Lo spazio funzionale
di Bruno Allevi

La Volkswagen lancia in Italia l’erede della Golf Plus, la Golf Sportsvan, la nuova monovolume della casa tedesca ricca di tecnologia


La versione monovolume della Golf è disponibile con 2 Motori a Benzina (1200 TSI da 86 o 110 cv, 1400 TSI da 125 o 150 cv) oppure con 2 Motori Turbodiesel TDI (1600 da 90 o 110 cv, 2000 da 150 cv), negli allestimenti Trendline, Comfortline, Highline. Esternamente la nuova Volkswagen Golf Sportsvan è l’erede della Golf Plus, di cui riprende solo apparentemente le proporzioni. In realtà è più lunga di 13 cm (per un totale di 434), più larga di 5 (181 da una fiancata all’altra) e più bassa di 2 millimetri. E la distanza tra le ruote anteriori e quelle posteriori (il passo) è aumentata di ben 11 cm (ora è di 269 cm): il risultato è una monovolume più slanciata, ma soprattutto con una maggiore abitabilità interna. La base di partenza è quella della settima generazione della Golf, da cui riprende il frontale. Il posteriore è slanciato, la coda è dritta con un grande portellone, i gruppi ottici sottili che danno un tocco di sportiva eleganza alla coda. Internamente nella nuova Volkswagen Golf Sportsvan basta un’occhiata alla plancia per notare la cura con cui è realizzata (molto bello e scenografico il navigatore a sfioramento in centro consolle). Se poi si allunga la mano se ne può verificare la qualità dei materiali, la stessa che si trova anche in zone meno in vista, come i vani portaoggetti. Tanta anche la tecnologia che debutta su questa monovolume, a partire dal sistema di monitoraggio dell’angolo cieco dei retrovisori che, sfruttando gli stessi radar, segnala i veicoli in arrivo (e, quindi, a rischio di collisione) quando si sta uscendo in retromarcia da un parcheggio a “pettine”. Non possono ovviamente mancare (tra gli optional) dispositivi quali le sospensioni attive, il cruise control con radar di distanza e la frenata d’emergenza da andature cittadine. Oltre ai sette airbag (che diventano nove, ordinando anche i due laterali posteriori per il torace) e, per chi non vuol farsi mancare nulla, sfizi come le poltrone con funzione massaggio. Scenografico anche il tetto in vetro. Completo è il quadro strumenti.

Ed ora è il momento del test drive: la Volkswagen Golf Sportsvan provata è stata la 1600 TDI 110 cv Highline DSG Automatica da 28899 €. La Volkswagen sostituisce la Golf Plus con una vettura più sportiva, in cui la praticità della monovolume si unisce all’eleganza e alla sportività tipica della Golf. Su strada la versione per famiglie numerose della bestseller tedesca è comoda e confortevole, spaziosa a bordo (ottima la modulabilità dei sedili) cosiccome è ampio e facile da caricare il bagagliaio. Maneggevole, precisa nei cambi di direzione, ottimo è il cambio automatico DSG (sempre pronto e preciso). Da ultimo spazio merita il 1600 TDI che equipaggia la Golf Sportsvan guidata. Questo motore turbodiesel da 110 cv (l’altro 1600 TDI eroga 90 cv), è sicuramente il propulsore ideale per quest’auto, in quanto unisce brillantezza e potenza ai costi di gestione contenuti. Infine il listino prezzi: si va da 19200 € della 1200 TSI 85 cv Trendline per arrivare a 27750 € della 1400 TSI 150 cv Highline con Cambio DSG (Benzina), si va da 22000 € della 1600 TDI 90 cv Trendline per arrivare a 30800 € della 2000 TDI 150 cv Highline con Cambio DSG (Diesel).
141025GOLFSPORTSVAN1.JPG 141025GOLFSPORTSVAN1.JPG