Skin ADV
Mercoledì 01 Aprile 2020
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



25 Febbraio 2020, 09.00
Valtrompia
Coronavirus

Giusta attenzione, no psicosi

di Cesare Fumana
Nell’incontro del Prefetto con i sindaci bresciani ribadito l’obiettivo delle misure drastiche per contrastare il contagio di Coronavirus, per evitare conseguenze sulla sanità pubblica
Aggiornamento ore 9.00

Sull’emergenza Coronavirus sembra che in alcuni casi la situazione stia sfuggendo di mano, complice anche della comunicazione, dei media in generale, noi compresi.

Va ribadito che le misure (scuole chiuse, locali pubblici chiusi, campionati e gare sospesi, ecc.) sono state prese per evitare l’assembramento delle persone, che potrebbe essere veicolo di propagazione del virus, non tanto perché il virus sia letale.

Un giusto approccio
Per questo, in queste ore, uomini delle istituzioni e del mondo sanitario si stanno affannando per fare in modo che la popolazione abbia il giusto approccio alla situazione. Nessuna sottovalutazione di rischi, ma nemmeno allarmismi che stanno in tanti casi sfociando nella psicosi. Il Coronavirus non sarebbe altro, questa l’informazione che medici e virologi stanno cercando di far comprendere alla gente, che una forma un po’ più forte di un qualsiasi virus influenzale, per altro molto simile anche nelle manifestazioni.
Particolarmente esposti al rischio di conseguenze più gravi sarebbero anziani e persone con altre patologie debilitanti. Il rispetto di alcune elementari norme igieniche e del decalogo predisposto nei giorni scorsi da Ministero della Salute e Regione Lombardia garantirebbe già un buon livello di prevenzione.

Perché allora queste misure drastiche?
Siccome si tratta di un virus nuovo, quindi le persone non hanno gli anticorpi per combatterlo e la sua diffusione potrebbe diventare un problema sanitario per gli ospedali e i medici, che faticherebbero a curare troppi ammalati contemporaneamente.

Panico ingiustificato

Anche in alcuni supermercati della Valle Sabbia, come in città e in altri luoghi d si sono registrati degli “assalti” ingiustificati ad accaparrarsi cibo ed altri beni, sia nel pomeriggio di domenica sia nella giornata di lunedì.
Un comportamento ingiustificato dato che i negozi alimentari e i supermercati non subiranno alcuna limitazione di apertura e saranno riforniti regolarmente come sempre.

Vademecum dalla Prefettura

Ieri il Prefetto di Brescia, Attilio Visconti, dopo aver incontrato le istituzioni bresciane, le forze dell’ordine, e altri enti (Ufficio scolastico, diocesi, ecc), ha incontrato a S. Giulia tutti i sindaci bresciani, per rispondere a esigenze comuni dei primi cittadini.
Prendendo come base un documento regionale, ha specificato meglio alcuni punti dell’ordinanza del Ministero della Salute per contenere il coronavirus.

Gli uffici comunali e di altri enti pubblici rimarranno aperti al pubblico con alcuni accorgimenti (vetro o distanza fra cittadini e impiegati, no sale d’aspetto, meglio incontri per appuntamento, quando possibile meglio comunicazione telematica).

Rispetto ai mercati settimanali o rionali non sono previste restrizioni, tranne che nei fine settimana, sabato e domenica, che non si possono tenere. Ogni sindaco ha facoltà di decidere per quelli dal lunedì al venerdì. Ad esempio quello di oggi, martedì a Prevalle è stato soppresso; per quello di mercoledì a Gavardo e di venerdì a Villanuova si deciderà oggi *.

Si possono tenere le riunioni di giunta e anche i consigli comunali ma a porte chiuse (consigliato lo streaming).

Tutti gli eventi e le riunioni e le attività ludico sportive in base all’ordinanza lettera C «la sospensione di manifestazioni o iniziative di qualsiasi natura, di eventi e di ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi aperti al pubblico» sono da ritenersi sospese (si intendono fra questi anche palestre, centri sportive, piscine e centri natatori, centri benessere, i centri termali, campi di allenamento). Si conferma inoltre che le attività di centri culturali, centri sociali, circoli ricreativi, restano chiuse.

Anche nei paesi della Valle Sabbia molte iniziative delle biblioteche, dei Comuni e delle associazioni sono state cancellate e rimandate a data da destinarsi.


(*) Aggiornamento ore 9.00
Anche il mercato settimanale del mercoledì a Gavardo è stato sospeso.

Invia a un amico Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/03/2020 09:00:00
Nuova stretta sulla Lombardia L'ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana - in vigore a partire da oggi, 22 marzo - contiene misure ancora più stringenti per fermare il contagio da coronavirus. L'imperativo è agire nel minor tempo possibile

02/03/2020 09:00:00
Ancora una settimana di limitazioni Governo e Regione Lombardia hanno diramato l’aggiornamento delle misure disposte fino a domenica 8 marzo per contenere la diffusione del coronavirus. La maggior parte ricalca quelle della scorsa settimana, ma c’è qualche novità

01/03/2020 09:00:00
Scuole chiuse per un'altra settimana A causa dell’emergenza Coronavirus in Lombardia, Veneto ed Emilia le attività didattiche rimangono sospese fino all’8 marzo. Prolungata anche la sospensione di eventi e manifestazioni per evitare gli assembramenti


12/03/2020 16:20:00
Omal, 50 mila euro per il Civile L'azienda originaria della Val Trompia ha fatto un'importante donazione alla Fondazione Spedali Civili di Brescia per l’emergenza Coronavirus

03/03/2020 09:55:00
Tornano i mercati, solo prestiti in biblioteca Negozi, mercati, musei, biblioteche: nella riunione di ieri del Comitato per la sicurezza e l'ordine pubblico presieduto dal Prefetto di Brescia l’interpretazione corretta del decreto valida per tutto il territorio bresciano



Notizie da Valtrompia
30/03/2020

Fondi ai Comuni per buoni spesa

 Il governo ha assegnato dei fondi ai Comuni per l'emergenza alimentare per sostenere le famiglie rimaste senza possibilità di fare la spesa. Il riparto dei fondi in Valle Trompia

30/03/2020

I Comuni bresciani a sostegno del Made in Italy

Sono molti i Comuni che hanno accolto l’invito della Coldiretti a sostenere attraverso i social, con l’hashtag #mangiaitaliano, le produzioni agroalimentari italiane e locali, eccellenze da valorizzare soprattutto in questo momento di emergenza

29/03/2020

Bandiera a mezz'asta e un minuto di silenzio

L'invito del Presidente della Provincia di Brescia per questo martedì 31 marzo per i sindaci e per tutta la popolazione di osservare un minuto di silenzio a mezzogiorno per tutte le vittime del coronavirus


27/03/2020

«Corretti pagamenti e liquidità: due emergenze da affrontare»

I due temi sono al centro dei colloqui che l’Associazione Industriale Bresciana sta avendo con il sistema bancario locale e nazionale. Giuseppe Pasini (Presidente Aib): “Il tema dei pagamenti e della liquidità è oggi imprescindibile”

26/03/2020

Mascherine ai Comuni tramite la Protezione civile

Grazie alla raccolta fondi AiutiAMObrescia sono giunte anche in Valle Trompia alcune mascherine per il personale della Protezione civile ma non solo

23/03/2020

A Brescia continuano i controlli

Nel weekend appena trascorso sono state ben 180 le persone denunciate dai Carabinieri perché violavano le prescrizioni relative al Covid-19, circolando senza un valido motivo

23/03/2020

Nuove misure sulle attività produttive industriali e commerciali

La Prefettura di Brescia rende note le procedure per le comunicazioni delle richieste di prosecuzione delle attività filiera e a ciclo produttivo continuo

22/03/2020

Nuova stretta sulla Lombardia

L'ordinanza del presidente della Regione Attilio Fontana - in vigore a partire da oggi, 22 marzo - contiene misure ancora più stringenti per fermare il contagio da coronavirus. L'imperativo è agire nel minor tempo possibile

22/03/2020

Conte: «Chiuse tutte le attività produttive non necessarie»

L’annuncio del Governo è arrivato ieri sera. Chiusa ogni attività non necessaria, massimo ricorso allo smart working. Niente allarmismi, però: i supermercati rimangono aperti e saranno assicurati tutti i servizi pubblici essenziali

21/03/2020

Adunata nazionale a Rimini rinviata a ottobre

Lo ha deciso all’unanimità il Consiglio Direttivo Nazionale dell'Ana, riunito venerdì in videoconferenza. Il presidente Favero: «Prioritaria l’esigenza di tutelare la salute di tutti»
• Video


  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier