Al via la Stagione dell'Odeon
di Davide Vedovelli

Una programmazione di altissimo livello quella del Teatro di Lumezzane, che riprende questo mese con numerosi spettacoli


Il cartellone della Stagione del Teatro Odeon di Lumezzane - stagione che rimane come lo scorso anno la ventiduesima, dopo che l’emergenza pandemica aveva azzerato ogni programmazione di spettacolo dal vivo - ripropone con poche eccezioni - e un inevitabile aggiornamento del calendario, con vari cambi di data - gli artisti e le compagnie già in precedenza chiamati a rappresentare uno spaccato del nostro migliore teatro.

Due grandi beniamini del pubblico, Federico Buffa con l’avvincente storia di “Italia Mundial” come spettacolo inaugurale e Giacomo Poretti con il monologo “Chiedimi se sono di turno”, saranno i primi protagonisti della ripartenza, in ottobre, di una Stagione confortata dalla quasi totalità di conferme.

Tra novembre e dicembre sono attesi Mario Perrotta e Paola Roscioli per un’indagine sulla figura materna condotta insieme a Massimo Recalcati; Elena Bucci con un intenso assolo dedicato a Oriana Fallaci; la drammaturga di fama internazionale Lucia Calamaro, autrice e regista di un nuovo spettacolo che ha debuttato al Festival di Spoleto.

Da gennaio si avvicenderanno sul palco Ambra Angiolini e Arianna Scommegna guidate da Serena Sinigaglia in una pièce di grande successo; Tindaro Granata e Mariangela Granelli diretti dall’astro nascente della regia Leonardo Lidi; Enzo Vetrano e Stefano Randisi in una potente messa in scena shakespeariana; Rosario Lisma in una frizzante commedia prodotta dallo Stabile di Catania; Paola Gassman e Ugo Pagliai in un allestimento anticonvenzionale di Romeo e Giulietta dei pluripremiati Babilonia Teatri.

E infine, a maggio è prevista una prima assoluta per il pubblico dell’Odeon con Lisa Ferlazzo Natoli, che in “L’amore del cuore” esalta la scrittura contemporanea della drammaturga inglese più tradotta in questi anni, Caryl Churchill.

Gli spettacoli sono programmati in doppia replica in due giorni consecutivi (turno A e turno B).

Il 26 ottobre sarà la volta di Giacomo Poretti
che attinge all’esperienza personale per il nuovo monologo “Chiedimi se sono di turno”, che è ora riproposto martedì 26 ottobre, e in replica mercoledì 27.

A novembre Mario Perrotta porta in scena insieme a Paola Roscioli “Della madre”, secondo atto di una trilogia sulla famiglia condotta con il coinvolgimento dello psicoterapeuta Massimo Recalcati, che dopo l’analisi sul ruolo dei padri contemporanei si concentra sulla figura materna. In calendario giovedì 18 e venerdì 19 novembre.

Il nuovo spettacolo di Lucia Calamaro dal Festival dei Due Mondi di Spoleto.
Dopo “L’origine del mondo” (premio Ubu 2012) e “Urania d’agosto”, Lucia Calamaro ritorna all’Odeon con una novità dal Festival dei Due Mondi di Spoleto: “Darwin inconsolabile”, da lei scritto e diretto, è una coproduzione dello Stabile di Sardegna che vede in scena Maria Grazia Sughi, Riccardo Goretti, Gioia Salvatori e Simona Senzacqua. In programma martedì 30 novembre e mercoledì 1° dicembre.
 
A dicembre Elena Bucci porta in scena Oriana Fallaci e Panagulis.
A chiudere la prima parte di Stagione, mercoledì 15 e giovedì 16 dicembre, una straordinaria Elena Bucci - che tra i riconoscimenti ricevuti vanta il prestigioso Ubu come migliore attrice - nel monologo tra musica e teatro da lei ideato e interpretato “Nella lingua e nella spada”, che si ispira alla storia di Oriana Fallaci e del poeta e rivoluzionario greco Aléxandros Panagulis.
 
La seconda parte di Stagione partirà martedì 18 gennaio, con replica mercoledì 19. Ambra Angiolini, già applaudita dal pubblico dell’Odeon ne “La guerra dei Roses”, tornerà in una nuova veste, in scena con Arianna Scommegna, per dare prova di affinata maturità artistica con una pièce di forte attualità, “Il nodo”, diretta da Serenza Sinigaglia.

Lunedì 31 gennaio, e in replica il 1° febbraio, Tindaro Granata e Mariangela Granelli saranno i protagonisti del dramma familiare di Tennessee Williams “Lo zoo di vetro” nell’adattamento di Leonardo Lidi, giovane e già affermato regista.
 
Giovedì 17 febbraio, e in replica venerdì 18, in “Riccardo III - L’avversario” Enzo Vetrano e Stefano Randisi si cimenteranno nella folgorante riscrittura contemporanea, ad opera di Francesco Niccolini, del Riccardo III di Shakespeare.
 
Mercoledì 16 marzo, e in replica giovedì 17, è atteso Rosario Lisma, che con il nuovo lavoro “Pescheria Giacalone e Figli” si qualifica ancora una volta tra i pochissimi autori in grado di rinnovare la grande tradizione della commedia all’italiana, travestendo un dramma familiare con i panni della farsa.
 
Martedì 26 e mercoledì 27 aprile Ugo Pagliai e Paola Gassman assurgeranno in “Romeo e Giulietta. Una canzone d'amore” a “vere e proprie icone di un amore totale e impossibile” nell’allestimento anticonvenzionale di Babilonia Teatri, che tra i riconoscimenti annovera il prestigioso Leone d’argento della Biennale di Venezia, ricevuto nel 2016.
 
A chiudere la sezione della prosa, mercoledì 11 e in replica giovedì 12 maggio, una novità assoluta per il pubblico dell’Odeon. Lisa Ferlazzo Natoli, giovane regista e autrice che si è aggiudicata i premi Ubu e della Critica con “When the Rain Stops Falling” ed è “ormai la migliore regista italiana” nella recensione del critico Franco Cordelli, porta in scena “L'amore del cuore” di Caryl Churchill, tra le maggiori drammaturghe di lingua inglese, autrice di numerosi testi rappresentati in tutto il mondo (Cloud Nine, Top Girls, Far Away, Sette bambine ebree). E consegna uno spettacolo di raffinata bellezza, immerso in un’ambientazione realistica attraversata da toni surreali.
 
I biglietti sono acquistabili alla biglietteria del Teatro Odeon, a Brescia da Punto Einaudi e online su vivaticket.
 

151002lumezzane_teatro_odeon.jpg