Skin ADV
Sabato 20 Agosto 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



29 Luglio 2021, 12.00

AIB Confindustria Brescia

Industria, quasi recuperati i livelli pre Covid

di Redazione
Tra aprile e giugno 2021 a Brescia - 4% rispetto al 2 trimestre 2019. Record storico positivo sul 2 trimestre 2020 (+29,1%)

Nel 2 trimestre 2021, la variazione della produzione delle imprese manifatturiere bresciane rispetto allo stesso trimestre dellanno precedente (tendenziale) risultata pari a +29,1%: si tratta del valore positivo pi alto di tutta la serie storica, cio dal primo trimestre 1997.

Il risultato consente alla provincia di Brescia di recuperare quasi per intero quanto perso durante la pandemia: il confronto con il 2 trimestre 2019, prima dellimpatto del Covid, pari al -4%.

In generale, levoluzione complessiva la sintesi di dati aziendali fortemente eterogenei. A evidenziarlo lindagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia sui dati relativi al secondo trimestre 2021.

Nel dettaglio, la produzione industriale rileva un aumento sul trimestre precedente (congiunturale) di +6,3%. Il tasso acquisito, ovvero la variazione media annua che si avrebbe se lindice della produzione non subisse variazioni fino alla fine del 2021, pari a +15,1%.

Dopo aver toccato i minimi storici nel secondo trimestre dello scorso anno, i livelli produttivi realizzano quindi un netto recupero, riportandosi intorno ai volumi del 2019. Le previsioni a breve termine sono positive: le aziende che stimano un miglioramento della situazione nei prossimi tre mesi sono il 51%; quelle che prevedono di mantenere i livelli attuali sono il 41%, mentre l8% stima un calo dellattivit.

Le aspettative sono favorite dal recupero della domanda interna. La fiducia degli imprenditori manifatturieri in giugno salita ai massimi dallautunno del 2000. Permangono alcune preoccupazioni dovute allincremento dei prezzi delle materie prime e, in alcuni casi, alla carenza di materiali, fattori che stanno generando un aumento dei tempi medi di consegna e una riduzione dei margini delle imprese.

Le prospettive restano anche condizionate dai timori che la variante Delta possa frenare i progressi ottenuti nella lotta alla diffusione del virus. Lavanzare della campagna vaccinale senza intoppi la precondizione principale affinch non si interrompa sul nascere una ripresa che si sta manifestando in questi mesi, ma che va consolidata.

- La disaggregazione della variazione della produzione per classi dimensionali mostra incrementi superiori alla media nelle piccole imprese (+8,2%), nelle medie (+7,8%) e nelle grandi (+9,4%). La produzione diminuita nelle micro imprese (-0,7%).

- Con riferimento alla dinamica congiunturale per settore, lattivit produttiva aumentata: oltre la media nel comparto chimico, gomma, plastica (+9,0%), legno e minerali non metalliferi (+6,5%), meccanica (+6,5%), metallurgia (+7,9%); sotto la media nellalimentare (+5,5%); diminuita nel sistema moda (-0,9%).

- Il tasso di utilizzo della capacit produttiva, che si attestato all81%, aumentato nei confronti della rilevazione precedente (78%) e risulta superiore a quello del secondo trimestre del 2020 (62%).

- Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 61% delle imprese, rimaste invariate per il 23% e diminuite per il 16%. Le vendite verso i Paesi comunitari sono cresciute per il 44% degli operatori, calate per il 13% e rimaste stabili per il 43%; quelle verso i Paesi extra UE sono aumentate per il 40%, diminuite per il 15% e rimaste invariate per il 45% del campione.

- I consumi energetici sono cresciuti per il 57% degli operatori, con una variazione media di +4,9%. Le giacenze di prodotti finiti sono ritenute adeguate alle necessit aziendali dal 73% delle imprese; le scorte di materie prime sono giudicate normali dal 66% del campione.

- I costi di acquisto delle materie prime sono cresciuti per il 77% delle imprese, con un incremento medio del 13,0%. I prezzi di vendita dei prodotti finiti sono aumentati per il 62% degli operatori, per una variazione media pari a +4,4%.

- Tra i fattori che limitano la produzione, le aziende hanno segnalato: per il 34% la scarsit di materie prime/macchinari; per il 19% la domanda insufficiente a causa del Covid-19; per il 5% la scarsit di manodopera; per il 31% nessuno.

- Le aspettative a breve termine appaiono positive. La produzione prevista in aumento da 51 imprese su 100, stabile dal 41% e in calo dal rimanente 8%. Tutti i comparti produttivi sono attesi in crescita.

- Gli ordini provenienti dal mercato interno sono in aumento per il 41% degli operatori, stabili per il 43% e in diminuzione per il 16%; quelli dai Paesi UE sono in crescita per il 34% degli operatori del campione, invariati per il 60% e in calo per il 6%; quelli provenienti dai mercati extracomunitari sono in aumento per il 36% delle imprese, stabili per il 57% e in calo per il 7%.

LIndagine viene effettuata trimestralmente su un panel di 250 imprese associate appartenenti al settore manifatturiero.

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/08/2021 11:10
Settore Terziario, fiducia vicino ai massimi della serie storica Nel secondo trimestre del 2021, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attestato a 149, con un deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente (133).

09/02/2021 09:50
A Brescia nel 2020 calo della produzione del 16,2% Un risultato che risente della forte flessione del periodo marzo/aprile, che ha segnato in media valori inferiori di oltre il 50% rispetto al periodo pre Covid-19


18/02/2021 10:30
Presentato oggi «I.S.M.» Indice Sintetico Manifatturiero Lo strumento, sviluppato dal Centro Studi di Confindustria Brescia in collaborazione con l'Universit Cattolica del Sacro Cuore, restituisce in un unico valore lo stato di salute delle societ di capitali attive nell'industria; pu essere applicato senza restrizioni geografiche a tutte le imprese manifatturiere

08/02/2022 09:55
Nel 2021 recuperati i volumi persi con la pandemia Lo scorso anno si chiuso con un record nella produzione industriale: la crescita media annua stata pari al 14,8% rispetto al 2020.

30/11/2021 10:30
Connext 2021, 24 aziende bresciane alla seconda edizione Dopo la pausa forzata del 2020 torna il grande evento di Confindustria, organizzato per favorire partnership e occasioni di collaborazione tra imprese



Notizie da Economia e lavoro
04/08/2022

Terziario, nel 2° trimestre 2022 stabile la fiducia, poco sopra i livelli di fine 2020

Tra aprile e giugno, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attestato a 109, di fatto invariato rispetto a quanto rilevato nel periodo precedente (108). Tale evoluzione si inserisce all'interno di un movimento ribassista iniziato nella seconda met del 2021.

28/07/2022

Nel 2° trimestre rallenta il ritmo di crescita dell'industria

Il presidente Gussalli Beretta:

23/06/2022

Ieri l'Assemblea Generale e l'evento annuale della Piccola Industria

L'evento si svolto alla Tenuta Acquaviva di Travagliato e ha visto l'intervento del Presidente di Confindustria Brescia, Franco Gussalli Beretta, e della squadra di presidenza. A seguire l'evento a cui ha preso parte anche il professor Robert Wescott, Consiglio Economico della Casa Bianca durante la presidenza Clinton

13/06/2022

Il primo Quaderno dell'Osservatorio sul diritto dell'Impresa

Nel primo elaborato, intitolato

09/06/2022

Metalmeccanica: 1° trimestre 2022 positivo, nonostante il conflitto tra Russia e Ucraina

Nei primi tre mesi dell'anno, l'attivit registra una nuova crescita: +12,3% per la meccanica rispetto allo stesso periodo del 2021 e +8,4% per la metallurgia. La marginalit, tuttavia, quanto mai sotto pressione, schiacciata dai rincari delle materie prime industriali ed energetiche

09/06/2022

Banca Valsabbina si rafforza a Milano con la terza filiale

Operativa in via Domodossola, nei pressi di Corso Sempione, si aggiunge a quelle di Porta Venezia e Piazzale Cadorna

25/05/2022

Crolla la fiducia delle aziende bresciane

Nel 1 trimestre del 2022, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attestato a 108, confermando la tendenza in ribasso riscontrata nelle ultime rilevazioni. La causa? La preoccupazione per i risvolti del conflitto russo-ucraino. A evidenziarlo sono risultati dell'Indagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria


24/05/2022

Premiati 22 nuovi Maestri del lavoro

L'onorificenza, rivolta ai lavoratori dipendenti ancora in servizio o gi pensionati, premia i collaboratori che hanno saputo contribuire, con meriti particolari, alla crescita e allo sviluppo dell'impresa.

22/05/2022

«Cigni neri, inflazione e capitale privato: qui si fa l'Italia»

All'incontro, dedicato in particolare alle opportunit legate al private markets e private equity per trasformare e innovare le imprese Italiane, sono intervenuti tra gli altri Franco Gussalli Beretta, Presidente di Confindustria Brescia, Paolo Streparava, Vice presidente di Confindustria Brescia con delega a Credito, Finanza e Fisco, e Claudio Scardovi, CEO & Fondatore di HOPE

07/05/2022

Verso organizzazioni intelligenti e creative

Welfare aziendale, responsabilit, partecipazione, resilienza sono temi chiave per la creazione di contesti lavorativi intelligenti e creativi. Se ne parler marted 17 maggio a Lumezzane alla presentazione di un volume di Luciano Pilotti

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier