Skin ADV
Giovedì 12 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

Giuliana Franchini
Psicologa, psicoterapeuta infantile, autrice di libri sulla relazione educativa e favole per aiutare i bambini a crescere bene
Giuseppe Maiolo
Psicoanalista e docente di Educazione alla sessualità all''Università di Bolzano. Si occupa di formazione dei genitori e di disagio giovanile
Officina del Benessere, Puegnago, tel. 0365.651827
 
 




02 Dicembre 2019, 07.53

Blog - Genitori e figli

Educare i maschi

di Giuseppe Maiolo
Hanno fatto scalpore i dati recenti dell’Istat che ci hanno mostrato uno scenario sconvolgente sulla violenza alle donne, la quale colpisce nel corso della vita il 31,5% delle 16-70enni, ovvero più di 6 milioni...

...Ma ancora più incredibile per il nostro tempo è il dato relativo alla percezione comune della violenza.
Secondo l’indagine, una persona su quattro pensa che l’aggressione sessuale sia scatenata nei maschi dal modo di vestire di una donna e il 39,3% ritiene che se una davvero non vuole un atto sessuale, sia in grado di sottrarsi.
Diventa doveroso allora domandarsi il perché di queste risposte e soprattutto interrogarsi su quali modelli culturali e educativi stiamo fornendo a chi cresce e si prepara alle relazioni. 

Penso che il discorso sull’educazione dei figli e in particolare dei maschi, debba essere messo sotto quella lente di ingrandimento, quella che ci serve per vedere quanto la violenza maschile non c’entri con la virilità e la sua espressione.
Così come è fuorviante collegarla a una qualche devianza di un gruppo di maschi maniaci e emarginati. Quest’ultima è un’equazione semplicistica e fuorviante che alimenta solo risposte di emergenza e politiche basate esclusivamente sulla repressione.

Dovremmo invece parlare di educazione al maschile e provare a individuare di quali eventuali deficit è portatrice l’immaginario dei maschi o, più ancora, cosa rende possibile il fatto che gli aspetti mostruosi, presenti in ognuno di noi, diventino pensieri e gesti violenti.

Urge che si apra una profonda riflessione con cui aiutare gli uomini a capire cosa accade nelle pieghe oscure dell’anima e possa essere davvero utile a rintracciare nel proprio interno, quel lato oscuro e malefico che si annida dentro.
Perché è fondamentale che i maschi sappiano quanto il proprio maschile, per sua natura, sia generatore di violenza.
Ed è altrettanto necessario che siano in grado di rintracciare i fili sotterranei che legano le storie, i desideri, le fantasie, i bisogni anche “normali”, all’aggressività e alla violenza.

Non si tratta di trovare giustificazioni.
Ma, al contrario, urge costruire un sentire maschile più ampio, capace di ascoltare le proprie parti mostruose e contenere l’ombra perfida di quel notturno Mister Hyde che si aggira nell’oscurità dell’inconscio da cui troppo spesso siamo lontani.

Perché questo accada
serve promuovere per gli uomini e ancor di più per i giovani e i bambini, percorsi di crescita interiore, attenzione e ascolto alle emozioni proprie e altrui, che servano a dare un significato a ciò che proviamo e un volto a quel demone nascosto nel sottosuolo della coscienza.

Abbiamo bisogno di cambiare radicalmente il progetto educativo soprattutto dei maschi che stiamo facendo crescere fragili e deboli, forse proprio a causa di un eccesso di maternage e al contempo di assenza paterna.
Dovremmo rivedere quella tendenza all’ipercura di tante madri che esercitano da sole le funzioni educative senza l’affiancamento di un padre normativo e regolativo.
Perché è la presenza di un equilibrato codice maschile che fa crescere i maschi non solo nel rispetto delle regole e degli altri, ma aiuta a gestire le pulsioni violente sulle donne.

Giuseppe Maiolo
psicoanalista
Università di Trento
www.officina-benessere.it


Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
03/03/2012 10:00:00
Due incontri per avvicinare genitori e figli Un miniciclo dal titolo "Problemi educativi tra genitori e figli, strategie di cambiamento" è stato promosso da Coordinamento genitori e Comune nelle serate del 6 e 13 marzo

19/09/2014 07:01:00
La guerra davanti agli occhi dei bambini La guerra esibita in TV, i morti ammazzati di uomini, donne o bambini, la violenza dei conflitti in Palestina, in Iraq, sono davanti agli occhi di tutti e dunque anche dei bambini

07/10/2019 16:32:00
Mamme tigri e figli stressati La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

23/02/2012 09:00:00
Internet, genitori e figli Stasera alle ore 20.30 al teatro San Faustino di Sarezzo si tiene l'incontor formativo "Internet! Figli (dentro), genitori (fuori)" nell'ambito della rassegna "Il resto è fiera"

20/01/2014 09:28:00
Le 'C' dell'educazione Educare è un'arte, ovvero un misto di  operazioni che richiedono risorse oggettive e conoscenze teoriche ma soprattutto impegno personale, disponibilità relazionale ed estro creativo



Notizie da Genitori e Figli
07/10/2019

Mamme tigri e figli stressati

La “mamma-tigre” è ormai una metafora nota. Descrive un modello educativo materno che, negli ultimi anni, si è diffuso anche da noi.

18/11/2018

Madri che uccidono

Uccidere i figli e togliersi la vita è un gesto che ti appare mostruoso, inconcepibile, innaturale e contrario all’idea che abbiamo delle madri che i figli li mettono al mondo e li fanno crescere.

20/06/2015

Tempo di esami

Tempo di bilanci per gli studenti, ovvero tempo di esami. E con questi ansia e stress. Perché gli esami, si sa, sono una messa alla prova, una verifica per poter passare da un livello ad un altro

06/05/2015

Mala Educaciòn

Mi capita spesso di incontrare genitori che si lamentano dei figli adolescenti, ma non solo, segnalano anche il disagio per l'utilizzo da parte dei ragazzi di parolacce ad ogni piè sospinto

29/04/2015

Le parole nella separazione

Terzo incontro del ciclo GENITORI IN FORMAzione questo giovedi 30 aprile 2015 nella sala Consiliare di Roè Volciano. Relatrice la dottoressa Ilaria Marchetti, mediatrice familiare e conduttrice di "gruppi di parola"

21/04/2015

L'elogio del dubbio 2

È ripartito anche  quest’anno il ciclo di incontri di Educativa Familiare denominato GENITORI IN FORMAzione. Il primo incontro di questo percorso si è tenuto martedì scorso a Villanuova sul Clisi e il secondo avrà luogo a Barghe questa sera


23/03/2015

Il legame fraterno

La relazione che lega i fratelli può essere semplice e allo stesso tempo complessa, ma costituisce il primo rapporto affettivo che potremmo definire orizzontale perché si sviluppa tra pari


10/03/2015

Cyberbullismo

Alcuni giorni fa la RAI ha trasmesso un video mostrando un episodio di bullismo: una ragazza di 17 anni che con inaudita violenza aggredisce un’altra ragazza di 12 anni

25/02/2015

La psicologia del branco

Il partecipato dibattito, anche critico, al tema del padre mancante trattato la volta scorsa, mi fa dire che sull’argomento educazione e funzioni genitoriali c’è, come giusto, grande attenzione e interesse

02/02/2015

Il padre mancante

Stupisce, come sempre, Papa Francesco ma coglie nel segno. I padri di oggi sono latitanti, assenti, distanti dai figli. Io aggiungerei mancanti, perché mancano delle loro funzioni principali.

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier