Skin ADV
Martedì 28 Giugno 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



08 Febbraio 2022, 09.55
Valtrompia
Confindustria Brescia

Nel 2021 recuperati i volumi persi con la pandemia

di Redazione
Lo scorso anno si chiuso con un record nella produzione industriale: la crescita media annua stata pari al 14,8% rispetto al 2020.

Il 2021 si chiude per il Made in Brescia con una crescita media annua della produzione pari al 14,8%, dopo la pesante caduta del 2020 (-16,2%). La dinamica rilevata nello scorso anno la pi intensa da quando disponibile la serie storica ed giustificata dalla vivacit dellindustria locale, che ha saputo velocemente interamente recuperare quanto perduto durante il lockdown nella primavera 2020.

A evidenziarlo lindagine congiunturale del Centro Studi di Confindustria Brescia sui dati relativi al 4 trimestre 2021.

Con riferimento al solo periodo tra ottobre e dicembre, lattivit produttiva ha registrato una variazione rispetto allo stesso trimestre dellanno precedente (tendenziale) ancora in significativo incremento (+13,0%), che tuttavia frutto principalmente dei recuperi sperimentati nei primi mesi dellanno. Nella seconda met del 2021, il sistema produttivo bresciano stato protagonista di un movimento pi contenuto, giustificato da un fisiologico rallentamento e dallemergere di alcuni fattori che hanno limitato la produzione, quali la scarsit delle pi rilevanti materie prime e semilavorati, nonch gli ingenti rincari del costo dellenergia, che hanno impattato significativamente sui comparti pi energivori.

Nel dettaglio, la produzione industriale evidenzia un aumento sul trimestre precedente (congiunturale) di +4,1%, in parte influenzato dalla ripresa dellattivit, dopo la pausa nel mese di agosto. La crescita media annua rilevata nel 2021 frutto di quanto ereditato dal 2020 (+4,9%) e di una componente propria pari a +9,4%. La variazione trasmessa al 2022 positiva (+3,2%): ci sta a indicare che la crescita nellanno in corso trover beneficio, dal punto di vista algebrico, dalla dinamica rilevata nel 2021.

Il recupero nel 2021 dei volumi persi a causa della pandemia un dato di partenza incoraggiante e le prospettive per il Made in Brescia dal lato della domanda sono positive, aspetto che contribuir a dare sostegno ai livelli produttivi commenta Franco Gussalli Beretta, Presidente di Confindustria Brescia . Tuttavia, i recenti e ingenti rincari degli input energetici rischiano di compromettere questa situazione, determinando una serie di incognite sulla competitivit delle nostre imprese per i mesi a venire e incidendo in modo importante sulle marginalit. In questo senso ci stiamo muovendo come associazione per cercare una soluzione comune al problema, pur nella consapevolezza di come la dinamica sia legata a fattori mondiali.

Le prospettive a breve termine rimangono positive, nonostante le molteplici nubi recentemente addensatesi sullo scenario previsivo: le aziende che stimano un miglioramento della situazione nei prossimi tre mesi sono il 45%. Quelle che prevedono di mantenere i livelli attuali sono il 44%, mentre l11% stima un calo dellattivit. In tale contesto, i maggiori elementi di incertezza riguardano, tra laltro, la nuova ondata pandemica (che frena i consumi nei servizi) e la persistente scarsit di commodity industriali e i prezzi abnormi dellenergia (che minano i margini aziendali). opportuno inoltre ricordare come importanti segmenti dellindustria locale siano a rischio di dover sospendere lattivit per eccesso di costi che vanno a erodere la marginalit, nonostante la forte domanda proveniente dalla clientela. Infine, non vanno dimenticate le inedite pressioni inflattive (che limitano il potere dacquisto delle famiglie) e le crescenti tensioni geopolitiche nellex Unione Sovietica.

La disaggregazione della variazione della produzione per classi dimensionali mostra incrementi superiori alla media nelle piccole imprese (+7,1%), seguite dalle medie (+4,0%) e dalle grandi (+1,9%). Segnali timidamente negativi giungono invece dagli operatori micro (-0,2%).

Con riferimento alla dinamica congiunturale per settore, lattivit produttiva aumentata oltre la media nei comparti legno e minerali non metalliferi (+5,5%), metallurgia (+5,4%), sistema moda (+4,7%). Consuntivi positivi provengono inoltre dalle aziende del chimico, gomma, plastica (+3,7%), della meccanica (+3,6%) e dellalimentare (+0,7%).

Il tasso di utilizzo della capacit produttiva, che si attestato all81%, aumentato nei confronti della rilevazione precedente (79%) e risulta superiore a quello del quarto trimestre del 2019 (77%).

Le vendite sul mercato italiano sono aumentate per il 58% delle imprese, rimaste invariate per il 20% e diminuite per il 22%. Le vendite verso i Paesi comunitari sono cresciute per il 39% degli operatori, calate per il 22% e rimaste stabili per il 39%; quelle verso i Paesi extra UE sono aumentate per il 37%, diminuite per il 23% e rimaste invariate per il 40% del campione.

I costi di acquisto delle materie prime sono cresciuti per l80% delle imprese, con un incremento medio del 13,1%. I prezzi di vendita dei prodotti finiti sono stati rivisti al rialzo dal 63% degli operatori, per una variazione media pari a +5,0%. Tali dinamiche confermano le significative pressioni sui margini industriali a cui sono sottoposte le imprese: dal terzo trimestre 2020 alla fine del 2021, i costi di acquisto sono complessivamente aumentati del 63%, mentre i prezzi di vendita solamente del 16%.

La scarsit di materie prime / semilavorati emerge ancora come il principale fattore che limita la produzione, essendo segnalato dal 33% degli operatori. Livelli insufficienti di domanda sono indicati dal 13%, mentre la scarsit di manodopera evidenziata dal 12%.

Nel 2021 il fatturato complessivo del settore manifatturiero bresciano stimato in crescita del 30% sul 2020 e del 15% sul 2019. La crescita dei ricavi (a prezzi correnti) sarebbe giustificata dallincremento dei quantitativi venduti (in risposta a una domanda globale in significativa ripresa) e dei prezzi di vendita (come conseguenza dei forti rincari delle quotazioni delle materie prime pi utilizzate nei processi produttivi).

Per quanto riguarda linput di lavoro, nel 2021 le ore lavorate sono stimate in aumento del 16% sul 2020 e del 3% sul 2019, a conferma quindi del recupero dei livelli pre-pandemia.

Le aspettative a breve termine appaiono nel complesso positive, nonostante i numerosi fattori di incertezza recentemente sorti. La produzione prevista in aumento da 45 imprese su 100, stabile dal 44% e in calo dal rimanente 11%. I settori con le prospettive relativamente pi positive sarebbero chimico, gomma, plastica e metallurgia.

Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
08/05/2022 08:00
Tiene il primo trimestre Si aggrava la pressione sui margini aziendali, a seguito della limitata capacit di trasferire sui prezzi di vendita i rincari dei costi degli input produttivi.

13/01/2022 11:06
La pandemia non scuote il settore Meccanica, ma serve attenzione alle realtà più fragili Gabriella Pasotti (Presidente Settore Meccanica Confindustria Brescia): "La resilienza delle nostre imprese certifica il valore della Meccanica; ora serve una politica europea contro l'aumento dei costi di materie prime ed energia"


03/08/2021 11:10
Settore Terziario, fiducia vicino ai massimi della serie storica Nel secondo trimestre del 2021, il clima di fiducia delle imprese bresciane attive nel settore dei servizi si attestato a 149, con un deciso aumento rispetto al livello registrato nel periodo precedente (133).

26/07/2021 12:04
Pandemia, le imprese più internazionalizzate hanno retto meglio Nel 2020 il fatturato all'estero delle aziende bresciane ha "tenuto" di pi del fatturato totale

24/02/2021 15:32
Webinar sulla Crescita strategica I 4 appuntamenti online, promossi dal delegato a Credito, Finanza e Fisco di Confindustria Brescia, Paolo Streparava, inizieranno domani e proseguiranno sino al 18 marzo. Relatore degli incontri sar l'avvocato Giorgio Mariani




Notizie da Valtrompia
23/06/2022

Ieri l'Assemblea Generale e l'evento annuale della Piccola Industria

L'evento si svolto alla Tenuta Acquaviva di Travagliato e ha visto l'intervento del Presidente di Confindustria Brescia, Franco Gussalli Beretta, e della squadra di presidenza. A seguire l'evento a cui ha preso parte anche il professor Robert Wescott, Consiglio Economico della Casa Bianca durante la presidenza Clinton

17/06/2022

Soccorso Alpino, a Marcheno una squadra in più

Sarà operativa dal 19 giugno al 4 settembre, per rispondere all'aumento delle chiamate atteso per il periodo estivo

13/06/2022

Il primo Quaderno dell'Osservatorio sul diritto dell'Impresa

Nel primo elaborato, intitolato

09/06/2022

Metalmeccanica: 1° trimestre 2022 positivo, nonostante il conflitto tra Russia e Ucraina

Nei primi tre mesi dell'anno, l'attivit registra una nuova crescita: +12,3% per la meccanica rispetto allo stesso periodo del 2021 e +8,4% per la metallurgia. La marginalit, tuttavia, quanto mai sotto pressione, schiacciata dai rincari delle materie prime industriali ed energetiche

09/06/2022

Banca Valsabbina si rafforza a Milano con la terza filiale

Operativa in via Domodossola, nei pressi di Corso Sempione, si aggiunge a quelle di Porta Venezia e Piazzale Cadorna

24/05/2022

Premiati 22 nuovi Maestri del lavoro

L'onorificenza, rivolta ai lavoratori dipendenti ancora in servizio o gi pensionati, premia i collaboratori che hanno saputo contribuire, con meriti particolari, alla crescita e allo sviluppo dell'impresa.

22/05/2022

«Cigni neri, inflazione e capitale privato: qui si fa l'Italia»

All'incontro, dedicato in particolare alle opportunit legate al private markets e private equity per trasformare e innovare le imprese Italiane, sono intervenuti tra gli altri Franco Gussalli Beretta, Presidente di Confindustria Brescia, Paolo Streparava, Vice presidente di Confindustria Brescia con delega a Credito, Finanza e Fisco, e Claudio Scardovi, CEO & Fondatore di HOPE

21/05/2022

Il Giro donne torna in Valle Sabbia

Dopo la kermesse dello scorso anno con partenza di tappa a Gavardo, il Giro d'Italia femminile torna sulle strade valsabbine, questa volta per con una delle tappe regine, il 7 luglio: la Prevalle - Maniva


20/04/2022

Cresce l'apertura sul credito, in salita i prestiti alle industrie

Ad evidenziarlo il Booklet Economia a cura del Centro Studi di Confindustria Brescia, che contiene i principali indicatori economici della provincia. Nel quarto trimestre 2021 i prestiti all'industria salgono del 2,6%

08/04/2022

Iniziato mercoledì il roadshow SetteOttavi

Al Laboratorio Lanzani di Brescia, gli imprenditori del settore Abbigliamento, Magliecalze, Calzaturiero e Tessile di Confindustria Brescia si sono incontrati con i colleghi, associati e non, delle zone Brescia, Bassa Bresciana Occidentale e Bassa Bresciana Orientale.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier