Il misterioso canto notturno dei pettirossi
di Redazione

Un ricercatore ha evidenziato le ragioni di questo strano fenomeno


Quali sono gli effetti della vita moderna sugli animali? Ad esempio oggi sappiamo che i pettirossi “di città” si trovano in serio pericolo.
La ragione? Non lo immagineremmo mai, ma quelli che vivono e cantano vicino ai centri abitati patiscono la luce dei lampioni in strada.
Stanno appollaiati di giorno e anche di notte, solo che la continua illuminazione sta mandando letteralmente in tilt il loro orologio biologico. 

Lo spiega Davide Dominoni della Glasgow University. «La luce dei lampioni, dei cartelloni luminosi e delle case porta i pettirossi ad essere ben svegli quando invece dovrebbero essere addormentati.
Io, ad esempio, li sento cantare tutto il giorno e tutta la notte. Non è una cosa normale».

I simpatici uccellini dovrebbero cantare tutto il dì per poi riposare la notte, se non fosse che la luce artificiale li trae in inganno.
Il dottor Dominoni sta ora piazzando delle telecamere all’interno dei nidi per poter tracciare i loro modelli di sonno poiché, ovviamente, la mancanza di riposo può mettere a rischio la salute.
Precedentemente Dominoni aveva già dimostrato, con un esperimento in laboratorio, che quando i pettirossi sono esposti alla luce di notte alcuni dei loro geni sono attivi nel momento sbagliato della giornata.

E non sono solo i pettirossi, anche merli e gabbiani stanno diventando più notturni.
«A Glasgow, dove vivo – spiega Dominoni – i gabbiani cominciano ad essere un problema serio. Durante la stagione riproduttiva, fra aprile e giugno, sono molto attivi di notte.
E anche molto rumorosi. La gente non riesce a dormire, vorrebbe eliminarli». 

da Lazampa.it

150220_pettirosso.jpg