Skin ADV
Mercoledì 29 Gennaio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE



 


14 Aprile 2015, 15.41

BLOG. Un pesce al giorno

Chi dorme... piglia pesci

di Elio Vinati
Accidenti! Mi son svegliato tardi. Decido comunque di preparare l'attrezzatura per affrontare uno dei miei fiumi preferiti: il Brembo. (prima parte)

Scelgo un tratto di media valle, arrivando sullo spot di pesca verso le 10 e 30.
Pesco a spinning con la mia 2,40m, nylon dello 0,22mm e un martin del  9 color giallo vespa.
Mi accorgo però da subito che le condizioni del fiume non sono le solite, il fondo è completamente ricoperto da sabbia e detriti, probabile risultato di uno svaso di una delle centrali idroelettriche situate più a monte.

Devo cambiare strategia, o meglio devo cambiare posto: salire a monte o scendere più a valle? Questo è il dilemma.
Azzardare lassù dove il fiume si fa torrente con quelle magnifiche buche nascoste e protette da ciclopici massi, con acque ancora fredde oppure i comodi raschi di fondovalle con ampie lame che spesso mi hanno dato soddisfazione in questo periodo? Azzardo!.

Giungo sulle sponde di un tratto a me noto sugli 800m circa di altitudine.
Dopo un frugale pasto a base di pane e formaggio del luogo, mi appresto a bagnare la lenza ben oltre il mezzogiorno.
Incredibile! Dopo pochi lanci, il rotante del 3 dorato viene violentemente attaccato da una combattiva iridea (sopravvissuta alla semina dell'apertura) in una buca ombreggiata sotto un ponte.

L'acqua è cristallina e la sua temperatura è intorno ai 9 gradi, quella esterna si attesta circa sui 16 gradi: sembrerebbero delle condizioni ideali per le trote in questo inizio di primavera.
Nella lama successiva un'altra iridea aggredisce l'esca con voracità.

Caspita! Già due indizi nell'arco di pochi minuti
, ma me ne serve ancora uno per capire se può essere o meno una grande giornata di pesca: lei, la regina, la fario.

Ed eccola! In un piccolo raschio la vedo fuoriuscire da sotto un sasso, scattare e rincorrere l'artificiale con bramosia, raggiungerlo e colpirlo con veemenza.
E' proprio una grande giornata di pesca, ed è solo all'inizio...


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
30/11/2014 08:00:00
Trota lago al Cigno Con la chiusura della pesca alla trota per il periodo della frega mi cimento in una battuta di pesca al laghetto del Cigno a Borgosatollo

31/03/2015 09:47:00
Il moschista, la trota che bolla e l'apprendista La giornata sembra propizia e vorrei qui sfatare la credenza comune secondo la quale la pesca a mosca secca si pratichi soprattutto nei mesi caldi

05/06/2015 15:38:00
«Farioland» Ci sono momenti unici e irripetibili. Piccole finestre temporali in cui un fiume o torrente apparentemente "morto" si anima improvvisamente di una frenetica attività

16/02/2015 15:43:00
Pronti all'apertura Tic-tac, tic-tac. Le lancette del tempo segnano l'approssimarsi dell'evento più atteso dell'anno: l'apertura della pesca alla trota

22/03/2015 12:00:00
Là dove la corrente schiuma Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ciò, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me più congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015



Notizie da Pescatori
21/01/2020

Il piacere sta nell'attesa

L'inizio del nuovo anno è coinciso con un periodo di meritato 'riposo' dall'attività alieutica, a differenza della scorsa stagione (vedi articolo 'lucciopatia')


24/11/2019

Meglio una volta farlo che cento volte dirlo

Sono passato spesso accanto al fiume Chiese in località Pieve di Bono, in Trentino, più precisamente nella zona 'a prelievo nullo', ovvero la no kill 2

27/09/2019

Un salto all'incantevole Vaia

È una meravigliosa giornata di sole e il cielo privo di nuvole si specchia nelle acque cristalline del bacino lacustre, le cui sponde sono già ben frequentate da diversi pescatori...

28/06/2015

Sgombri in Adriatico

Da qualche anno mi spingo fino alle sponde del “vicino” mar Adriatico a caccia di sgombri

05/06/2015

«Farioland»

Ci sono momenti unici e irripetibili. Piccole finestre temporali in cui un fiume o torrente apparentemente "morto" si anima improvvisamente di una frenetica attività

19/05/2015

Nell'Abbioccolo, sulla cresta dell'onda

Decido di affrontare il torrente Abbioccolo a Lavenone, in Val Sabbia, una meta che mi sono prefissato da qualche tempo

27/04/2015

Chi dorme...piglia pesci (seconda parte)

Il cammino prosegue lungo le sponde di questo tratto di alto brembo in una giornata che sembra rivelarsi unica

31/03/2015

Il moschista, la trota che bolla e l'apprendista

La giornata sembra propizia e vorrei qui sfatare la credenza comune secondo la quale la pesca a mosca secca si pratichi soprattutto nei mesi caldi

22/03/2015

Là dove la corrente schiuma

Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ciò, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me più congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015

02/03/2015

Pinne come ali

Inizia la Stagione, le prime trote, quella voglia e quel paesaggio.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier