Skin ADV
Sabato 20 Agosto 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE






01 Aprile 2014, 08.55

Lettere

Taglio delle Province e piccoli Comuni: qualcosa non torna

di Celso Vassalini
L'opinione di un lettore in merito alla question dei tagli alle Province e del nuovo assetto politico sovracomunale che sembra prefigurarsi

Dai particolari della tanto sbandierata riforma che dovrebbe tagliare i costi della politica e migliorarne la qualità qualcosa non va. Le province che sarebbero dovute sparire rimarranno come enti di secondo livello, quindi manterranno il loro apparato burocratico e gran parte delle loro funzioni ma, invece di essere governate da persone elette saranno a quanto pare governate dai sindaci dei Comuni della provincia.

Non si capisce come politici spesso accusati di non saper amministrare il loro comune saranno in grado di governare meglio la provincia, non si capisce come politici che spesso devono barcamenarsi tra Comune, Ato vari, Comunità montane e magari enti parco poi possano trovare il tempo da dedicare ad una amministrazione provinciale.

Non si capisce soprattutto come potranno essere rappresentati (e con quali criteri) all’interno del Consiglio provinciale il Comune capoluogo con centinaia di migliaia di abitanti e il comune con 300 abitanti e in base a quale rappresentanza politica, visto che ci sono province dove il capoluogo vota per uno schieramento (spesso determinando il risultato finale) e la provincia per un altro.

Il ritorno poi all’elezione di 12 consiglieri nei piccoli Comuni è qualcosa che probabilmente nessuno chiedeva, visto che è già diventato difficile chiudere le liste con 8 per mancanza di candidati.

E’ sconcertante che per Comuni e Province si utilizzi due metodi diametralmente opposti: da una parte (Province) si toglie il Consiglio eletto ma rimangono le competenze; dall’altra (piccoli Comuni) si aumentano i Consiglieri, ma si costringe (giustamente) i Comuni ad accorpare le competenze, svuotando di fatto il Consiglio comunale – che già conta praticamente nulla, visto che è un semplice organo di ratifica delle decisioni di sindaco e giunta nel quale il potere delle minoranze è praticamente zero – di qualsiasi potere di gestione reale del territorio e dei servizi. 

Tralasciando il fatto che la riduzione dei consiglieri aveva prodotto una salutare riduzione della composizione clientelare e familistica delle liste, viene da chiedersi se davvero il recupero di fiducia nella politica passi per far gestire dai soliti politici che occupano più poltrone anche le province e dall’aumento numerico dei consiglieri che non si è mai tradotto in un aumento della qualità della politica.
 
Sembra un contentino a chi non potrà più fare il Consigliere provinciale (uno dei “rifugi” più noti di diversi “trombati”), invece è un pasticcio mascherato da grande riforma, un ballon d’essai su un presunto taglio dei costi della politica che invece di tagliare alla fine probabilmente aggiungerà altri 24.000 consiglieri comunali dei quali nessuno francamente sentiva la necessità.
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/02/2012 07:00
Gli intoccabili Un buco di 90 milioni quanto dovranno ripianare le province di Verona, Brescia, Trento e i comuni circostanti per la gestione fallimentare dell'aeroporto di Montichiari.

02/11/2011 10:11
Un aiuto agli alluvionati di Liguria e Toscana Lo scorso 25 ottobre molti comuni delle province di La Spezie e Massa Carrara sono stati colpiti da un'alluvione. Ad oggi sono dieci le vittime accertate e quasi un miliardo di danni. Per dare un aiuto si pu inviare un sms al 45500

09/03/2020 16:00
Zona arancione e spostamenti Ecco alcuni chiarimenti pervenuti dalla prefettura e da altri enti in merito alle disposizioni in vigore da domenica 8 marzo in Lombardia e nelle altre 14 province

09/03/2012 10:00
Dedicato agli imprenditori bresciani Dal 6 marzo Borsa Italiana, in collaborazione con AIB ha lanciato una nuova iniziativa per favorire lo sviluppo delle PMI delle province di Brescia, Mantova e Cremona.

10/04/2022 16:28
Aler e Ge.S.I. insieme per l’efficientamento energetico Il Presidente Bianco Bertoldo e l'Amministratore unico, il nuovo ruolo assunto dall'anfese Pietro Bondoni, ricordano i lavori realizzati nelle province di competenza



Notizie da Lettere al direttore
02/05/2022

Casa delle Donne: «Non stiamo raccogliendo fondi porta a porta»

A farlo, con le stesse motivazioni, l'associazione "scarpette rosse" con sede a Milano, che non opera in provincia di Brescia

24/09/2021

Velocità in eccesso di 0,1 km orari

Si badi bene: 0,1 e non la pericolosissima esagerazione di un intero chilometro orario in più. E scatta la multa. La segnalazione di un lettore

04/08/2021

Dal DDL Zan all'educazione e alla prevenzione dell'omofobia

Il grande dibattito attorno al DDL Zan evidenzia lo scontro politico in atto ma anche quanto ci sia ancora da fare per contrastare la violenza nei confronti delle diversit e in particolare quelle riguardanti la sessualit

02/08/2021

Green Pass: malgrado il fanatismo

Doveva essere la liberazione dopo la chiusura, la fine di un incubo collettivo, invece la vaccinazione anti-covid sembra per alcuni, forse troppi, il male assoluto

19/01/2021

In ricordo di Luigi Agostini

Le comunit di Nave e di Vallio Terme ieri hanno reso l'ultimo saluto al dr. Luigi Agostini, con un omaggio come uomo delle istitutuzioni e insigne storico locale


14/12/2020

«Ho fatto un sogno, al contrario»

E' nata Anna e Paolo diventato nonno. E come tutti i nonni, non pu fare a meno di pensare al futuro dei nipoti... anche sognando

30/07/2020

La riforma che non arriverà mai

In questi giorni si vedono processioni di pensionati con cartellette variopinte fare la coda ai patronati

23/03/2020

«Perché a noi? Oppure, perché non a noi?»

Tante le domande che non trovano risposta, nel drammatico periodo che stiamo vivendo. In questa lettera aperta una piccola riflessione sulla pandemia

19/03/2020

E la sanità pubblica?

In queste giornate di coprifuoco obbligato e necessario sento plausi e ringraziamenti calorosi indirizzati al personale sanitario della Lombardia e del resto d’Italia. Li condivido in pieno. Ma fino a due mesi fa? E fra due mesi?


19/03/2020

Andrà tutto bene

In questi giorni di coronavirus e di reclusione domestica è aumentato il tempo per pensare e quindi non possiamo esimerci dal proporvi una nostra riflessione...

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier