Skin ADV
Sabato 21 Maggio 2022
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



02 Giugno 2012, 08.45
Bovegno Collio Valtrompia
Politica

A Bovegno approvata la mozione per gli uffici postali

di Erregi
Anche la Provincia non manca di esprimere la propria preoccupazione per la politica di Poste Italiane, che gi nei mesi scorsi aveva chiuso o ridotto l'orario di apertura degli sportelli meno produttivi
 
Mesi fa anche lo sportello di San Colmbano di Collio era finito nel mirino dell’operazione di razionalizzazione portata avanti da Poste Italiane per ridurre le spese di gestione e visto l’andazzo, non è difficile credere che la situazione possa espandersi.
 
E in Broletto la preoccupazione si fa sentire soprattutto per quanto riguarda i territori montani, in cui la Valtrompia, almeno nella sua parte alta, è sicuramente inclusa: tagliare su servizi necessari come quello postale (pensate anche solo al ritiro della pensione o al pagamento di una bolletta) significa costringere intere popolazioni a raggiungere, magari tra mille disagi e scomodità, il primo ufficio disponibile e aperto che, magari, è a chilometri di distanza.
 
Per questo il Consiglio Comunale di Bovegno ha appoggiato all’unanimità la mozione portata avanti dal Consiglio Provinciale che auspica un confronto con Poste Italiane e un maggior preavviso quando e se alcuni uffici dovessero essere chiusi, sempre, però, tenendo conto delle esigenze della cittadinanza.
 
Nello scorso periodo natalizio, infatti, la notifica di chiusura è arrivata solo lo stesso giorno in cui è stata attuata, causando, com’è prevedibile, disagi e ritardi.  A questo si aggiunge l’osservazione che, essendo Poste Italiane di proprietà del Ministero dell’Economia e delle Finanze, la società ha ricevuto, nel 2011, 300 milioni di euro dallo Stato, volti ad assicurare una totale copertura del territorio nazionale, pena, diversamente, una multa di 1 milione e mezzo di euro.
 
La polemica, insomma, così come la preoccupazione, ha delle basi fondate, soprattutto se si considera un ulteriore controsenso: l’impegno della Regione Lombardia per la rivalorizzazione delle zone montane, volto ad evitarne lo spopolamento viene largamente contrastato da decisioni di questo tipo.
 
Si necessita, quindi, oltre che di una seria discussione sulla questione, di unione: sia le amministrazioni dei comuni che sono stati o potrebbero essere coinvolti, che la cittadinanza devono poter far sentire la propria voce e va compreso che, in quanto sovvenzionato in parte dallo Stato e quindi dai contribuenti, il servizio postale è un diritto.
Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
25/11/2012 10:00
Chiudono le poste di Lumezzane Pieve e Ponte Zanano Le Poste e le organizzazioni sindacali sono giunte a un accordo che riduce la chiusura degli sportelli bresciani da 16 a 9, escludendo per quelli lumezzanese e di Ponte Zanano, che presto diventeranno soltanto un ricordo

30/12/2019 15:00
Nuovi Atm Postamat nel bresciano  Anche in Valtrompia nuovi sportelli automatici di Poste Italiane in due piccoli comuni, secondo il piano strategico ideato per le realtà più periferiche

10/11/2011 12:12
Poste, uffici privati via da Piatucco (forse) La direzione di Poste Italiane vorrebber convertire la filiale di Piatucco in punto dedicato a imprese e professionisti, portando gli sportelli per i privati a San Sebastiano. Malumori in paese e una settimana di tempo presa dalle Poste per decidere il da farsi

09/02/2015 11:01
Chiusura uffici postali, scende in campo la Comunità montana Sull’annunciata chiusura degli sportelli di Brozzo e di Magno di Gardone prende posizione anche la comunità montana che nell’ultima assemblea ha annunciato il suo interessamento

05/02/2015 14:00
In Valtrompia chiudono alcuni uffici postali A fare le spese maggiori della politica di tagli e chiusure delle Poste Italiane, sarà la Valle del Mella, dove si rinuncerà a ben 3 uffici 



Notizie da Valtrompia
20/04/2022

Cresce l'apertura sul credito, in salita i prestiti alle industrie

Ad evidenziarlo il Booklet Economia a cura del Centro Studi di Confindustria Brescia, che contiene i principali indicatori economici della provincia. Nel quarto trimestre 2021 i prestiti all'industria salgono del 2,6%

08/04/2022

Iniziato mercoledì il roadshow SetteOttavi

Al Laboratorio Lanzani di Brescia, gli imprenditori del settore Abbigliamento, Magliecalze, Calzaturiero e Tessile di Confindustria Brescia si sono incontrati con i colleghi, associati e non, delle zone Brescia, Bassa Bresciana Occidentale e Bassa Bresciana Orientale.

23/02/2022

Il dipartimento economico del Tennessee incontra le aziende bresciane

All'appuntamento, organizzato dalla Camera di Commercio di Brescia con il supporto di Pro Brixia e il contributo di Confindustria Brescia, sono intervenute oltre 30 aziende

08/02/2022

Nel 2021 recuperati i volumi persi con la pandemia

Lo scorso anno si chiuso con un record nella produzione industriale: la crescita media annua stata pari al 14,8% rispetto al 2020.

20/01/2022

Insediato il nuovo prefetto Maria Rosaria Laganà

Ha preso possesso della sua nuova sede di prefetto di Brescia la dott.ssa Lagan, proveniente da Treviso. Assume anche l'incarico di Commissario straordinario della depurazione del Garda

30/12/2021

Anche nel 2020 il settore Alimentare regge all'urto della crisi

Analizzati i bilanci di circa 130 realt attive nel comparto: nel 2020 la quota di aziende che si posizionano nella classe A (quella che include gli operatori pi virtuosi) si attesta al 29% del totale, tre punti percentuali in meno rispetto a quanto registrato prima della crisi

17/12/2021

Al voto per la Provincia

Consiglieri comunali e sindaci sono chiamati alle urne questo sabato per eleggere il nuovo consiglio provinciale

10/12/2021

Nuovo record per le esportazioni bresciane

Nel 3 trimestre 2021, le esportazioni bresciane, pari a 4.554 milioni di euro, hanno espresso l'importo pi elevato da quando disponibile la serie storica, evidenziando un incremento del 21,4% rispetto allo stesso periodo del 2020 e del 18,9% rispetto allo stesso periodo del 2019

30/11/2021

Connext 2021, 24 aziende bresciane alla seconda edizione

Dopo la pausa forzata del 2020 torna il grande evento di Confindustria, organizzato per favorire partnership e occasioni di collaborazione tra imprese

19/11/2021

«Eureka! Si può fare!» al festival Science on Stage Europe

L'iniziativa, promossa da Confindustria Brescia con l'associazione Aghi magnetici, AIF - Associazione dell'insegnamento della fisica e il patrocinio e di Federmeccanica, stata scelta insieme ad altre 10 proposte italiane per partecipare al pi importante contest didattico per docenti STEM a livello europeo, che si terr a Praga dal 24 al 27 marzo 2022

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier