Streaming o download?
di Roberto Berardi

Due parole difficili, ma oramai sulla bocca di tutti. Musica legale o illegale? Bella domanda!


La domanda è lecita e la pongono sempre moltissimi utenti. Ma scaricare musica sul mio pc è legale oppure no?
La risposta è: dipende, se un brano è coperto dai diritti d'autore NO, se non lo è allora via libera!

Fatta questa importante premessa ne aggiungerei un'altra prima di affrontare l'argomento di oggi, ovvero, anche le automobili superano tranquillamente il limite di velocità, ma non per questo, se la acquisto, vado nei guai. Sta a me rispettare il codice della strada, idem per i software che mi permettono di scaricare musica in modo legale o illegale.

Detto questo, oggi parliamo di musica. Tralasciando lo storico Napster, oggi esistono sostanzialmente due possibilità: lo streaming online, ovvero la riproduzione di musica da Internet senza scaricarla, oppure il download sul proprio pc.
Per la prima soluzione va citato l'oramai diffusissimo youtube, che con i suoi miliardi di video, più o meno interessanti, racchiude praticamente tutto l'archivio musicale esistente al mondo.

Una breve ricerca, ecco il video, premo play e la riproduzione parte. Il mondo discografico però, non contento di questa diffusione così a portata di mano degli utenti, è corsa ai ripari cercando di proporre soluzioni di acquisto via internet dei brani, mettendo letteralmente in ginocchio gli oramai pochissimi negozi di dischi esistenti.

Da una parte ITunes (mondo Apple) l'ha fatta da padrone in questo settore molto combattuto, dall'altra si sono affacciati i vari Spotify e Deezer, che offrendo soluzioni a pacchetto, permettono la riproduzione e il download sul proprio pc di milioni e milioni di brani subito disponibili.

Parallelamente a questo mondo, ancora per molti inesplorato, esiste quello del download "gratis" direttamente sul pc (e qui faccio ancora una volta riferimento a quanto riportato nella premessa iniziale, aspetto molto importante!).

Tra i vari software (chi non conosce per esempio Emule?), si è fatto strada Songr, un programma con una interfaccia semplice ma concreta. Pochi bottoni, un piccolo spazio per la ricerca del brano preferito, un'area in cui appariranno i risultati, un click per poter sentire subito in anteprima se la canzone è quella scelta e un secondo click per poter procedere con il download sul proprio pc di casa. Tempo impiegato? Dai 10 ai 20 secondi al massimo.

Per qualsiasi dubbio o domanda potete scrivere a info@brinformatica.it

Buona settimana a tutti!
Roberto Berardi
streaming-musical.jpg