La memoria storica passa dallo smartphone
di Natalia Monti

Grazie al progetto Rigenerazione Gardonese, alcuni alunni del liceo Moretti hanno reso possibile la diffusione di aneddoti sulla Resistenza 


Un bel progetto, unico nel suo genere, quello portato avanti dalle classi quarte e quinte del Licelo Franco Moretti di Gardone, grazie all'Anpi, alla Cooperativa Tempo Libero, all'amministrazione comunale e ad alcuni attori privati.

Ricostruire la memoria storica della Resistenza partigiana a Gardone è l'obiettivo primario, ma i mezzi e i destinatari non sono affatto tradizionali o scontati. Con Rigenerazione Gardonese, nasce per le vie del paese un percorso della Resistenza da scoprire con lo smartphone, grazie ai QR Code dei diversi pannelli installati per le strade del comune.

Ad ogni codice, che viene letto dai cellulari di nuova generazione, corrisponderà un breve video realizzato dai ragazzi del Moretti durante questi mesi di progetto extrascolastico, in modo che ogni passante possa fruirne e comprendere un po' meglio la storia di Gardone e della Resistenza.

Numerosi i temi toccati dai giovani studenti, primo dei quali la figura stessa di Franco Moretti, il giovane partigiano a cui è stato poi dedicato il liceo che questi alunni frequentano. Grande, infine, l'entusiasmo mostrato verso la proposta sia dall'amministrazione che dalle altre parti coinvolte.

 

 
Gardone,_Rigenerazione_Gardonese,_Pannello.jpg