Orientamento scolastico con il Cag Naviganti
di Redazione

Anche quest’anno l’équipe educativa si rivolge con degli incontri agli studenti delle terze medie di Concesio per portare a conoscenza dei ragazzi l'offerta formativa di Brescia e della Valle Trompia e a conoscere meglio sé stessi e le proprie attitudini


Il Centro di Aggregazione Giovanile Naviganti di Concesio, con l'inizio dell'anno scolastico, si attiva nel progetto di Orientamento alla scelta della scuola secondaria di secondo grado. L'intervento, che si attua nelle classi terze della scuola secondaria di primo grado dell'Istituto Comprensivo di Concesio, è un percorso ormai consolidato da anni e vede una stretta collaborazione tra gli educatori del centro ed i professori.

Tutto parte dall'assunto che nel mondo attuale è diventato complesso orientarsi all'interno di un'offerta scolastica variegata ed un mondo del lavoro spiccatamente dinamico ed in continua evoluzione: non si tratta quindi soltanto di scegliere un percorso formativo per imparare un lavoro o per prepararsi al meglio per gli studi universitari.

Partendo da questa consapevolezza, gli educatori del Cag hanno sviluppato un percorso in classe di cinque incontri di due ore ciascuno, dove poter affrontare alcuni argomenti importanti: innanzitutto portare a conoscenza dei ragazzi l'offerta formativa di Brescia e della Valle Trompia; successivamente un lavoro che li porti alla conoscenza di sé stessi, delle loro capacità e inclinazioni, oltre che ad una presa di coscienza del loro andamento scolastico e dell'impegno e motivazioni messe in gioco.

Un aspetto importante del progetto è quello di portare avanti, parallelamente al lavoro in classe, un continuo scambio di informazioni con la scuola ed i professori delle classi terze, così da integrare ed arricchire l'intervento a favore dei ragazzi.

Infine non manca il coinvolgimento dei genitori, attori molto presenti nella decisione scolastica dei figli, chiamati ad aiutare i ragazzi in alcuni compiti a casa e successivamente invitati ad un colloquio con gli educatori, dove poter raccontare la strada fatta dai figli nel percorso di orientamento ed aprire un canale di confronto. L'esperienza degli educatori in questo tipo di percorso permette ogni anno di affinare l'intervento e di proporre un lavoro complesso e molto ricco, che non si pone l'obiettivo di scegliere la scuola “perfetta” per i ragazzi, ma che li mette nelle condizioni necessarie per lavorare su di una consapevolezza e crescita personale ed un'analisi del mondo che li circonda che sia propositiva.
ConcesioScuolaMediaSAndrea.jpg