Skin ADV
Mercoledì 29 Gennaio 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE



 


05 Giugno 2015, 15.38

BLOG. Un pesce al giorno

¬ęFarioland¬Ľ

di Elio Vinati
Ci sono momenti unici e irripetibili. Piccole finestre temporali in cui un fiume o torrente apparentemente "morto" si anima improvvisamente di una frenetica attività

La sfida è rappresentata non solamente dalla ricerca costante di questo momento, ma anche dal saperlo affrontare quando si palesa. E' in queste situazioni che la pesca raggiunge il proprio apice. Giornate apparentemente vuote e improduttive, dove per ore e ore si è bagnata la lenza senza esito e poi, in pochi minuti, puoi assistere in diretta "live" al balenio argenteo di una trota che esce spavalda e impavida dalla propria tana e aggredisce l'esca, sia essa un rotante o una mosca artificiale. Puro spettacolo. Puoi apprezzare come la trota fario sia una spietata predatrice e dominatrice del proprio ambiente e regina del suo habitat.

Ricordo, ad esempio, poche settimane fa sul fiume Sarca, pescando a mosca secca, quando, probabili temporali a monte, hanno risvegliato le trote fino ad allora sornione (i pesci avvertono per tempo i cambiamenti delle condizioni climatiche) e nella medesima buca ho catturato (ma anche mancato) diverse trote di buone dimensioni. Un vero idillio, un vero parco giochi nella terra delle fario. Ove si posava la mia mosca, una fario non esitava a ghermirla con prepotenza.

Qualche giorno prima sul fiume Brembo, a spinning, mi è capitato di imbattermi in una buca ristretta, schiacciata tra le rocce, e far saltar fuori dall'acqua tre trote vicino alla trentina. Non è dato sapere cosa in quel particolare momento abbia scatenato la furia delle fario, quale elemento chimico abbia innescato la caccia indiscriminata, nella quale l'atavica diffidenza della trota viene meno, lasciando spazio alla frenesia alimentare.

In queste condizioni bisogna comunque mantenere alcune accortezze, senza farsi prendere dalla foga, come l'avvicinamento a una lama promettente. Spesso infatti, risalendo il fiume a inizio lama possono stazionare piccole trotelle che, fuggendo alla nostra comparsa, allarmano l'intero spot di pesca, allontanando così la possibilità di catturare l'esemplare di taglia.

La morale è che le trote grosse ci sono eccome, bisogna avere fiducia e insistere perché quel momento arriva... 
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
01/06/2014 09:05:00
Pescatore vs pinnuto Questa settimana il fish blogger Elio Vinati ci porta con ironia nel vivo di una vera e propria sfida ingaggiata contro un infido avversario: una trota fario da 35 cm

24/12/2014 13:30:00
Pesco nei ricordi √ą inverno. √ą tempo di risistemare, riordinare, controllare e fare manutenzione delle proprie attrezzature di pesca

22/03/2015 12:00:00
L√† dove la corrente schiuma Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ci√≤, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me pi√Ļ congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015

30/11/2014 08:00:00
Trota lago al Cigno Con la chiusura della pesca alla trota per il periodo della frega mi cimento in una battuta di pesca al laghetto del Cigno a Borgosatollo

08/08/2014 07:22:00
Ai confini della Valtrompia Sveglia all'alba. E' tempo di andare in alto, là dove nascono e sgorgano i torrenti che hanno nutrito, protetto e nascosto per tutto l'inverno la trota fario



Notizie da Pescatori
21/01/2020

Il piacere sta nell'attesa

L'inizio del nuovo anno è coinciso con un periodo di meritato 'riposo' dall'attività alieutica, a differenza della scorsa stagione (vedi articolo 'lucciopatia')


24/11/2019

Meglio una volta farlo che cento volte dirlo

Sono passato spesso accanto al fiume Chiese in localit√† Pieve di Bono, in Trentino, pi√Ļ precisamente nella zona 'a prelievo nullo', ovvero la no kill 2

27/09/2019

Un salto all'incantevole Vaia

√ą una meravigliosa giornata di sole e il cielo privo di nuvole si specchia nelle acque cristalline del bacino lacustre, le cui sponde sono gi√† ben frequentate da diversi pescatori...

28/06/2015

Sgombri in Adriatico

Da qualche anno mi spingo fino alle sponde del “vicino” mar Adriatico a caccia di sgombri

19/05/2015

Nell'Abbioccolo, sulla cresta dell'onda

Decido di affrontare il torrente Abbioccolo a Lavenone, in Val Sabbia, una meta che mi sono prefissato da qualche tempo

27/04/2015

Chi dorme...piglia pesci (seconda parte)

Il cammino prosegue lungo le sponde di questo tratto di alto brembo in una giornata che sembra rivelarsi unica

14/04/2015

Chi dorme... piglia pesci

Accidenti! Mi son svegliato tardi. Decido comunque di preparare l'attrezzatura per affrontare uno dei miei fiumi preferiti: il Brembo. (prima parte)


31/03/2015

Il moschista, la trota che bolla e l'apprendista

La giornata sembra propizia e vorrei qui sfatare la credenza comune secondo la quale la pesca a mosca secca si pratichi soprattutto nei mesi caldi

22/03/2015

Là dove la corrente schiuma

Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ci√≤, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me pi√Ļ congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015

02/03/2015

Pinne come ali

Inizia la Stagione, le prime trote, quella voglia e quel paesaggio.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier