Skin ADV
Martedì 07 Dicembre 2021
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



29 Settembre 2012, 11.00
Lumezzane
Ambiente

Il Gobbia preso di mira da uno sversatore notturno

di Fonte: Egidio Bonomi, «Giornale di Brescia», 29 settembre 2012
Alle 2 di notte la sorveglianza ha sorpreso un inquinatore mentre scaricava nel torrente i residui della lavorazione galvanica, svanendo poi nel nulla. E come se non bastasse una delle sonde di controllo dell'Arpa stata sotterrata e messa fuori funzione
 
C’è un risvolto significativo circa l’idea di salvaguardia dell’ambiente a Lume. Senza voler fare naturalmente di tutte le male erbe un fascio, gli addetti dell’Arpa che sorvegliano il Gobbia, ma pure il torrente Faidana e gli altri piccoli corsi d’acqua lumezzanesi, si sono trovati alle prese con due fatti che rivelano come certi malpensanti considerino le acque lo scarico ideale dei rifiuti peggiori, quasi uno sfrontato atteggiarsi a padroni del mondo. 
 
Il torrente Gobbia a fianco della via Ruca, in Faidana, raccoglie le acque che scendono da San Sebastiano. Qui gli addetti dell’Arpa hanno installato alcuni sensori per misurare il tasso d’inquinamento e del variare della temperatura dell’acqua. Quando il livello supera la normai sensori avvertono i sorveglianti dell’Arpa stessa che poi, unitamente ai vigili urbani, si recano sul posto a controllare quanto accaduto. 
 
Ebbene, un sensore collocato appunto sul Gobbia di Faidana, era sparito. Qualcuno lo aveva letteralmente sotterrato a quasi un metro di profondità dalla superficie. 
 
Non è finita: la sorveglianza, a tratti, avviene anche di notte e un inquinatore è stato sorpreso alle due del mattino mentre scaricava nel torrente i residui acidi della lavorazione galvanica.
 
Resosi conto di essere stato scoperto, l’inquinatore ha immediatamente preso la via della fuga e si è dileguato nel nulla facendo perdere le proprie tracce. E di lui non si è saputo più niente. 
 
Il torrente Faidana, solitamente, è pulito, avendo un percorso montano al di fuori degli scarichi della città, salvo congiungersi col Gobbia in località Lazzaretto, sempre in Faidana. Anche qui erano stati installati dei sensori, presto tolti perché non registravano alcun inquinamento
 
Era inutile tenerveli per cui sono stati spostati sul Gobbia. Ecco che, dopo qualche tempo, anche il Faidana ha visto colorarsi le sue acque, alterate da sostanze nocive. Il che non può voler dire altro che i delinquenti scaricatori sono ben attenti a evitare ogni tipo di controllo. 
 
Tutto ciò rivela un’ottusità pervicace, una tracotanza folle che porta indietro a tempid’ignoranza trasudata da tutti i pori, ma dice anche d’una battaglia di retroguardia che non attiene certo alla furbizia, quanto alla stupidità.
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
29/04/2013 11:22
Sversamento: il Gobbia diventa olivastro Come evidenziano le fotografie il torrente Gobba che scende da Lumezzane si presentava in queste condizioni stamattina in localit Valgobbia a Sarezzo e nella frazione lumezzanese di Valle, effetto dell'ennesimo ignobile sversamento

24/10/2012 10:00
Alla ricerca dei misteriosi sversatori Dopo l'ennesimo episodio di sversamento abusivo che venerd ha colorato il Gobbia di rosso per la quarta volta consecutiva, i tecnici di Arpa e Comune di Lumezzane hanno ristretto l'origine dell'inquinamento al tratto tra Pieve e Gazzolo

13/10/2012 10:30
Sarezzo: il torrente Gobbia è diventato rosso Ieri nel tratto finale al Crocevia di Sarezzo si verificato per la terza volte in tre settimane un inquinamento delle acque, diventate color della ruggine. La popolazione ora chiede un fermo intervento contro le azioni criminose degli sversatori

28/09/2012 10:30
Il Gobbia è monitorato, ma ancora si sversa Le centraline installate lungo il corso d'acqua valgobbino continuano a svolgere il proprio lavoro di controllo 24 ore su 24, consentendo ad Arpa di accumulare dati sul suo stato di salute. Anche se c' ancora chi sversa: l'ultimo caso mercoled scorso

13/04/2014 13:14
Torrente Gobbia schiumoso a Sarezzo Le foto giunte in redazione dal quartiere saretino della Valgobbia evidenziano un nuovo sversamento avvenuto stamattina nelle acque del bistrattato torrente 



Notizie da Lumezzane
20/10/2021

Al via la Stagione dell'Odeon

Una programmazione di altissimo livello quella del Teatro di Lumezzane, che riprende questo mese con numerosi spettacoli

15/04/2021

Droga in casa, scattano le manette

E' successo a Lumezzane, coi carabinieri che ahnno rinvenuto la sostanza stupefacente grazie al supporto di un cane antidroga


02/12/2020

«Lamby & Franca» cedesi

Franca e Lamberto cedono, vicini alla pensione, la loro storica ed avviatissima attività in Agnosine. L’ideale per chi intende abbinare la vendita di generi alimentari alla preparazione di piatti da asporto


24/11/2020

Vaccinazioni antinfluenziali a Lumezzane

Il Comune ha reso noto le modalità di accesso per i cittadini ultrasessanticinquenni o affetti da malattie croniche o dal medico curante o tramite i servizi offerti da Asst Spedali Civili

29/08/2020

Trovato senza vita

Anche l'ultimo barlume di speranza risultato vano. Il 57enne di Lumezzane che mancava da casa da quattro giorni stato ritrovato, purtroppo senza vita.
Aggiornamento ore 13



 


02/07/2020

Biker caduto a Sant'Onofrio

Intervento congiunto del Soccorso Alpino della Valle Sabbia e della Valle Trompia per soccorrere un biker caduto sul sentiero 434 fra Nave e Lumezzane

11/06/2020

L'urto poi le fiamme

Sequenza terribile per un frontale avvenuto sotto la prima delle gallerie che da Agnosine portano al Passo del Cavallo. Le due persone coinvolte sono state salvate dai primi ad accorrere

15/05/2020

Cromo nel tombino, nei guai imprenditore lumezzanese

Il titolare di una galvanica di Lumezzane è stato denunciato dai carabinieri Forestali per aver sversato Cromo VI nel tombino del piazzale della sua ditta

18/04/2020

Sanzione e denuncia, 46enne nei guai

Viola il divieto di restare in casa e da fuoco ad un bosco sul monte Ladino. Un Lumezzane è finito così nei guai, denunciato dai carabinieri forestali

29/02/2020

Fiamme domate... forse

Il condizionale è d'obbligo: ieri sera, infatti, il rogo ha ripreso a distruggere sopra Mura, anche se sembrava possibile da controllare anche in orario notturno


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier