti dell’avventura intervalliva.

È attraverso la lottizzazione di terreni comunali edificabili, come quello della malga Corti di Re di Campo, che l’allora maggioranza crede di ricavare le risorse necessarie, ma la popolazione dice no e con circa 630 firme consegnate al ex sindaco Bruno Tanghetti, che si oppongono alla lottizzazione perché lesiva degli interessi della comunità. Inoltre, questa lottizzazione prevedeva una spesa di oltre 100 milioni di euro, chiaramente insostenibile per il comune, considerando anche la crisi del settore immobiliare, specie per le seconde case.

A febbraio del 2011, poi, quando il termine per l’esborso di una parte dei soldi che BI si era impegnata a dare per l’acquisto di un ramo di MI, in un consiglio comunale composto solo da due membri della maggioranza, viene approvata l’accensione di un mutuo, anche ipotecario, di circa 2 milioni di euro. Nel frattempo sempre più soldi vengono richiesti alla BI in forza di accordi e patti parasociali stipulati in precedenza e la situazione si fa sempre più critica.

Ma nel frattempo, le elezioni amministrative di maggio, hanno rovesciato l’ex sindaco, nonché socio della MBS, con l’elezione di Tullio Aramini, da allora alle prese con questa patata bollente e con un mutuo ipotecario di 1 milione e settecentomila euro con la Banca Popolare di Bergamo, che potrà rivalersi su terreni per un totale di 443.119 metri quadrati.

Dopo tutto questo caos, Aramini, il 27 maggio 2011, è costretto, con una lettera, a diffidare il consiglio d’amminstrazione della BI dall’utilizzo di fondi derivanti dal mutuo acceso con la Banca di Bergamo. Ma ora, la strada per salvare Bovegno da debiti e vincoli è un vero slalom tra patti e normative; l’amministrazione è al vaglio delle diverse opportunità, anche grazie alla consulenza di avvocati ed esperti, per cercare di salvare il salvabile e ridurre il più possibile il danno economico.

Ad oggi, come spiega il grafico, i debiti contratti dalla BI potrebbero essere estinti se ogni famiglia bovegnese sborsasse 500 euro, ma, ovviamente, non possono e non devono essere i cittadini a pagare per la cattiva gestione della vicenda, quindi, non resta che attendere che la strada migliore e meno dolorosa sia scelta e, nel frattempo, stringere la cinghia…

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
17/05/2012 07:56
Progetto Montecampione: guai anche per i commercianti Dopo le vicende, poco chiare e poco positive, che gravitano tutt’ora attorno a Montacampione Impianti, Montecampione-Bovegno Ski e Alpiaz, anche i negozianti tempono per le proprie attivit

22/10/2013 10:45
'Bovegno Impianti': una storia infinita? Potrebbe essersi definitivamente infranto il sogno bovegnese di far sorgere sul proprio territorio un comprensorio sciistico, che nelle intenzioni doveva collegarsi a Montecampione

14/11/2011 14:13
I dubbi di Bovegno Frenata l’Amministrazione comunale, che non convinta della soluzione dell’affitto provvisorio degli impianti di risalita

26/05/2015 14:31
Bovegno e il primo consiglio in diretta streaming Novità 2.0 per il comune di Bovegno, che domani alle 19, in diretta, propone il consiglio comunale in streaming sul sito ufficiale 

24/10/2011 13:29
Il caso Montecampione Bovegno ski Due milioni e mezzo di euro per far ripartire gli impianti: tanti soldi, da aggiungere all’altrettanto ampia dose di fiducia richiesta ai finanziatori privati e pubblici



Notizie da Valtrompia
08/09/2020

Affitti, cresce la disponibilità e calano i prezzi: i dati e i consigli utili

Quando si cerca una nuova casa il sogno è spesso quello di riuscire ad acquistarne una, ma non tutti possono permetterselo o vogliono impegnarsi in una scelta a lunga durata e in un mutuo...

17/08/2020

Rieccoci

L’aumento dei contagi registrato negli ultimi giorni fa temere un ritorno di massa dell’infezione. E il governo corre ai ripari

10/08/2020

Nuovi stanziamenti per gli ospedali lombardi

Pioggia di milioni sulla sanità pubblica bresciana, la maggior parte destinati al Civile per il nuovo Ospedale dei Bambini, ma una fetta spetta anche al presidio di Gardone Valtrompia

06/08/2020

Fondi per le strade agro-silvo-pastorali

Dalla Regione oltre 500 mila euro per le strade agro-silvo-pastorali della Valsabbia e dalla Val Trompia

22/07/2020

Una squadra al femminile per l'Academy Real Dor

Con l'intento di aprire al calcio femminile, iniziando con una squadra giovanile, l'associazione calcistica di Brescia organizza un Open Day per presentare il progetto, rivolto alle bambine nate dal 2013 al 2008


13/07/2020

Presentato il Listino dei valori degli immobili

Pubblicato da ProBrixia, è l'unico strumento ufficiale riportante dati reali e super partes, al servizio dei cittadini e dei professionisti di settore per Brescia e Provincia

02/07/2020

Biker caduto a Sant'Onofrio

Intervento congiunto del Soccorso Alpino della Valle Sabbia e della Valle Trompia per soccorrere un biker caduto sul sentiero 434 fra Nave e Lumezzane

01/07/2020

Mascherina ancora per due settimane

In Lombardia obbligo di mascherina fino al 14 luglio. Dal 10 luglio via libera a calcetto e discoteche. Fontana: “Fa caldo ma parere dei virologi è mantenere precauzioni”

24/06/2020

Il primo webinar sui temi di attualità dell'economia

Questo giovedì il Presidente di AIB Giuseppe Pasini dialogherà con il giornalista Ferruccio De Bortoli, ex direttore di Corriere della Sera e Sole 24 Ore. Gli incontri metteranno a confronto gli imprenditori bresciani con importanti ospiti dell’economia e del giornalismo italiano.

05/06/2020

Brescia, nel primo trimestre 2020 pesante caduta della produzione

Nel periodo tra gennaio e marzo, la variazione della produzione delle imprese manifatturiere bresciane è del -13,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Segnali negativi anche dall’artigianato manifatturiero

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier