Vaccinazioni antinfluenzali
di c.f.

Ha preso il via anche in Val Trompia la campagna vaccinale per l'influenza stagionale promossa dall'Asl di Brescia. Quest’anno di nuovo coinvolti i medici di famiglia

 
 
Con l’obiettivo di aumentare la pratica della vaccinazione antinfluenzale negli anziani e nelle categorie a rischio, ha preso il via anche quest’anno la campagna vaccinale dell’Asl di Brescia.
 
I virus dell´influenza attesi il prossimo inverno sono di tre tipologie, A/California, A/Texas e B/Massachussets. Simili a quelli circolanti lo scorso anno, secondo gli esperti - almeno sulla carta - non sembrano essere particolarmente aggressivi.
 
Sul territorio sono disponibili 140 mila dosi di vaccino, e sono state individuate 204 sedi ambulatoriali Asl distribuite su 164 Comuni cui potranno rivolgersi le categorie a rischio per sottoporsi a vaccinazione gratuita 
 Ad aver diritto all’immunizzazione gratuita sono le persone che hanno 65 o più anni, i bambini (maggiori di 6 mesi) e adulti con malattie croniche e degenerative, le donne in gravidanza nel 2° e nel 3° trimestre, i ricoverati nelle strutture di lungodegenza come le Rsa, i familiari o i conviventi di persone ad alto rischio, medici e personale di assistenza, personale della pubblica sicurezza ed emergenza (forze di polizia, vigili del fuoco e via dicendo), allevatori e personale a contatto con animali fonti di infezioni da virus influenzali non tipici dell’uomo.
Nel progetto sono nuovamente coinvolti anche i medici di base, che lo scorso anno erano rimasti ai margini della campagna di prevenzione, non essendo stato previsto alcun rimborso per i vaccini somministrati nel proprio ambulatorio agli assistiti che ne avevano diritto. Si torna quindi all’antica, almeno per quanto riguarda i rimborsi.
Lo scopo è quello di aumentare la percentuale di copertura della popolazione a rischio, rimasta ferma lo scorso anno al 48 % della popolazione a rischio - numeri che non garantiscono l’effetto di protezione generale della popolazione dal virus influenzale - contro il 70% che si riusciva a raggiungere con la partecipazione attiva dei medici di base.
Quindi quest’anno per la vaccinazione ci si può rivolgere al proprio medico (che in generale predispongono dei giorni per le vaccinazioni) oppure ci si può rivolgere al servizio offerto dall’Asl che anche quest’anno ha predisposto un calendario per la somministrazione dei vaccini.
 
Per la Valtrompia questi sono le località per questa prima settimana di novembre:

Lunedì 3
Gardone Val Trompia, presso la sede dell’ass. Ava, ore 9 – 11.30
Tavernole s/M, sede Asl via Amadini 43, ore 9 – 11.30
 
Martedì 4
Lumezzane (Piatucco) presso oratorio via Maronere, 9 – 11.30 

Mercoledì 5
Nave, presso Rsa Fondazione Villa Fiori, via Belcolle 17, ore 9 – 11.30 
 
Giovedì 6
Marcheno (fraz. Brozzo), presso ambulatorio medico via provinciale 9, ore 9 – 11.30
Concesio (fraz. S. Vigilio), presso auditorium scuola media Paolo VI, ore 13.30 – 16
 
Venerdì 7
Polaveno, presso Istituto comprensivo San Giovanni, via Europa, ore 9 – 11.30
Caino, presso ambulatorio medico via Folletto 2, ore 9 – 11.30
 
Sabato 8
Concesio, presso Sala Alberina sede associazioni, via Mattei 95, ore 9 – 11.30
 
vaccino_influenza_puntura.jpg