Skin ADV
Domenica 31 Maggio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



06 Luglio 2013, 11.00
Collio Valtrompia
Montagna

Polemica sulla sicurezza della Sp 345 verso il Maniva

di Erregi
È la Maniva Ski a lamentare da tempo l'incuria che la Provincia dimostra nei confronti della Sp 345 che da Collio sale alla stazione sciistica. Poca o assente la manutenzione e molti i rischi per chi deve percorrere la strada
 
Tre volte, negli ultimi mesi, la Maniva Ski della famiglia Lucchini ha contattato la Provincia di Brescia per lamentare la mancata manutenzione della strada che porta alla stazione sciistica, ma ancora la situazione non è cambiata.
 
E si arriva anche alle maniere forti, pur di far sentire e valere le proprie ragioni: alla Provincia è stata mandata una diffida formale per i danni subiti e futuri all'immagine del comprensorio, dovuti alle pessime condizioni della strada in più di un tratto.
 
È soprattutto la pericolosità di certi punti a preoccupare la società e il suo presidente, Imerio Lucchini, che denuncia come nell'ultimo pezzo di strada prima di giungere alla stazione sia ben visibile a tutti l'asfalto eroso dal dilavamento dell'acqua sorgiva.
 
L’unica provvisoria soluzione mesa in atto dalla Provincia è il restringimento della strada con la posa di cartelli e blocchi, mentre lo studio tecnico di cui si è avvalsa la Maniva Ski mette in guardia da tre diversi pericoli.
 
"Per prima cosa il sistema di acque sorgive è una rete che scorre libera, senza essere incanalata; in secondo luogo, il sistema paravalanghe che previene anche incidenti dovuti a smottamenti e frane non funziona più e, per concludere, buche e crepe sono diffusi su tutta la strada che sale al Maniva dall’abitato di San Colombano di Collio.
 
Per questo, i Lucchini si rivolgono anche alla Comunità montana, preoccupati non solo per i grandi investimenti personali che hanno portato alla riapertura del Maniva, sopratutto per i rischi che si corrono nell'abbandonare all'incuria la strada.
 
Eppure, anche nello Studio idrogeologico di recente produzione, non viene evidenziata questa problematica e, dalla Provincia arrivano risposte contraddittorie: la priorità va alle abitazioni e alle attività produttive a rischio. Un po' come dire che la Maniva Ski non è un’attività produttiva.
 
 
Fotografia 1 “Bresciaoggi”.

 

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
06/12/2014 13:53:00
Stasera a San Colombano la "Maniva di Luna" La mancanza di neve non ferma la ciaspolata in programma per oggi al Maniva: anche senza il manto bianco, la luna accompagnerà i partecipanti 

18/01/2013 10:00:00
Al Maniva per prendere lezioni di sicurezza Un progetto per l'inverno 2013/2014 nel quale saranno coinvolti circa 150 studenti della scuola secondaria di primo grado, tutti preso il comprensorio Maniva Ski per un soggiorno formativo a base non solo di sport, ma anche di sicurezza e responsabilità

18/03/2013 08:30:00
Un Maniva a tutto vento: il sogno dei Lucchini Da tre anni ormai è stato avviato lo studio sulle condizioni di esposizione al vento di alcune zone del passo Maniva, con particolare attenzione al Dasdana e, se tutto va come sperato, nel giro di due anni gli impianti potrebbero essere alimentati da energia pulita

06/05/2015 14:44:00
Maniva, progetti a tutto tondo Non solo impegno da parte dei privati, ma anche delle istituzioni come la Comunità Montana, che nell'ultima assemblea ha parlato di rilanciare il Maniva 

29/01/2013 10:45:00
Maniva da record: disagi e code nella domenica sold out La splendida giornata di domenica e il fatto che mete vicine come il Gaver erano irraggiungibili per via della frana che bloccava la strada del Caffaro hanno creato le condizioni ideali per il pienone sul Maniva, sia sulle piste che per strada



Notizie da Valtrompia
28/05/2020

I sette di Montagna che avanza

“Montagna che Avanza è il gruppo, prendersi cura è il motto!” così si presentano su Instagram, social su cui è molto vivo il progetto

23/05/2020

Multinazionali estere a Brescia

L’analisi, realizzata dall’Ufficio Studi e Ricerche Aib, ha riguardato le realtà manifatturiere, società di capitali, con fatturato superiore a 1 milione di euro, comprendendo partecipazioni di controllo e minoritarie (ma sopra il 25%). In provincia sono 103 le imprese locali a partecipazione estera, con un volume d’affari di 3,6 miliardi di euro

18/05/2020

Fase 2 bis in pillole

Da questo lunedì 18 maggio riprendono in tutta Italia gran parte delle attività commerciali aperte al pubblico. In Lombardia permangono alcune restrizioni. Tornano anche le messe coi fedeli.

17/05/2020

«Uno sguardo sul territorio»

Dal Civile alla Poliambulanza, passando per AiutiAMOBrescia. Facciamo il punto coi protagonisti. E’ la proposta “Made in Caino” con uno sguardo sull’itera provincia. Questo lunedì sera in diretta su Youtube

12/05/2020

Ritornano le messe con i fedeli

A partire da lunedì 18 maggio sono di nuovo ammesse le celebrazioni con la presenza dei fedeli, rispettando le indicazioni del Protocollo firmato fra Governo e Cei. Ulteriori indicazioni dalla diocesi

12/05/2020

Una rilettura sapienziale dell'esperienza vissuta

È quanto chiede il Vescovo di Brescia, mons. Tremolada alle comunità della diocesi nel camino di ritorno alla normalità della vita delle parrocchie dopo la dura esperienza della pandemia

09/05/2020

Pasini: «Covid-19 e infortunio sul lavoro: una norma gravissima e anti-impresa»

La legislazione di emergenza epidemiologica da Covid-19 contiene una norma (art. 42, d.l. 18/2020) che equipara l’infezione da Coronavirus ad infortunio, se contratta in occasione di lavoro

09/05/2020

Ok a manutenzione e cura dei capanni da caccia

Una nota della Prefettura di Brescia conferma che fra le attività consentite nella Fase 2 rientrano anche quelle di pulizia delle aree degli appostamenti da caccia

09/05/2020

Sì agli sport individuali

La nuova ordinanza di Regione Lombardia consente fino al 17 maggio di praticare gli sport individuali all'aperto e all’interno di centri sportivi

08/05/2020

Vota i tuoi Luoghi del Cuore

FAI e Intesa Sanpaolo invitano i cittadini a partecipare alla decima edizione del censimento che mira a premiare i luoghi più votati - per ora solo via web - e a promuoverne gli interventi e i progetti di valorizzazione

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier