Skin ADV
Sabato 24 Ottobre 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




19 Settembre 2014, 07.01

Genitori & Figli

La guerra davanti agli occhi dei bambini

di Giuliana Beghini Franchini
La guerra esibita in TV, i morti ammazzati di uomini, donne o bambini, la violenza dei conflitti in Palestina, in Iraq, sono davanti agli occhi di tutti e dunque anche dei bambini

A loro deve andare la nostra attenzione perché non dovrebbero essere mai lasciati soli di fronte alle immagini di violenza.
In questo nostro tempo invece li stiamo esponendo ad ogni genere di comportamento violento.
Quello delle fiction o dei videogiochi e quello drammatico dei conflitti che  incendiano il pianeta un po' ovunque. Mi rendo conto che a  volte è davvero difficile evitare loro di imbattersi in corpi distrutti, cadaveri, assassini, sparatorie e ammazzamenti. Eppure bisognerebbe salvaguardare la loro incolumità mentale e psicologica.

Per poterlo fare penso alla necessità di esserci.
Essere accanto al bambino significa accompagnarlo a vedere la TV e quelle immagini ormai crude e invadenti che per il diritto di informazione ci vengono profuse ad ogni ora del giorno.  
Essergli vicino vuol dire aiutarlo a leggere quello che vede.
E' l'adulto, il genitore o l'educatore, che ha il dovere di contestualizzare le immagini della violenza e allo stesso tempo far sapere con le parole appropriate quali situazioni sono finte  e quali invece appartengono alla realtà. Con la giusta cornice affettiva possiamo aiutarli a metabolizzare le emozioni provate.

Se non abbiamo il coraggio e la forza di spegnere la televisione mentre mangiamo, dobbiamo sapere che i bambini fino agli 8 anni, non hanno ancora elaborato il concetto della morte.
E’ necessario allora spiegare loro età cosa sta accadendo, contenere l’inevitabile paura che essi possono provare e l’angoscia che si può sviluppare. Non è raro che un bambino vedendo ammazzamenti e devastazione, abbia incubi notturni, manifesti irrequietezza di giorno o sviluppi insonnia e disturbi psicosomatici.

Vedere insieme con loro la guerra "televisiva" vuol dire non lasciarli soli con i loro interrogativi, ma anche permettergli di parlare ed esprimere i loro sentimenti e farci domande sulle cose che non capiscono.
Significa rassicurarli e tranquillizzarli. Significa impedire che la spettacolarizzazione della tragedia umana si trasformi nella loro mente in un gioco, simile ai tanti videogiochi che i bambini utilizzano ormai troppo frequentemente.
Significa impedire che la realtà diventi virtuale.

Con i più grandi, gli adolescenti, il discorso può essere diverso.
Essi hanno più strumenti critici per leggere ciò che accade, ma vanno guidati a capire ed evitare il pregiudizio.
Vanno orientati a dare un significato alla violenza, e "educati" a capire che ci sono anche altri modi per gestire i conflitti anche se, oggi come oggi, possiamo tristemente affermare che siamo ancora fallimentari sul piano della negoziazione e della diplomazia.

Giuliana Beghini Franchini
www.officinabenessere.net


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/06/2014 07:07
Le paure dei bambini e quelle dei genitori Stasera a Villanuova un altro incontro per il ciclo GENITORI IN FORMA-zione. Alle 20,30 nella sala consiliare del Comune, con la dottoressa Giuliana Beghini Franchini, psicologa e psicoterapeuta infantile. Le abbiamo chiesto di anticipare qualcosa sul tema

09/12/2012 10:15
Bugie, disturbi alimentari e furti dei nostri figli In questo secondo articolo sul disagio dei bambini lo psicologo lumezzanese prende in esame altri tre comportamenti che si possono manifestare, fornendo preziosi consigli ai genitori su come venirne a capo grazie ad esempio all'ascolto attivo

07/12/2012 10:15
I segnali del disagio nei nostri figli Gianpiero Rossi affronta in questo primo di due articoli sul disagio tre comportamenti che si manifestano nei bambini e nei ragazzi: irrequietezza, timidezza e rabbia. E per ciascuno qualche consiglio per i genitori su come aiutare i propri figli

31/07/2014 08:15
In vacanza coi figli Il tempo della vacanza è il tempo in cui cambiano i ritmi quotidiani e andare in vacanza con i figli richiede programmazione e preparazione

15/11/2014 08:00
Separazione: come ragiscono i figli? La separazione si configura come evento protratto nel tempo e spesso molto conflittuale. Perché la separazione risulta difficile? I figli risentono della separazione?



Notizie da Genitori e Figli
11/02/2020

Per un'educazione digitale

Il Safe Internet Day (SID) che si celebra quest’anno punta ancora alla sicurezza in Rete con lo slogan “Connessi e sicuri”


02/12/2019

Educare i maschi

Hanno fatto scalpore i dati recenti dell’Istat che ci hanno mostrato uno scenario sconvolgente sulla violenza alle donne, la quale colpisce nel corso della vita il 31,5% delle 16-70enni, ovvero più di 6 milioni...


07/10/2019

Mamme tigri e figli stressati

La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

18/11/2018

Madri che uccidono

Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

20/06/2015

Tempo di esami

Tempo di bilanci per gli studenti, ovvero tempo di esami. E con questi ansia e stress. Perché gli esami, si sa, sono una messa alla prova, una verifica per poter passare da un livello ad un altro

06/05/2015

Mala Educaciòn

Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

29/04/2015

Le parole nella separazione

Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

21/04/2015

L'elogio del dubbio 2

È ripartito anche  quest’anno il ciclo di incontri di Educativa Familiare denominato GENITORI IN FORMAzione. Il primo incontro di questo percorso si è tenuto martedì scorso a Villanuova sul Clisi e il secondo avrà luogo a Barghe questa sera


23/03/2015

Il legame fraterno

La relazione che lega i fratelli può essere semplice e allo stesso tempo complessa, ma costituisce il primo rapporto affettivo che potremmo definire orizzontale perché si sviluppa tra pari


10/03/2015

Cyberbullismo

Alcuni giorni fa la RAI ha trasmesso un video mostrando un episodio di bullismo: una ragazza di 17 anni che con inaudita violenza aggredisce un’altra ragazza di 12 anni

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier