Skin ADV
Domenica 12 Luglio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



24 Maggio 2020, 09.04

Aib

Liquidità, a Brescia Sistema Moda e micro-piccole imprese i più in difficoltà

di Redazione
A evidenziarlo è una recente indagine sul credito effettuata dall’Ufficio Studi e Ricerche di AIB insieme al Settore Sviluppo d’Impresa ed Economia (area Credito, Finanza e Fisco), che ha coinvolto quasi 200 imprese associate

In questo momento, dove il tessuto industriale si trova ad affrontare importanti sfide, le aziende del territorio Bresciano segnalano con crescente preoccupazione difficoltà nell’accesso al credito. Il momento storico risulta particolarmente critico per le micro e piccole imprese e soprattutto con riferimento al settore moda.

AIB ha prontamente posto in essere una serie di iniziative concrete per poter intercettare e provare a sollecitare il sistema bancario con riferimento ad eventuali criticità.
Tra queste si evidenzia un periodico monitoraggio di alcuni elementi chiave, attraverso un’indagine per misurare costantemente la qualità del dialogo tra il sistema industriale e il mondo bancario.

L’ultima edizione dell’indagine, condotta su quasi 200 imprese associate, dall’Ufficio Studi e Ricerche dell’Associazione Industriale Bresciana insieme al Settore Sviluppo d’Impresa ed Economia (area Credito, Finanza e Fisco), è stata presentata giovedì pomeriggio, in occasione del Tavolo del Credito, momento di importante confronto tra i vertici di AIB e i rappresentanti dei principali istituti bancari bresciani.

In tale occasione si sono condivise alcune analisi andamentali, anche con riferimento all’efficacia dei provvedimenti governativi Cura Italia e Liquidità, che confermano i livelli di eccellenza espressi dal territorio bresciano nella situazione ante covid-19.

In particolare, sin dal mese di ottobre 2018, era in atto una dinamica di contrazione dello stock di credito alle imprese bresciane, che si è protratto fino al mese di gennaio 2020 (-3,8% nei prestiti – esclusi PCT e sofferenze – all’industria). Significativo era stato anche il progressivo sgonfiamento della massa di NPL gravanti sul sistema creditizio locale, a seguito delle consistenti operazioni di cartolarizzazione attuate negli ultimi anni: a dicembre 2019 le sofferenze nell’industria bresciana erano scese a 318 milioni di euro, contro un picco, in termini assoluti, di quasi 1,2 miliardi raggiunto nel settembre 2015.  Il rapporto tra sofferenze e prestiti, per quanto attiene l’industria, è calato dal 10,0% (settembre 2015) al 3,1% (dicembre 2019). La velocità di formazione delle nuove sofferenze confermava un trend in continua diminuzione, a riprova dell’accresciuta qualità del credito.

L’indagine condotta, invece, ha voluto provare a raccogliere le previsioni delle aziende circa il fabbisogno di liquidità nel brevissimo termine (3 mesi), misurate su una scala da 1 (minimo) a 5 (massimo). I risultati ottenuti vedono il Sistema Moda esprimere il valore più alto (3,8), seguito da Trasporti (3,0), Metalmeccanica (3,0), Chimico, gomma, plastica (3,0), mentre la media provinciale si attesta a un valore di circa 2,9. A livello dimensionale soffrono soprattutto le micro (3,1), piccole (2,9) e medie imprese (2,9). Le attese circa i ritardi e/o gli insoluti di entità rilevante (superiori al 20%), vedono ancora le aziende del Sistema Moda lanciare i segnali più allarmanti (3,5). Seguono i Trasporti (2,8), Chimico, gomma, plastica (2,5), mentre sul piano dimensionale sono nuovamente le microimprese a segnare i maggiori problemi (2,4). La media provinciale, in questo caso, è pari a 2,2.

“Al tavolo del Credito abbiamo portato quanto emerso, non solo dall’indagine, ma soprattutto dall’importante attività di supporto alle aziende che ci ha visti coinvolti in questi mesi – spiega Paolo Streparava, delegato di AIB a Credito, Finanza e Fisco –. Il dialogo continuo con le associate ci consente di evidenziare quali siano gli elementi critici su cui occorre un’azione decisa. Insieme al Presidente Pasini, al Vice Presidente Baronchelli, abbiamo chiesto senso di responsabilità e collaborazione per permettere all’imprenditoria bresciana di continuare ad esprimere i livelli di eccellenza che ha saputo dimostrare nel passato. È, infatti, importante utilizzare le misure di liquidità volute dal Governo in modo efficace nel breve, e cercare più ampie soluzioni di collaborazione, per agire sull’economia reale, con una visione di ampio respiro temporale. Ci siamo perciò accordati affinché il tavolo del Credito diventi un momento di incontro periodico, con focus sia operativi che strategici”.

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
23/03/2020 12:00:00
A Brescia continuano i controlli Nel weekend appena trascorso sono state ben 180 le persone denunciate dai Carabinieri perché violavano le prescrizioni relative al Covid-19, circolando senza un valido motivo

12/03/2020 16:20:00
Omal, 50 mila euro per il Civile L'azienda originaria della Val Trompia ha fatto un'importante donazione alla Fondazione Spedali Civili di Brescia per l’emergenza Coronavirus

12/04/2020 08:00:00
Due (o tre) pensieri sul coronavirus... Un’analisi “a posteriori” delle prime settimane di emergenza, a cura del prof. Germano Bonomi, valsabbino, docente di Fisica Sperimentale presso l’Università degli Studi di Brescia

28/04/2020 10:00:00
Ciclo di webcast per affiancare le aziende associate I contenuti video sono realizzati dai diversi Settori dell’Associazione, con l’obiettivo di affrontare tematiche specifiche legate all’attuale situazione del Coronavirus; la programmazione proseguirà e verrà ampliata anche nei prossimi mesi

24/04/2020 11:20:00
Oltre 115 milioni per imprese e professionisti Regione Lombardia mette in campo due misure per rispondere all'esigenza di liquidità causata dall'emergenza sanitaria ed economica Covid-19: 'Credito Adesso' e 'Credito Adesso Evolution'



Notizie da Economia e lavoro
24/06/2020

Il primo webinar sui temi di attualità dell'economia

Questo giovedì il Presidente di AIB Giuseppe Pasini dialogherà con il giornalista Ferruccio De Bortoli, ex direttore di Corriere della Sera e Sole 24 Ore. Gli incontri metteranno a confronto gli imprenditori bresciani con importanti ospiti dell’economia e del giornalismo italiano.

24/06/2020

Spesa alimentare, - 12 MLD in 4 mesi di pandemia

È il risultato del crollo dei pasti fuori casa in bar, ristoranti e pizzerie, che non è stato compensato dall’aumento di quelli domestici

17/06/2020

Bando Distretti del Commercio e ricostruzione economica urbana

Da Regione Lombardia 22 milioni per sostenere i Distretti del commercio, uno sforzo per rilanciare l’economia post-Covid

17/06/2020

Online da domani DAS - Digital Association Services, il nuovo sito Aib

La nuova piattaforma sostituisce, da giovedì 18 giugno, il precedente sito. Filippo Schittone (direttore Aib): “Crediamo sia un progetto proiettato al futuro, che faciliterà il rapporto tra le aziende e Aib”

12/06/2020

Crollo delle esportazioni nel primo trimestre

Gli effetti del Covid-19 si fanno sentire pesantemente sull'economia bresciana che nel primo trimestre 2020 registra un calo del 7,5% delle esportazioni rispetto allo stesso periodo del 2019 e del 4,2% rispetto al trimestre precedente.

11/06/2020

Pacchi alimentari ai Comuni bresciani

Supera quota 1000 la fornitura di Coldiretti alle amministrazioni comunali bresciane, un’alleanza con il territorio per fornire prodotti agroalimentari made in Italy alle famiglie in difficoltà

05/06/2020

Brescia, nel primo trimestre 2020 pesante caduta della produzione

Nel periodo tra gennaio e marzo, la variazione della produzione delle imprese manifatturiere bresciane è del -13,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. Segnali negativi anche dall’artigianato manifatturiero

05/06/2020

Coldiretti, segnali positivi per un ritorno alla normalità

Dalla Bassa bresciana al lago di Garda, dalla Valcamonica alla Franciacorta, dopo l'emergenza gli agriturismi bresciani ripartono con impegno e passione per offrire ai visitatori il meglio del territorio in massima sicurezza

03/06/2020

Rilancio della montagna bresciana

Visit Brescia promuove tre incontri online per ciascuna delle Valli Bresciane per elaborare piani di rilancio “su misura” per promuovere il territorio e attrarre turisti

23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier