Skin ADV
Mercoledì 29 Giugno 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



31 Maggio 2013, 09.00

Pillole di psicologia

Coppia in tuta...addio eros

di da www.riza.it
Se nella coppia lui e lei si abbandonano a comode routine, aprono le porte alla trascuratezza e rischiano di mettere in crisi il loro rapporto; perch accade e come evitarlo
 
La donna che sta sempre in tuta e con i capelli in disordine, e l'uomo sempre in pantofole e con un vestiario trasandato: sono le due immagini simbolo di un'intimità di coppia che ha varcato i confini del relax domestico, per approdare a quelli della trascuratezza.
Un passaggio graduale, a volte quasi impercettibile e tuttavia assai concreto, che può riguardare uno o entrambi i partner e che esprime una trasformazione involutiva della coppia e del singolo all'interno di quella coppia.
La trascuratezza infatti può manifestarsi in modo per lo più estetico ma non solo. In ogni caso avvelenando l' eros...
 
La donna che, quando è in casa, non si trucca mai o che indossa sempre la stessa "tutona" che nega le sue forme, e che non valorizza neanche un po' la propria femminilità, non raramente trascura anche altri aspetti essenziali (il senso del bello, il dedicarsi ad attività creative e ricreative, un atteggiamento poetico o romantico, il tempo per la sessualità) in nome di una funzionalità a tutto campo che privilegia - non sempre, peraltro - l'ordine, la cucina e la pulizia.

L'uomo che dedica poco tempo all'igiene personale, che si fa la barba solo quando "serve", che non si interessa dei vestiti che indossa, spesso rivela anche una sciatteria esistenziale: si occupa poco delle questioni domestico-familiari, non esce mai dalle solite abitudini, non è mai brillante, non intraprende e non propone nulla di nuovo alla partner e sembra sempre un po' assente, immerso nel proprio brodo fatto di lavoro e di routine.
Un eventuale punto in comune, per tutti e due, è un evidente aumento di peso associato alla mancanza di una benché minima preoccupazione estetica o salutistica.

Certamente nella donna la cosa è più "spettacolare", perché a lei è maggiormente attribuita per tradizione la cura del corpo e dell'aspetto (cosmesi, indumenti, accessori) ma, anche l'uomo sciatto, per chi lo vive da vicino, ha una sua forza d'impatto, ovviamente negativa.
E diventa ancor più visibile quando contrasta con il modo in cui ci si presenta invece al mondo esterno - non tanto quello degli amici quanto piuttosto quello del lavoro - che resta magari impeccabile, oppure con il modo curato, sensuale e intraprendente in cui ci si presentava al partner nel primi tempi dell'innamoramento e della convivenza. Quel che è certo, in entrambi i casi, è il risultato finale: un'azione distruttiva sull' eros e sul desiderio sessuale.

Sembra che nella storia della coppia, di questa coppia, ci sia un momento preciso in cui almeno uno dei due si sente "sicuro dell'altro" e pensa di non dover più fare nulla per piacergli attivamente, perché ormai il suo amore e l'attrazione che egli prova sono "acquisiti", scontati. E da questo momento considera sia la casa che il tempo che si trascorre insieme come "luoghi di rilascio", in cui lasciarsi andare.
E in effetti ci si lascia andare: alla deriva, estetica e mentale. Si confonde la naturalezza con la sciatteria, l'intimità con la negazione dell'attenzione all'altro. Ma essere se stessi significa far vedere solo la propria parte più stanca e trasandata? Ed è giusto dare il meglio di sé, le migliori energie e le armi di seduzione (profumo, vestiti, charme, brillantezza, senso dell'umorismo, sensualità) solo al di fuori della coppia "consolidata"?

Premesso che è fondamentale sentire la coppia come spazio in cui potersi mostrare liberamente nei quotidiani momenti di riposo, di stanchezza e di malattia, non va dimenticato che la cura non contrasta con la comodità e con la vera espressione di sé, anzi spesso aiuta a viverle in modo migliore. Inoltre va tenuto presente che il partner all'inizio ci ha voluti "anche" per l'aspetto e per il tono generale che mostravamo.
Trascurarsi davanti a lui significa mandargli un messaggio chiaro, anche se magari intimamente non è così: «Non mi interessa più quello che pensi di me, non è con te che tiro fuori la parte migliore di me».
E il partner, che nel mondo riceve stimoli continui (dalle riviste, dai colleghi di lavoro, dai media, dagli amici, da Internet) può cominciare a vacillare. Se è vero che una storia d'amore non si basa sul confronto con gli altri, non va bene neanche un atteggiamento di totale rinuncia.

L' eros è un'energia sacra e va nutrita con la parte migliore di sé e delle proprie energie.
Trascurare se stessi in coppia significa trascurare la coppia. E a quel punto non ci si deve stupire se arriva una crisi che si poteva tranquillamente evitare.
 
Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
28/10/2014 10:00
No alla coppia «sfogatoio» Evita di riversare sul partner tutti i tuoi problemi di lavoro e proteggi la coppia dai fatti che non la riguardano, o la magia della relazione verrà meno

13/09/2012 10:00
Fare il mammo «spegne» l'eros... Capita sempre pi spesso che in una coppia il padre assuma un ruolo troppo "materno": il rischio che si spenga l'attrazione fra marito e moglie...

24/11/2013 08:20
Perché tanta violenza sulle donne e come fermarla Un'acuta puntuale riflessione dello psicoterapeuta Gianpiero Rossi attorno al dilagante fenomeno della violenza perpetrata ai danni delle donne, specie all'interno di un rapporto di coppia spesso in ossequio a dettami di una societ patriarcale

20/06/2013 09:02
Mente al ritmo dell'estate La bella stagione ormai alle porte fa nascere dentro di noi energie nuove: essere in sintonia con loro significa dare una scossa alla vita e incontrare il vero benessere

18/09/2014 06:45
La donna in menopausa La menopausa indica il termine della fertilità e della capacità di concepire, è associata generalmente a cambiamenti importanti del fisico e del benessere psicologico, che possono alterare la routine della vita quotidiana



Notizie da Pillole di psicologia
17/06/2022

Tempo di esami e tempo dell'ansia

Con gli esami in arrivo l'aria che si respira in famiglia e tra i ragazzi, carica di tensione

17/01/2022

Training autogeno

Prender il via un corso di training autogeno di tecniche di rilassamento condotto dalla psicologa Sabina Moro


10/01/2022

Training autogeno

Il training autogeno una tecnica di rilassamento utilizzata per la gestione dell'ansia e degli stati di stress. Vediamo di cosa si tratta

16/12/2021

La tecnica dei pro e contro

Una tecnica strutturata che pu essere utilizzata per poter prendere delle decisioni adeguate e poter raggiungere i propri obiettivi la tecnica dei pro e dei contro. Vediamo in cosa consiste


18/11/2021

Disturbo ossessivo compulsivo

Il disturbo ossessivo compulsivo colpisce circa il 2-3% della popolazione. Ma cosa caratterizza questo specifico disturbo?


19/07/2021

Essere se stessi

Come ti descriveresti come persona e come pensi ti descriverebbero le persone che ti circondano?


03/07/2021

Autostima

Migliorare la propria autostima un lavoro impegnativo che richiede impegno e costanza. Che collegamenti possono esserci tra autostima e impegno lavorativo?

17/06/2021

Coraggio

La nostra zona di comfort non ci permette di sperimentare situazioni nuove e alimenta la nostra paura. E' importante quindi sviluppare coraggio per allontanarci da ci che ci fa soffrire

31/05/2021

Palestra

Molto spesso il percorso all'interno di strutture sportive viene interrotto a causa di una scarsa motivazione successiva al non vedere subito i risultati sperati


17/05/2021

Narcisismo

Uno dei disturbi di personalit inserito all'interno del Manuale Diagnostico dei Disturbi Mentali il narcisismo. Ma di cosa si tratta?

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier