Skin ADV
Mercoledì 19 Giugno 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



20 Maggio 2015, 10.24
Gardone VT Valtrompia
Miti e leggende

Madóra che póra

di Redazione
Sarà presto disponibile nelle librerie dalla Valle e richiedibile presso Valtrompia Storica una nuova pubblicazione a cura di Giovanni Raza su storie e leggende valtrumpline

Il libro, di circa 200 pagine, in monocromia, con copertina a tre colori, sarà disponibile al prezzo di 10 euro.
Si tratta dell’ultima opera di Giovanni Raza nel campo della ricerca folkloristica locale che vuol essere la continuazione ideale del volumetto “èl casù dè la pora...”, dello stesso autore, che sintetizza l’esperienza di un anno condotta con gli scout di Gardone VT nelle Case di riposo della zona, risalente al 1987.

«La differenza sostanziale con la prima opera, oltre che nel titolo e nel numero di leggende (oltre un centinaio) che con gli anni si sono aggiunte al nucleo delle 50 originali – ci fa sapere con una nota Giovanni Raza -, risiede nello sforzo compiuto grazie all'associazione Valtrompia Storica, di convogliare verso due direttrici principali il mondo del folklore narrativo locale, sempre più spesso limitato in monografie o note di fine testo».

La prima direzione e rivolta ai giovani, i quali sono da sempre attratti dalle storie di terrore.
Solitamente questo genere di opere risultano abbastanza statiche e quantomeno monotone nell'aspetto non stimolando particolarmente la lettura da parte di un pubblico giovane.

Dopo aver consultato alcuni ragazzi, tra i quali i 4 figli dello stesso autore, la scelta è stata di optare per una impaginazione più accattivante ed una copertina estensibile, nell'inserimento di box che fornissero movimento al testo e soprattutto parecchie immagini realizzate da giovani e sconosciuti illustratori, unite a costo accessibile, materiali semplici e dimensioni contenute del volumetto per agevolarne la portabilità.
E in futuro potrebbe in futuro arrivare anche una versione digitale.

La seconda intende orientare il lettore verso un ambito più nazionale ed europeo, analizzando le leggende e i filoni narrativi principali per collocarli in un contesto geografico molto più vasto.
Questo ha lo scopo di sensibilizzare i lettori sul fatto che molte delle storie che vengono ritenute espressione esclusivamente locale, in realtà sono patrimonio di una cultura popolare molto più vasta, che colloca la Valle Trompia in una dimensione internazionale.

Ecco dunque i "foglietti di appunti" che si incontrano appesi in appendice ai testi delle storie, nei quali si fanno riferimenti ad altre versioni delle stesse raccolte in provincia o in altri luoghi, oppure riportate su opere di autori precedenti.

A volte, per i generi più diffusi, a causa dei numerosi richiami, si è reso necessario raggruppare e sintetizzare diverso materiale e per rendere la presentazione più fluida autore ed editore hanno scelto di realizzare schemi con immagini che riassumano in modo dinamico, e forse anche in modo più coinvolgente, i risultati delle ricerche fatte.

L'opera è suddivisa in 7 capitoli principali e tratta altrettanti temi del folklore narrativo popolare:
1 Il ritorno dei morti (per compiere vendette o altri fatti),
2 Quando si fanno sentire (apparizioni di  fantasmi)
3 Diavoli streghe magie e sortilegi (stregoneria, demoni, riti e medicina popolare)
4 Mosti, Spiriti e folletti (personaggi bizzarri, fatati e spaventosi)
5 Luoghi inquietanti (con leggende legate alla toponomastica)
6 Quando ci si mettono i Santi (miracoli e apparizioni)
7 Altre storie (dove la leggenda sconfina nella fiaba)

«Il nostro obiettivo è quello di far sentire un poco a casa anche chi non essendo della Valle Trompia leggerà quest'opera – ha aggiunto Raza -, ma anche quello di presentare un territorio da un punto di vista quantomeno alternativo, raccontando la presenza di un folklore spesso inconsapevole, come l'acqua che beviamo o i respiri che facciamo.
Nella speranza di suscitare nel lettore la sensazione che nessuno è un'isola e ciò che siamo, a volte, è anche frutto di influenze che possono giungere da molto lontano».

Per contattare Valtrompia Storica: info@valtrompiastorica.it



Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/05/2012 10:00:00
«Le 5 leggende» per difendere i sogni Da pochi giorni è disponibile il nuovo trailer in italiano della pellicola d'animazione targata Dreamworks che uscirà il 30 novembre e vedrà protagonisti Sandman, il Coniglietto di Pasqua, la Fatina del dentino e Babbo Natale

03/06/2012 07:45:00
Claudio Comini: bibliotecario a Gardone e scrittore per ragazzi Bibliotecario e autore di libri per bambini: secondo Claudio Comini, bibliotecario, appunto a Gardone Val Trompia, questi sono i due lavori più belli del mondo

08/11/2011 14:14:00
La storia della fonte di Irma Secondo gli esperti potrebbe anche avere proprietà curative, già evidenziate nell’Ottocento. È la fonte di San Carlo

20/03/2013 09:39:00
Giuseppe Beretta: dopo vent’anni, un ricordo che resta In occasione del ventennale della morte del noto industriale e filantropo gardonese, è nata una serie di iniziative: oltre ad un incontro pubblico, tenutosi ieri pomeriggio e con vari interventi, anche due volumi e un concerto

17/03/2013 09:00:00
«Le avventure di Crave» Damiano Alesci è un bambino di nove anni che abita a Lonato. Sabato pomeriggio in libreria ha presentato la sua prima pubblicazione: «Le storie mi vengono così, senza intoppi»



Notizie da Valtrompia
27/03/2019

Obiettivo 2030: il nuovo Patto dei Sindaci per il clima e l'energia

Si svolgerà nella serata di mercoledì 3 Aprile 2019, alle ore 20:30, presso la sala consiliare del Comune di Marcheno, l'incontro sul patto dei sindaci dell'alta Valle Trompia spiegato ai cittadini

14/03/2019

Il nocciolo nelle Valli Resilienti

Lunedì 18 marzo la presentazione al pubblico dello Studio di Fattibilità realizzato dal Gal GardaValsabbia in Comunità Montana di Valle Trompia

12/02/2019

Esordienti B, ottimi risultati a Lamarmora

La piscina Lamarmora accoglie gli Esordienti B per la IV Manifestazione Provinciale a loro dedicata, anche i piccoli atleti G.A.M. Team si uniscono alla bella iniziativa che gli azzurrini e i loro fratelli maggiori hanno messo in scena a Torino disegnandosi una "M" sulla pelle in solidarietà a Manuel Bortuzzo.

09/01/2019

La Nasego sarà di nuovo tricolore

La Fidal si affida ancora ai ragazzi dell'Abcf Comero: per la 3ª volta nella sua storia la grande classica del Savallese è designata sede dei Campionati Italiani di Corsa in Montagna Lunghe Distanze e Km Verticale

27/12/2018

Iscrizioni per il prossimo anno scolastico

Da questa mattina è possibile registrarsi sul portale del Ministero dell’Istruzione in vista dell’iscrizione per il prossimo anno scolastico, da effettuarsi a gennaio esclusivamente online

18/12/2018

Monosci a Madonna di Campiglio

Riparte la stagione sciistica e ripartono i corsi di sci organizzati dall'associazione Vallesabbia Sporthand sulle piste delle Dolomiti di Brenta

18/12/2018

45° Concorso Presepi MCL

C’è tempo fino al 23 dicembre per iscriversi al tradizionale Concorso Presepi MCL, quest'anno giunto al traguardo della 45° edizione

09/12/2018

Nuova luce in galleria

Dopo una serie di ritardi il 19 dicembre inizieranno i lavori per rifare l’illuminazione dei tunnel del passo del Cavallo fra Valsabbia e Valgobbia

02/12/2018

«Si scrive acqua, si legge democrazia»

Il Comitato referendario "Acqua pubblica" non si smonta e annuncia il via ad una "Campagna di resistenza civile"


26/11/2018

Addio a don Antonio Fappani

Infaticabile uomo di cultura e punto di riferimento della Chiesa bresciana, si è spento questa mattina presso la Poliambulanza di Brescia 

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier