Cambiare il paese? Studiando si pu├▓
di Federica Ciampone

Ed Ŕ l'obiettivo di una convenzione tra il Comune e il Dipartimento di Ingegneria civile dell'UniversitÓ di Brescia, attraverso una tesi di laurea che studi possibili alternative per la viabilitÓ


Il Comune di Serle ha firmato una convenzione quinquennale con il Dipartimento diá Ingegneria civile, architettura, territorio, ambiente e matematica (Dicatam) dell'UniversitÓ di Brescia allo scopo di studiare e cambiare il volto del paese.

Due laureande sono infatti impegnate, in queste settimane, in una tesi di laurea che studierÓ alternative per la viabilitÓ complicata del centro del paese, da piazza Boifava fino alle scuole. Le studentesse abbozzeranno un primo studio che poi potrÓ essere integrato e sviluppato.

L'accordo con l'universitÓ prevede l'individuazione e lo sviluppo di attivitÓ di studio degli spazi pubblici, funzionali alla valorizzazione del patrimonio storico e paesaggistico, e anche il Comune avrÓ la facoltÓ di fare proposte di ricerca in merito.

Nel cassetto, scrive Bresciaoggi, c'Ŕ giÓ qualche idea: ôPensiamo alle vecchie scuole, all'incrocio della frazione Castello - dice il vicesindaco Ugo Ragnoli -: un palazzo di tre piani oggi solo in parte utilizzato da alcune associazioni. E magari qualche progetto ambientale, per l'Altopiano di Cariadeghe e non soloö.
0422Serle.jpg