Precipita in un canalone e muore
di red.

L’incidente che si è portato via la vita di Savino Bregoli è avvenuto sui monti di Pezzaze. Il cadavere dell’uomo è stato ritrovato dopo ore di ricerche da parte degli uomini del Soccorso alpino


Il corpo di Savino Bregoli, di Pezzaze, è stato ritrovato senza vita nel tardo pomeriggio di ierio. Aveva 58 anni.
Savino era uscito martedì per un’escursione e aveva deciso di trascorrere la notte fuori casa, ma è scivolato in una zona ripida, per cause al vaglio da parte dell’autorità giudiziaria.

Il mancato rientro di ieri ha fatto partire le ricerche.
Sul posto il Soccorso alpino, Stazione di Valle Trompia della V Delegazione Bresciana, i Carabinieri, i Vigili del fuoco.

L’uomo è stato individuato in un canale molto impervio, in località Dosso del Corno, in Val Cavallina, a circa 900 metri di quota.
Sono stati necessari due recuperi di circa 60 metri ciascuno per portarlo fino al sentiero.

Dopo l’accertamento della morte da parte del medico, portato in prossimità del luogo del ritrovamento con l’elicottero di Areu di Brescia, l’uomo è stato trasportato con la barella per un tragitto di un paio d’ore, fino ai mezzi.


201014Savino.jpg