Si decide sulla Val Bertone
di Val.

C'è anche l'approvazione di un nuovo regolamento per l'utilizzo della strada che porta nella Valle di Bertone, fra gli argomenti all'ordine del giorno del Consiglio comunale atteso per questo mercoledì sera a Caino



Un argomento che è tornato prepotentemente alla ribalta dopo una sorta di invasione del municipio avvenuta la scorsa settimana in occasione della seduta di una commissione.

A presentarsi fra il pubblico, un buon numero di appartenenti al sodalizio "Gnari della Val Bertone" che, in barba ai regolamento che vorrebbe un pubblico di auditori silenziosi, hanno preso ad alzare la voce pretendendo veloci soluzioni amministrative.

Il problema che lamentano è la chiusura della sbarra che impedisce alle autovetture di utilizzare lo sterrato che scorre accanto al torrente per raggiungere l'interno della valle, che viene tenuta in ordine dal sodalizio che si organizza anche in escursioni e pernottamenti.
Cura del territorio e utilizzo che è stato concordato con la sottoscrizione di un'apposita convenzione fra i 200 "Gnari" e la passata Amministrazione comunale.

La classificazione come strada agro-silvo-pastorale, tuttavia, obbliga l'Amministrazione a mantenere uno stretto controllo su chi vi transita: sbarra abbassata per tutti, tranne che per chi è autorizzato.
Non per chiunque insomma, come avveniva in precedenza per sei mesi l'anno.

Di qui l'ipotesi di modificare l'accordo col sodalizio, rendendo i "Gnari" direttamente responsabili di quel che accade a chi passa oltre la sbarra.
Saranno loro stessi, con un regolamento da approvare in accordo con l'Amministrazione, a gestirne il sollevamento e la chiusura.

150428_bertone_1.jpg 150428_bertone_1.jpg 150428_bertone_1.jpg