Skin ADV
Domenica 26 Gennaio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



10 Settembre 2012, 11.00

Storie

L'ultimo abitante di Droane

di Giuseppe Belleri
La piccola frazione di Turano in Valvestino è dimora per il signor Stefano Tedeschi, che tutti chiamano Tiène. Lì vive da solo accanto alla vecchia chiesa di San Vigilio, in un borgo che rimase disabitato già nel XVI secolo
 
A Droane, ora frazione di Turano, in Valvestino, ma che è stato il più antico insediamento della Valsabbi e comune fino al XVI secolo, vive beatamente, quasi fosse in paradiso, il signor Stefano Tedeschi, da tutti chiamato Tiène.
 
Nato in Francia a Saint Laurence de Guise è ritornato nella terra dei suoi avi dopo aver peregrinato e lavorato in varie località, soprattutto come muratore a costruire ponti e gallerie.
 
Ora si gode la meritata pensione nella sua bella casa che sorge accanto all’antica chiesa di San Vigilio, patrono del paese, vicino alla quale anni fa furono trovati degli scheletri di uomini alti 3 metri (forse Nefilim); gli fanno buona compagnia Timba e Toby, due simpatici e festosi cagnolini, molti animali domestici (conigli, galline e piccioni) e selvatici (cinghiali, cervi, falchetti, aquile) che lo vengono a visitare anche nottetempo.
 
Nel 1400 il villaggio era immerso in una grande pineta con intarsi di campagne coltivate, case sparse un po’ ovunque e numerose ed ampie grotte che davano ospitalità ai 150 abitanti, il cui lavoro principale, a parte la fiorente agricoltura e l’allevamento del bestiame, era la lavorazione della resina o pece che, ben pulita nei forni, giungeva fino a Venezia per calafatare le navi.
 
La tradizione vuole che verso il 1500 tutti gli abitanti morirono di peste eccetto due vecchiette che si erano rifugiate in una stalla di capre (l’odore del “becco -vedi siero di Bonifacio- le salvò); cercarono ospitalità nei paesi confinanti, rimasti indenni, ma nessuno le accettò, se non Aer, ma troppo tardi per una delle due.
 
La sopravvissuta, unica erede di Droane, alla sua morte lasciò tutte quelle proprietà ai tignalesi a condizione che ogni anno, nel giorno festivo di San Vigilio, il 26 giugno, vi si celebrasse la Messa e venisse distribuito un quintale di pane fra tutti i partecipanti.
 
Ogni anno si assolve questo lascito ed il pane rimane commestibile a lungo. Anche il signor Tiène è rimasto solo ma condivide la proprietà con i suoi 6 fratelli : ricorda un po’ la leggenda della Vestale e dei 7 fratelli-paesi, ma questo ve lo racconteremo un’altra volta.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/09/2012 11:00:00
Concesio: la silenziosa allerta per la sede di «Casa Pound» Sabato 1 settembre alle ore 16 il taglio del nastro in via Mazzini 125 a San Vigilio per la sede triumplina dell'associazione sociale legata alla destra radicale, che non nasconde una matrice di ispirazione fascista

10/12/2012 10:30:00
Il fronte russo nel racconto del lodrinese Vigilio Bettinsoli Ha 90 anni ma stampato in volto il sorriso di chi è riuscito a tornare dal fronte, facendo migliaia di chilometri a piedi prima di tornare nella sua Lodrino. Lì vive ancora Vigilio Bettinsoli, ultimo superstite in Alta Valle della ritirata di Russia

03/09/2013 10:21:00
Ventisette anni di tradizione per il Palio di San Vigilio Da venerdì 6 a domenica 15 settembre si svolge nella frazione di Concesio l'attesa 27° edizione del "Palio delle contrade" con Cesa, Bornof, Mura e Semas a contendersi il titolo per dieci giorni di sfide e attività varie che culmineranno con la sfilata in abiti antichi

02/11/2012 10:00:00
Ultimati i lavori di recupero al cimitero di San Vigilio La nuova ala del cimitero nella frazione concesiana è stata completata con un investimento di 60 mila euro dell'amministrazione comunale, che ha sistemato i 65 loculi cinerari e l'area verde denominata "giardino delle rimembranze"

09/10/2013 10:30:00
Il conforto dell'Asl per l'acqua di Concesio Nel corso dell'ultimo consiglio comunale il sindaco Stefano Retali ah ribadito l'assoluta potabilità delle acque di Concesio, confortato dalla relazione tecnica effettuata dall'Asl, che ha trovato tracce di cromo esavalente entro il parametro imposto dalla legge



Notizie da Cronache
26/01/2020

Da Nikolajewka un anelito di pace

Nella commemorazione a Brescia del 77° della conclusiva battaglia degli Alpini sul fronte Russo, dalle Penne nere il ricordo dei reduci e del loro messaggio ribadito più volte: “Mai più la guerra”

25/01/2020

Scippo in flagranza, arrestato

Era tenuto d’occhio da giorni dai Carabinieri della Stazione di Gardone Val Trompia e Tavernole sul Mella che sono entrati in azione mentre era al pronto soccorso di Gardone

15/01/2020

Terremoto fra Agnosine e Caino

Una scossa di magnitudo 2.2 è stata segnalata a 3 km Sud Ovest da Agnosine, quando mancava un minuto alle 16 di oggi, mercoledì 15 gennaio

31/12/2019

In fuga coi pc

Approfittando della chiusura delle scuole un lumezzanese di 35 anni si introduce nei locali e riba tre portatili. Fermato dai carabinieri con le mai nel sacco

20/12/2019

Ribaltamento in via Sardegna

Oppure un malore all’origine di un incidente spettacolare che ha avuto luogo a Cailina di Villa Carcina. Una sola auto coinvolta, per fortuna nessun ferito

18/12/2019

Una nuova ambulanza per i volontari di Villa Carcina

Frutto del generoso lascito disposto nel proprio testamento da Luigi Roberto Del Barba, il nuovo mezzo, inaugurato nei giorni scorsi, sarà una risorsa per tutta la comunità

16/12/2019

Tentata rapina a mano armata

Due malviventi colti sul fatto sono stati tratti in arresto dai Carabinieri del Radiomobile di Gardone Valtrompia mentre stavano per rapinare un imprenditore di Concesio

13/12/2019

Prelievi bancomat fraudolenti

 Ha sottratto il denaro e la tessera bancomat dal portafoglio di un anziano invalido e ha fatto prelievi con la carta elettronica. Denunciato

09/12/2019

La lupa della miniera

Sabato scorso gli agenti del distaccamento vestonese della polizia provinciale sono intervenuti lungo la Sp 345 in territorio di Collio VT per recuperare la carcassa di quello che sembrerebbe la carcassa di un lupo

06/12/2019

Chiuso l'Euro Bar di Gardone

Il “giro” è strano, lo smercio di sostanze stupefacenti dentro e fuori dal locale accertato. Scatta così il provvedimento di chiusura per 30 giorni


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier