Skin ADV
Mercoledì 14 Novembre 2018
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

LANDSCAPE


MAGAZINE



 



09 Aprile 2014, 10.30
Valtrompia
Storie

Cuore triumplino per la Formula Sae dell'Università

di Andrea Alesci
Anche un professore, un ricercatore e un dottorando della Valtrompia all'interno del team che guida il progetto dell'Università di Brescia per la realizzazione di una monoposto

Hanno ingranato la quinta i responsabili del progetto di Formula Sae (o Formula Student), che l'Università degli Studi di Brescia sta portando avanti dallo scorso settembre. 

Uno scatto di marca triumplina per un progetto che vede in prima fila il navense Marco Gadola (professore associato di Meccanica e dinamica del veicolo), il concesiano Stefano Uberti (ricercatore di ruolo nel corso di Meccanica del veicolo) e il cailinese Matteo Romano, dottorando in Meccanica applicata per le esercitazioni laboratoriali come Michele Cima e David Chindamo.
 
Cinque persone a rappresentare il gruppo Automazione all'interno del Dipartimento di Ingegneria meccanica attorno alla realizzazione di una monoposto da far partecipare alla Formula Sae.
 
"L'obiettivo - spiegano i responsabili - è fare ricerca, tanto che negli ultimi anni molte sono state le pubblicazioni relative alla meccanica del veicolo, attività svolta giornalmente insieme alla didattica per gli studenti, che ogni anno sono circa una ventina.
 
Già nel corso del 2013 abbiamo aperto il Kart Lab, dove gli studenti hanno possibilità di lavorare su una macchina da competizione, sviluppando una relazione tra sensazione soggettiva e valore oggettivo tramite l'acquisizione dei dati". 

Il progetto è stato presentato lo scorso mese di settembre, ma è già attivo da febbraio 2013 e - come si diceva - mira a partecipare alla Formula Sae che in Italia si è sviluppata a partire dal 200.
 
"Di fatto - dice Matteo Romano - l'Università è chiamata a disegnare, progettare e realizzare una monoposto, quindi si svolgeranno le gare tra gli studenti, con le facoltà a fare da supporto. 

L'Unversità di Brescia è una della poche in Italia ad avere un curriculum relativo al settore autoveicoli e in questo progetto ci sono una dozzina di persone al lavoro nella fase di progettazione (mediamente ogni team coinvolge dalle 30 alle 50 persone provenienti da diversi curricula).

In questi mesi invernali - prosegue il giovane dottorando triumplino - abbiamo definendo il telaio, le sospensioni, il motore. Abbiamo ottenuto già un buon riscontro sia da parte degli studenti che da parte delle aziende, con queste ultime che hanno messo a disposizione le attrezzature".
 
Un lavoro lungo un anno in una città come Brescia che, dopo Torino, è la seconda in Italia per indotto nel comparto automotive. Per un progetto che ha l'obiettivo di creare una macchina made in brescia, nata in ambiente universitario ma supportata dalle aziende.
 
"Noi siamo sempre alla ricerca di aziende che vogliano far parte del progetto - illustra il professor Marco Gadola -, perché la cosa più importante di tutte è la condivisione delle conoscenze. Lo stesso vale anche per aziende che non operano nell'automotive. 

La proficua collaborazione tra mondo dell'università e mondo del lavoro ci dice che da Ingegneria qui a Brescia in passato sono usciti tanti studenti che poi sono andati a lavorare in aziende Top. Il compito dell'università è saper creare rapporti con le aziende, trovare opportunità.

L'evento al quale ci stiamo preparando è quello di settembre 2014, però, stiamo lavorando contemporaneamente a due telai, così da prepararci anche all'evento del 2015".

Una Formula Student che in Europa si svolge da anni con gare in Ungheria, Gran Bretagna, Olanda, Germania, Italia, oltre al circuito americano dove il campionato si disputa dal 1983.
 
La competizione si svolgerà poi a livelli diversi:

- progettazione dei veicoli davanti a una giuria tecnica che fornisce un'immediata valutazione

- processo di cost analisys per vagliare la possibilità economica di un'ipotetica produzione di 1.000 vetture

- prove statiche sulla sicurezza con diverse prove su pedata, roll barr, dinamica

- prove dinamiche per accelerazione fino a 70 metri, autocross (1 giro singolo con partenza da fermo per misurare la velocità) ed endurance, ossia 22 km per valutare l'efficienza del rapporto tra tempo e consumo di benzina
 
"Si tratta di un progetto molto completo - continua il professor Gadola -, un progetto che include aspetti afferenti alla meccanica, all'elettronica, al quadro gestionale per una visione globale dell'ingegneria.

La Valtrompia è certo un punto di riferimento per i nostri studenti. Con il corso di Meccanica applicata e progetti come questo vogliamo creare qualcosa di strutturale, creare rapporti di fiducia come già avviene con diverse aziende, le quali ci chiedono spesso pareri su assunzioni di studenti".

La formula Sae potrebbe rafforzare questo rapporto, anche in vista della scelta fatta da Pirelli che ha selezionato i poli universitari di Brescia, Milano e Torino per sviluppare nuove gomme in vista proprio della Formula Sae.

Qui la pagina facebook del progetto, dove poterne seguire tutti gli sviluppi.


Nelle foto, dall'alto in basso: una parte del team impegnato nel progetto; due render della monoposto; una panoramica di una precedente edizione della Formula Sae con macchine provenienti da diverse università europee.
Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
09/11/2012 09:30:00
Terza edizione per Brescia Silicon Valley Prende il via questo venerdì alla facoltà di Ingegneria dell'Università degli Studi di Brescia una serie di incontri sulla cultura d'impresa innovativa.

15/02/2012 09:00:00
A Economia il terzo «open-afternoon» Giovedì la presentazione dei corsi dell’Università degli Studi di Brescia agli studenti delle scuole superiore e alle potenziali matricole.

08/02/2012 10:00:00
Universo Università 2012 Giovedì 9 febbraio a Giurisprudenza il secondo “open-afternoon”, per conoscere corsi di studio e servizi dell’Università degli Studi di Brescia.

16/07/2012 10:30:00
Statale, al via le iscrizioni ai test di ammissione Da oggi prende il via l'iscrizione alle prove di ammissione per le quattro facoltà dell'Università degli Studi di Brescia: Medicina e Chirurgia, Economia, Giurisprudenza e Ingegneria.

21/02/2012 10:00:00
A Ingegneria l’ultimo «open-afternoon» Giovedì la presentazione dei corsi dell’Università degli Studi di Brescia agli studenti delle scuole superiori e alle potenziali matricole.



Notizie da Valtrompia
29/06/2015

Promossi a pieni voti

Con due giornate di anticipo, la squadra di pallanuoto della Gam Team ha centrato l'obiettivo conquistando matematicamente a Crema la promozione in serie C. Poi si sono scatenati a Novara


24/06/2015

Piccoli talenti crescono

L’ultimo importante appuntamento per la Stagione Agonistica 2014/2015 degli Esordienti B sono stati quest’ultimo weekend i Campionati Regionali Estivi a loro riservati e svoltisi alle Piscine Samuele di Milano

24/06/2015

XX Trofeo Città di Crema, è di nuovo G.A.M. Team

La tradizionale tre giorni in notturna di nuoto è stata disputata fra il 19 e il 21 giugno. Anche quest'anno ad alzare il trofeo sotto le stelle è stato il Gam Team

23/06/2015

«Montagne sicure» per il soccorso in alta quota

Un progetto pilota della Croce Bianca di Lumezzane per facilitare l’identificazione del luogo dove far intervenire i soccorsi nel caso di incidenti in montagna

23/06/2015

Estate... musicale

Dopo la riflessione sul vino e più che mai nella stagione estiva, può essere utile riflettere su alcune realtà semplici e salutari che mi possono aiutare a rispettare le necessità del corpo e dell’anima


23/06/2015

Ma lo smartphone è sicuro?

L'eterna divisione tra fan della mela morsicata e fedeli al marchio Google è sempre in prima linea, ma non sempre le convinzioni devono restare tali


23/06/2015

Gestione valtrumplina per la piscina di Bagnolo

Lunedì firma, sabato l'apertura al pubblico, è da record la collaborazione tra l'Amministrazione comunale di Bagnolo Mella e il G.A.M. Team

19/06/2015

Giorinox e il concordato

Ci scrive Alessandro Franzini, affermando di una "manovra" della storica azienda, per levarsi da parecchi guai che la stanno assillando, con la complicità di una legge che "non sarebbe proprio uguale per tutti". Pubblicheremo volentieri eventuali posizioni diverse


16/06/2015

Expo 2015

Il tema del cibo e del nutrimento è di estrema attualità in tutta quanta la bibbia. L’expo 2015 ci dà l’occasione per parlarne

16/06/2015

Riccardo Frati nuovo presidente di Civitas

Già assessore ai Servizi sociali del Comune di Nave e della Comunità montana di Valle Trompia, con lui entrano nel consiglio di amministrazione Silvia Abatti e Giuseppe Antonio Paonessa

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier