Lumezzane ricorda Giacinto Prandelli
di Redazione

Giovedì 23 aprile, alle ore 20.45 presso il Teatro Odeon di Lumezzane, la serata lirica "Passioni e Belcanto. La grande musica a due voci tra amori, drammi e commedie", per ricordare il grande tenore lumezzanese

 
Il ragazzo lumezzanese di talento, dotato di una bella voce, seppe affrontare con determinazione ogni difficoltà per coltivare le sue doti innate e divenire uno dei più raffinati e versatili tenori del XX secolo.
Interprete delle passioni del belcanto sui palcoscenici del mondo, al fianco dei colleghi, dei direttori e dei registi più importanti ha dato vita a storie d'amore, a drammi e commedie.
 
Nel segno dell'arte che ha visto Giacinto Prandelli risplendere fra le stelle più brillanti, i giovani astri nascenti Daniela Cappiello e Biagio Pizzuti, soprano e baritono, saranno protagonisti di un viaggio emozionante fra arie e duetti, seduzione e furore, amore e odio, ironia e nostalgia, inganno e illusione. 
 
La voce stessa di Prandelli si offrirà all’ascolto con “La donna è mobile” dal Rigoletto, mentre ricordi della sua vita e della sua arte rivivranno attraverso la narrazione di Laura Mantovi e Daniele Squassina. 
 
La serata, promossa dal’Assessorato alla Cultura del Comune di Lumezzane con il sostegno di Fondazione Asm e Mepra, è a cura della regista Sara Poli e sotto la direzione artistica della musicologa Roberta Pedrotti.
 
150417giacinto-prandelli1.jpg