Skin ADV
Martedì 07 Febbraio 2023
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 


29 Settembre 2022, 08.51

Economia e Lavoro

Con il marmo di Botticino per costruire anche i templi del futuro

di red.
Una cinquantina fra progettisti e tecnici hanno visitato le cave di Nuvolera, alla ricerca di materiali adatti ad edificare templi mormoni negli Usa

Si dice che il marmo è cultura prima di essere arte o architettura ed è certamente vero infatti il nostro territorio può vantare una tradizione nell’estrazione e nella lavorazione della pietra che si perde nella notte dei tempi, cosa che rappresenta, assieme alla diffusione in tutto il mondo, la continuità con cui è stato utilizzato a scopo celebrativo, ancora prima che nelle costruzioni residenziali, nell'edilizia religiosa.

Del resto, non è forse vero che già nel secondo libro della Bibbia è data notizia della costruzione di un altare con le colonne di onice? Evidentemente, fin d'allora il marmo aveva acquisito un significato simbolico.

La chiesa mormone è giovane ma conta nel Mondo diversi milioni di adepti e continua a crescere, ecco spiegata la necessità di costruire nuovi luoghi di incontro e preghiera, nel 2019 l’inaugurazione del grande tempio di Roma realizzato utilizzando marmi e pietre meravigliose.

E’ stata particolarmente gradita dunque a Nuvolera la visita di una delegazione composta da una cinquantina tra architetti, impresari edili, installatori e arredatori provenienti dagli Stati Uniti e specializzati nella realizzazione di progetti per la realizzazione dei nuovi templi e dei centri religiosi che la chiesa mormone ha in programma di costruire nei prossimi anni.

Accolti dal Presidente del Consorzio Cavatori Enea Butturini e dal Consigliere del Comune di Nuvolera con delega alle cave Nicola Bianco Speroni gli ospiti guidati da Vince Marazita e Peter Harrison, fra i massimi esperti mondiali nell’impiego della pietra in architettura, hanno potuto visitare le cave di estrazione del Botticino, una pietra talmente dura che ancora possiamo ammirare i templi costruiti dai romani con questo materiale.

In cava è stato mostrato loro il lavoro di estrazione del blocco con l’uso del filo diamantato e la prima sbozzatura del blocco.

Successivamente presso la Ghirardi Marmi, azienda leader per i grandi progetti internazionali, l’incontro con Franco, Giuliano, Daniele e Stefano Ghirardi che hanno potuto, ognuno per la propria specifica competenza illustrare la lavorazione finale della pietra e alcuni progetti realizzati negli ultimi anni: dal nuovo aeroporto di Doha al Westin Hotel di Londra, dallo Sheraton di Muscat in Oman alla  Moschea Masjidsi Masjid Sri Sendayan di Negeri Sembilan in Malesia.

Visualizza per la stampa

TAG





Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
22/04/2012 10:00
Fra strettoie e camere d'acqua in Sulpan Cave e Male-Ho La spedizione guidata da Matteo Rivadossi continua il lavoro nelle grotte sull'isola di Samar (Filippine Centrali) alla ricerca di una giunzione. Per ora sono stati aggiunti altri 2 chilometri e 300 metri

22/07/2021 11:15
Piano cave, miglior punto di equilibrio possibile Corrado Gatti (presidente Industrie estrattive, materiali da costruzione, legno di Confindustria Brescia): "Positiva l'adozione del nuovo Piano Cave da parte della Provincia di Brescia, ora si proceda all'approvazione definitiva in Consiglio Regionale"

20/07/2013 10:45
Anche Irma ricorre ai voucher anti crisi Mancava praticamente solo la più piccola delle municipalità triumpline, che hanno aderito in blocco al progetto per il lavoro accessorio promosso dalla Provincia. Anche Irma investe con 6 buoni lavoro per una spesa complessiva di 1.800 euro

23/11/2012 09:00
Sant'Apollonio si gode il suo nuovo sagrato Da poco sono terminati nella frazione lumezzanese i lavori per la posa della nuova pavimentazione in cubetti di porfido con inserti in marmo bianco di Botticino davanti alla chiesa parrocchiale, abbellita anche da tre grandi dipinti

24/10/2012 10:00
Alla ricerca dei misteriosi sversatori Dopo l'ennesimo episodio di sversamento abusivo che venerdì ha colorato il Gobbia di rosso per la quarta volta consecutiva, i tecnici di Arpa e Comune di Lumezzane hanno ristretto l'origine dell'inquinamento al tratto tra Pieve e Gazzolo



  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier