Skin ADV
Domenica 08 Dicembre 2019
Utente: Password: [REGISTRATI] [RICORDAMI]


 

 
 
LANDSCAPE


MAGAZINE



 


22 Marzo 2015, 12.00

BLOG. Un pesce al giorno

Là dove la corrente schiuma

di Elio Vinati
Al mattino le temperature sono ancora fredde soprattutto in alta valle. Nonostante ciò, decido comunque di affrontare la giornata di pesca con una delle tecniche a me più congeniali come lo spinning. La prima uscita dedicata a questa tipologia di pesca nel 2015

Armo con fiducia la mia canna da 2,40m, dopo averla lasciata a riposo durante il letargo invernale. Utilizzo un mulinello 2500 adatto alla tipologia di salmonide che vado ad affrontare, imbobinato con un buon nylon dello 0,22mm. L'esca prescelta è il classico rotante argentato o dorato, di dimensione nr. 3 (una volta valutati i livelli e la portata dell'acqua). Avvicinandomi alla sponda mi soffermo ad ammirare lo scorrere dell'acqua, ascoltandone il dolce suono prima di far ruotare il cucchiaino.

L'approccio è completamente diverso rispetto alle stagioni più calde, in quanto i salmonidi sono spesso ben ancorati sul fondo e poco propensi a rincorrere gli artificiali. Pertanto, cerco di rallentare il recupero dell'esca, mantenendola comunque vitale e adescante e impedendone l'incaglio mediante il controllo equilibrato della canna.

Proietto l'artificiale sulla sponda opposta seguendone la deriva mentre lo lascio "sfarfallare" nei pressi di ciascun sasso; oppure con lanci chirurgici nei rigiri d'acqua dietro ai grossi massi, nelle buche profonde dove la trota ama stazionare. Ed è proprio qui che, dopo un inizio non esaltante, arriva il primo e indiscutibile STOP! Ferrata immediata, la canna si flette, cerco con lo sguardo un luogo adatto a "spiaggiare" la preda che contemporaneamente, tenta con furiose testate di liberarsi. Il suo tentativo è vano. Già rimpiange la sua tana (dove presto tornerà), che si trova proprio sotto quella bianca schiuma dove la furia dell'acqua si sfoga e sbatte contro le pietre, levigandole.

Proseguo con rinnovato entusiasmo sondando tutti gli spot simili. Mentre penso di cambiare artificiale, magari un Martin che ha un peso superiore e un'azione diversa, ecco che un'altra fario addenta vigorosamente l'esca. Mette a dura prova la mia abilità, poiché senza il guadino, (strumento che mi avrebbe consentito un maggior numero di catture ma che per testardaggine scelgo spesso di non utilizzare) salpare il pesce diventa più complicato.

Soddisfatto, ripongo la canna nella sua custodia e mentre mi avvio verso la riva penso già alla prossima uscita...

Invia a un amico Visualizza per la stampa




Aggiungi commento:

Titolo o firma:

Commento: (*) ()





Vedi anche
10/12/2014 08:30:00
Per qualche trota in più La sindrome da astinenza da salmonidi, durante il periodo di chiusura della pesca, può essere curata o nelle riserve invernali (vedi articolo "fino all'ultimo lancio"), o come ha fatto il mio amico Manuele presso i laghetti di pesca sportiva

12/11/2014 10:03:00
Fino all'ultimo lancio In questa stagione per noi "trotaioli", è facile essere preda di una terribile malattia: la nostalgia da salmonidi

01/06/2014 09:05:00
Pescatore vs pinnuto Questa settimana il fish blogger Elio Vinati ci porta con ironia nel vivo di una vera e propria sfida ingaggiata contro un infido avversario: una trota fario da 35 cm

24/12/2014 13:30:00
Pesco nei ricordi È inverno. È tempo di risistemare, riordinare, controllare e fare manutenzione delle proprie attrezzature di pesca

30/11/2014 08:00:00
Trota lago al Cigno Con la chiusura della pesca alla trota per il periodo della frega mi cimento in una battuta di pesca al laghetto del Cigno a Borgosatollo



Notizie da Pescatori
24/11/2019

Meglio una volta farlo che cento volte dirlo

Sono passato spesso accanto al fiume Chiese in località Pieve di Bono, in Trentino, più precisamente nella zona 'a prelievo nullo', ovvero la no kill 2

27/09/2019

Un salto all'incantevole Vaia

È una meravigliosa giornata di sole e il cielo privo di nuvole si specchia nelle acque cristalline del bacino lacustre, le cui sponde sono già ben frequentate da diversi pescatori...

28/06/2015

Sgombri in Adriatico

Da qualche anno mi spingo fino alle sponde del “vicino” mar Adriatico a caccia di sgombri

05/06/2015

«Farioland»

Ci sono momenti unici e irripetibili. Piccole finestre temporali in cui un fiume o torrente apparentemente "morto" si anima improvvisamente di una frenetica attività

19/05/2015

Nell'Abbioccolo, sulla cresta dell'onda

Decido di affrontare il torrente Abbioccolo a Lavenone, in Val Sabbia, una meta che mi sono prefissato da qualche tempo

27/04/2015

Chi dorme...piglia pesci (seconda parte)

Il cammino prosegue lungo le sponde di questo tratto di alto brembo in una giornata che sembra rivelarsi unica

14/04/2015

Chi dorme... piglia pesci

Accidenti! Mi son svegliato tardi. Decido comunque di preparare l'attrezzatura per affrontare uno dei miei fiumi preferiti: il Brembo. (prima parte)


31/03/2015

Il moschista, la trota che bolla e l'apprendista

La giornata sembra propizia e vorrei qui sfatare la credenza comune secondo la quale la pesca a mosca secca si pratichi soprattutto nei mesi caldi

02/03/2015

Pinne come ali

Inizia la Stagione, le prime trote, quella voglia e quel paesaggio.

16/02/2015

Pronti all'apertura

Tic-tac, tic-tac. Le lancette del tempo segnano l'approssimarsi dell'evento più atteso dell'anno: l'apertura della pesca alla trota

  • Valtrompia
  • Bovegno
  • Bovezzo
  • Brione
  • Caino
  • Collio
  • Concesio
  • Gardone VT
  • Irma
  • Lodrino
  • Lumezzane
  • Marcheno
  • Marmentino
  • Nave
  • Pezzaze
  • Polaveno
  • Sarezzo
  • Tavernole
  • Villa Carcina
  • -

  • Dossier