Domenica a Collio per una «Giornata Dop»
di Erregi

Domenica 14 luglio il pomeriggio di Collio vedr protagonista il formaggio Nostrano Dop Valtrompia con due laboratori su invito, mentre la sera si esibiranno i Malghesetti e per tutti un gioco di degustazione

 
Con una conferenza stampa organizzata al ristorante "Tamì" in piazza Zanardelli a Collio è stata presentata l'iniziativa "Una giornata Dop" che si terrà a partire dalle ore 16 di domenica 14 luglio e unirà i sapori a cultura e tradizione.
 
Presenti alla conferenza rappresentanti di Comunità montana, Gal Gölem, Comune di Collio e comitato per il Nostrano Valtrompia, con Fausto Paterlini, vicesindaco, che ha dichiarato come un prodotto come il Dop triumplino sia un vero motivo di vanto.
 
Sandra Gelsomini, assessore in Comunità montana ha poi sottolineato che la tradizione e la storia della Valle del Mella è un tesoro da conservare e anche valorizzare, anche attraverso la partecipazione dell'amata band "I Malghesetti".
 
Mauro Sigurtà, ancora della Comunità montana ha anche ricordato che il progetto per la diffusione del Nostrano Dop è ben più ampio e che questa domenica sarà solo l’inizio di un vasto programma, mentre Silvio Zanini, presidente del Comitato promotore del Valtrompia Dop ricorda che, ora che la denominazione è stata raggiunta, va anche fatta fruttare, sempre sostenendo gli allevatori di zona.
 
Anche Laura Boldi, direttrice del Gal Gölem, è intervenuta brevemente per ricordare come anche il supporto dei privati sia stato fondamentale per questo e molti altri progetti di valorizzazione della zona triumplina e del Sebino, mentre Ugo Bonazza dell’Organizzazione
Nazionale Assagiatori di Formaggi ha posto l’attenzione sul formaggio Valtrompia in sé.
 
Se un tempo allevatori e consumatori consideravano il Nostrano di casa come una seconda scelta, oggi risulta chiaro che la sua tipicità ed unicità lo portano a non temere il confronto con nessun altro concorrente della filiera casearia italiana, anche dal punto di vista delle proprietà organolettiche e nutritive che lo rendono diverso da qualsiasi altro formaggio e proprio per questo speciale e pregiato, tanto da meritare, solo in tutta la provincia di Brescia, la denominazione di origine protetta.
 
Chiude l’incontro il leader della folk band "I Malghesetti", Massimo Pintossi, che ha espresso la sua soddisfazione nel tornare ad esibirsi a Collio, specie in un occasione che darà rilievo a uno dei prodotti della terra triumplina, quella stessa terrà da dove nascono le canzoni del suo gruppo, intrise di tradizione e storia locale.
 
Tutti gli interventi, infine, sono stati coordinati da Rosaria Paterlini, consigliere del Gal Gölem che ha posto l’accento sull’impegno totale di tutte le parti coinvolte sia nell’iter per il raggiungimento del riconoscimento Dop sia per la successiva campagna di valorizzazione del prodotto.
 
Domenica il programma prevede una Prima Officina del gusto alle 16 con Ugo Bonazza e Lino Magri dell’Onaf e una Seconda Officina al "Tamì", entrambe su invito e con degustazioni.
 
Alle 20 in piazza è atteso il concerto deI Malghesetti e tra un brano e l’altro, i partecipanti alla giornata potranno divertirsi con "Quanto ha?", una prova per indovinare l’età della stagionatura del formaggio dopo averlo assaggiato.
Collio,_Tami,_Giornata_Dop.JPG Collio,_Tami,_Giornata_Dop.JPG Collio,_Tami,_Giornata_Dop.JPG Collio,_Tami,_Giornata_Dop.JPG