Skin ADV
Mercoledì 15 Luglio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



25 Marzo 2013, 09.00
Valtrompia
Salute

Primavera e pollini: la stagione delle allergie

di Erregi
Con la primavera e il germogliare di piante e fiori tornano a farsi sentire le noiose allergie stagionali che, negli ultimi vent'anni, sono aumentate in modo impressionante, ma le soluzioni per contrastare starnuti e occhi arrossati ci sono
 
Starnuti, lacrimazioni frequenti, difficoltà respiratorie, asma, prurito in gola e nel naso, congiuntiviti, senso di soffocamento, gonfiore e arrossamento delle labbra, starnuti frequenti, tosse e gola secca, riniti e dermatiti: questi i sintomi più frequenti per quanti sono affetti da allergie stagionali e vedono nella primavera un nemico temibile.
 
L’allergia è una risposta del sistema immunitario verso elementi che abitualmente in un soggetto normale sono ben tollerati. Sempre più spesso, però, succede che alcuni organismi non riconoscano tali sostanze e, poiché le considerano nocive, innescano reazioni esagerate.
 
I meccanismi che scatenano tutto ciò sono molto complessi, ma sicuramente alla base vi è la componente genetica, sebbene i principali responsabili siano il clima e l’inquinamento atmosferico ambientale.
 
Le sostanze che danno vita a queste reazioni sono gli allergeni, elementi che si trovano ovunque: nei peli degli animali, negli acari della polvere di casa, nelle muffe, nei conservanti, e in particolar modo nei pollini delle piante, per lo più  graminacee  (come avena, segale e mais), ma anche in erbe spontanee stagionali. 
 
I pollini sono le particelle emesse dai fiori  la cui funzione è quella di permettere la riproduzione di alberi e piante. Durante il periodo primaverile vengono rilasciati in grandi quantità nell'aria per essere trasportati lontano dal vento. Per le persone allergiche arriva il periodo più brutto dell’anno.
 
Le allergie possono cominciare a qualsiasi età, anche se nella maggior parte dei casi l’insorgenza è molto precoce.
Nelle persone allergiche ai pollini, in particolare alle betullacee, è elevato il rischio di sviluppare anche  allergie alimentari, in quanto la somiglianza tra le proteine di alcuni pollini e quelle di certi alimenti dà luogo a  reazioni crociate: chi è allergico a una pianta è più sensibile anche agli allergeni di alcuni alimenti.
 
Potendo presentare quadri anche gravi, quale shock anafilattico, la prevenzione delle allergie diventa assolutamente fondamentale. Nella maggior parte dei casi emerge la necessità di ricorrere a farmaci proprio durante il momento critico: gli antistaminici, da assumere per via orale o sotto forma di spray nasali, o i colliri congiuntivali.
 
Quando i sintomi sono particolarmente intensi si possono prescrivere cortisonici, sempre in spray. E’ importante, una volta superati i sintomi, non dimenticarsi della possibilità dei vaccini, oggi disponibili anche in gocce o compresse da sciogliere sotto la lingua. 
 
Le vaccinazioni vanno però fatte prima della stagione pollinica e, per avere risultati concreti, devono essere eseguiti per almeno tre o cinque anni consecutivi.
 

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
15/04/2013 09:15:00
Quando la primavera ci coglie impreparati Il cambio di stagione può essere un momento delicato per l'organismo umano, un periodo critico che può destabilizzare sia a livello mentale che fisico. Che fare, quindi? Prendersi cura di se stessi, in questa fase così particolare dell'anno, è un imperativo

25/10/2012 10:00:00
Al via le vaccinazioni Prenderà il via il prossimo 5 novembre, con alcune importanti novità, la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia

21/11/2018 11:05:00
Decreto vaccini, ecco cosa ne pensa il Moige Farmacovigilanza attiva, fine dell’obbligo e coinvolgimento delle famiglie. Queste le richieste del Movimento Italiano Genitori al nuovo Parlamento

07/04/2013 10:00:00
Aido provinciale: un ricco programma di solidarietà Terminati gli impegni di marzo, l'Aido di Gardone riprende con una lunga serie di proposte e appuntamenti nell'anno del 40esimo anniversario di fondazione del sodalizio provinciale. Aprile e maggio ripartono con propaganda, riflessioni e altre iniziative

15/10/2013 09:30:00
Il progetto di musicoterapia alla Poliambulanza Grazie alla collaborazione tra il Conservatorio di Brescia e la Poliambulanza, si ripropone il progetto di musicoterapia "Note per l'oncologia", proposta del dottore (e musicista) Fausto Meriggi, che crede nel potere della musica come balsamo lenitivo



Notizie da Valtrompia
13/07/2020

Presentato il Listino dei valori degli immobili

Pubblicato da ProBrixia, è l'unico strumento ufficiale riportante dati reali e super partes, al servizio dei cittadini e dei professionisti di settore per Brescia e Provincia

02/07/2020

Biker caduto a Sant'Onofrio

Intervento congiunto del Soccorso Alpino della Valle Sabbia e della Valle Trompia per soccorrere un biker caduto sul sentiero 434 fra Nave e Lumezzane

01/07/2020

Mascherina ancora per due settimane

In Lombardia obbligo di mascherina fino al 14 luglio. Dal 10 luglio via libera a calcetto e discoteche. Fontana: “Fa caldo ma parere dei virologi è mantenere precauzioni”

24/06/2020

Il primo webinar sui temi di attualità dell'economia

Questo giovedì il Presidente di AIB Giuseppe Pasini dialogherà con il giornalista Ferruccio De Bortoli, ex direttore di Corriere della Sera e Sole 24 Ore. Gli incontri metteranno a confronto gli imprenditori bresciani con importanti ospiti dell’economia e del giornalismo italiano.

05/06/2020

Brescia, nel primo trimestre 2020 pesante caduta della produzione

Nel periodo tra gennaio e marzo, la variazione della produzione delle imprese manifatturiere bresciane è del -13,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Segnali negativi anche dall’artigianato manifatturiero

05/06/2020

Coldiretti, segnali positivi per un ritorno alla normalità

Dalla Bassa bresciana al lago di Garda, dalla Valcamonica alla Franciacorta, dopo l'emergenza gli agriturismi bresciani ripartono con impegno e passione per offrire ai visitatori il meglio del territorio in massima sicurezza

04/06/2020

La Valtrompia ad «Archivissima»

La mostra “Maternità, infanzia e leggi razziali dal dal 1926 al 1938”, digitalizzata grazie ad un laboratorio didattico, questo venerdì sera diventa un proposta dell’apprezzato festival torinese

04/06/2020

L'Ufficio Passaporti riparte con le prenotazioni

In Valsabbia la consegna dei passaporti già stampati nel periodo Covid avverrà tramite i Comandi territoriali dell’Arma dei Carabinieri

03/06/2020

Rilancio della montagna bresciana

Visit Brescia promuove tre incontri online per ciascuna delle Valli Bresciane per elaborare piani di rilancio “su misura” per promuovere il territorio e attrarre turisti

28/05/2020

I sette di Montagna che avanza

“Montagna che Avanza è il gruppo, prendersi cura è il motto!” così si presentano su Instagram, social su cui è molto vivo il progetto

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier