Skin ADV
Martedì 26 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



09 Luglio 2012, 08.00
Valtrompia
Ambiente

La Lega Nord fa la voce grossa per i depuratori di Valle

di Redazione
Nei giorni scorsi la sezione locale del Carroccio coordinata da Matteo Micheli ha fatto quadrato insieme ai propri vertici attorno alla questione depurazione, puntando il dito contro le prese di posizione del sindaco di Villa Carcina e sulla gestione adottata da Asvt
 
La Lega Nord non ci sta, non considera neppure lontanamente l'ipotesi che il depuratore in Valtrompia non venga realizzato. Argomento quello del collettore molto acceso e importante nelle ultime settimane e la Lega Nord, riunita al gran completo, alza la voce a difesa dell’opera che “deve essere fatta senza se e senza ma”.
 
Presenti tutti i dirigenti triumplini con i segretari di sezione zonali più interessati per il tracciato dell'opera, la circoscrizione della Lega Nord Valtrompia, coordinata da Matteo Micheli, con il suo segretario provinciale Fabio Rolfi, fanno quadrato intorno a quest'opera che considerano vitale e fondamentale per la sopravvivenza e il rilancio stesso della Valle.
 
Dello stesso avviso anche l’assessore provinciale Aristide Peli e il sindaco di Polaveno Fabio Peli, il capogruppo saretino in consiglio provinciale Stefano Borghesi con il suo collega di Marcheno Giampietro Dusina e i segretari leghisti delle sezioni di Sarezzo (Alessandro Belleri), Lumezzane (Joseph Facchini) e Villa Carcina (Gianleone Gnali e Mario Tabeni).
 
Un trinciante comunicato stampa che mette in chiaro la posizione del partito sulla questione della depurazione in Valle.
 
Senza depuratore la Valtrompia è condannata all'isolamento e a non fare quel salto di qualità di cui ha bisogno e che merita. Un’opera prioritaria da fare nel rispetto di ogni singola realtà locale ma senza alcun veto o diktat da parte di qualcuno. Vanno certamente superati egoismi, invidie o gelosie tra comuni, cercando di dimostrare una certa maturità che forse fino ad oggi non si è avuta, e anche per questo si attende questa realizzazione da troppi anni.
 
La Lega Nord attacca senza giri di parole il sindaco Giraudini di Villa Carcina che con il suo atteggiamento di grande irresponsabilità rischia di far affossare quest’opera e di far sfilare questo investimento di ben 23 milioni di euro messo a disposizione dall’Ato provinciale.
 
Ci si riferisce alla presa di posizione del primo cittadino del Pdl circa la presenza sul territorio di Villa Carcina di un depuratore; Giraudini si era lamentato di non avere un ruolo da protagonista nel progetto e aveva minacciato di far saltare l’opera.
 
Irresponsabile, atteggiamento non maturo, istintivo, non razionale e ci auguriamo quindi che Giraudini ci ripensi e torni sui binari giusti, perché c’è in gioco l’intera Valtrompia e il suo sviluppo.
 
Il segretario di Lumezzane Facchini interviene sulla questione e rilancia candidando il paese di Lumezzane a ospitare questo depuratore se ci fosse la fattibilità. Parlo a nome della Lega Nord di Lumezzane, dell’amministrazione e anche da parte del sindaco Silverio Vivenzi, che sulla partita ha dato la piena disponibilità; per noi infatti sarebbe un prestigio poterlo avere nel paese da sempre più industriale e con un quantitativo di aziende e operosità davvero imponenti.
 
La Lega Nord non si ferma e attacca anche il vertice di Asvt - braccio operativo per la realizzazione dell’opera - con il suo presidente Diego Toscani, reo secondo i rappresentanti triumplini del Carroccio di non avere ancora le idee chiare sui siti ma soprattutto per l’assoluta mancanza di coordinamento con i sindaci della valle. La latitanza del presidente Toscani sulla vicenda è davvero imbarazzante e i suoi ritardi nel portare avanti i progetti (oltre al non realizzato coordinamento con i sindaci) rischia di far accantonare l’opera del depuratore di Valtrompia.
 
L'Ato provinciale nei giorni scorsi aveva sollecitato proprio Asvt ad avere un maggiore ruolo da protagonista e l’accusa della Lega vuole essere un sollecito costruttivo a favore dell’opera, ma anche un monito perché ognuno si assuma le proprie responsabilità; il richiamo dell'Ato è la conferma che Asvt deve svegliarsi e accelerare sui lavori.
 
Molto celere e senza pensarci due volte, però, Asvt lo è stata nell'addebitare ai cittadini bollette salate con importi decisamente maggiorati. I cittadini triumplini hanno potuto solo subire passivamente la mannaia di Toscani che poteva dilazionare tali importi ma è prevalsa la logica della cassa tutto e subito. Nelle ultime settimane infatti Asvt ha inviato a tutte le famiglie una bolletta più salata del dovuto a causa del conguaglio dei canoni di depurazione e fognatura delle acque scaricate relativo al periodo che va dal primo gennaio 2009 al 20 settembre 2010. Decisioni definitive si aspettano entro fine mese.  
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
18/07/2012 09:00:00
Il lavoro di Asvt per la depurazione di Valle Il presidente Diego Toscani risponde alle polemiche sollevate la scorsa settimana da un comunicato stampa della Lega Nord nel quale l'azienda di Valle veniva sollecitata a fare di più e in maniera più celere per la realizzazione dei depuratori

11/06/2012 09:45:00
La Valtrompia avrà due depuratori Positivo l'incontro di mercoledì 6 giugno in Comunità montana, con la presenza dei Comuni triumplini, Provincia, Asvt, Ato, A2A e la ferma intenzione di sfruttare i 23 milioni di euro provinciali per la depurazione. Entro agosto l'individuazione dei due siti per gli impianti

10/10/2013 09:30:00
La Lega Nord di Gardone torna all'attacco con 'Il Picchio Verde' Il volantino stampato e distribuito ai gardonesi dalla locale Lega Nord è tornato ad attaccare l'operato della giunta guidata da Michele Gussago attraverso l'intervista al capogruppo Sergio Belleri che, si vocifera, potrebbe essere il candidato sindaco di una lista Carroccio-Pdl

13/07/2012 08:49:00
Asvt al centro delle polemiche per il depuratore Una vicenda vecchia di 40 anni, quella del depuratore per la Valtrompia, che solleva nubi di polemiche: questa volta, al centro del polverone c'è Azienda servizi Valtrompia

04/04/2013 10:00:00
La Lega Nord abbandona la Commissione Stu di Villa A parlare è il capogruppo Elisa Fontana la Lega Nord, che riferisce di una "gestione della vicenda che si delinea poco trasparente e coerente" circa il futuro dell'area di Villa Carcina interessata dall'annoso progetto di trasformazione urbana



Notizie da Valtrompia
23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

09/05/2020

Pasini: «Covid-19 e infortunio sul lavoro: una norma gravissima e anti-impresa»

La legislazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 contiene una norma (art. 42, d.l. 18/2020) che equipara l’infezione da Coronavirus ad infortunio, se contratta in occasione di lavoro

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

09/05/2020

Sì agli sport individuali

La nuova ordinanza di Regione Lombardia consente fino al 17 maggio di praticare gli sport individuali all'aperto e all’interno di centri sportivi

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

04/05/2020

Fase 2 in pillole

Cosa cambia da questo lunedì 4 fino a domenica 17 maggio? Fra Dpcm e ordinanze di Regione Lombardia ecco un piccolo sunto delle disposizioni

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier