Narrazioni in cammino con Davide Sapienza
di Fabio Borghese

Lo scrittore e giornalista bergamasco guiderà il pubblico alla scoperta della Guerra Bianca in Adamello attraverso brani di scrittori famosi. Questo sabato il primo appuntamento da Malga Caldea e arrivo al Rifugio Garibaldi


Proseguono gli appuntamenti della nona edizione di Passi nella neve.
Teatro, racconti, voci in Adamello. La rassegna, promossa dal 2006 dai Comuni di Ponte di Legno e di Temù, si prefigge lo scopo di ricordare e commemorare le vicende della Prima Guerra Mondiale nei luoghi dov’è stata vissuta, combattuta e sofferta. Nell’anno che segna l’inizio delle celebrazioni del centenario della Grande Guerra, Passi nella neve si inserisce tra gli emotional events proposti all’interno del grande progetto Adamello Guerra e Memoria.

Novità dell’edizione 2014 sono le narrazioni in cammino, condotte da Davide Sapienza. Scrittore, traduttore, giornalista, viaggiatore e lettore, Sapienza è anche un camminatore dalla lingua sciolta: durante il percorso, il pubblico si soffermerà ad ascoltarlo narrare storie, leggere passi letterari sulla Prima Guerra e osserverà la montagna con sguardo diverso.

Il primo appuntamento con le narrazioni in cammino sarà sabato 9 agosto alle 8.30 del mattino a Temù, con partenza da Malga Caldea e arrivo al Rifugio Garibaldi. Lungo la valle sarà ripercorsa la storia del famoso "ippopotamo" il cannone che ora si trova su Cresta Croce.
Il 9 febbraio 1916 il cannone arrivò a Temù e fu trainato sino a Malga Caldea. Durante le settimane necessarie al trasporto, la neve abbondante costrinse l'esercito a smontare l'ippopotamo di ghisa, che fu caricato su varie slitte: 200 uomini lo trainarono di notte, nascondendosi di giorno. Furono decine le vittime di una valanga che travolse tutto. Ma in tre mesi fu portato a destinazione, al Passo del Venerocolo (mt 3.236) sopra il rifugio.

Il ritrovo è fissato alle ore 8,30 presso il parcheggio a Malga Caldea (1.584 mt), con partenza alle ore 8,45. Il tempo di percorrenza è di circa 4 ore con un dislivello di 970 metri. Il livello di difficoltà è segnalato come escursionistico E, ovvero privo di difficoltà tecniche. L’arrivo al rifugio Garibaldi (mt 2.550 circa) è previsto per le ore 13 circa; il ritorno verso Malga Caldea per le 14,30, con arrivo alle 17,30 circa. Per l’escursione vale la responsabilità personale. Si prega il pubblico di portare una fascia da mettere sugli occhi per il primo esperimento storico narrativo sul campo; è consigliata inoltre una torcia frontale. Iscrizioni al costo di €5 presso l’Ufficio Informazioni di Temù, via Roma (0364.94152). In caso di conclamato e persistente maltempo che possa compromettere la sicurezza dei partecipanti, verranno date comunicazioni alternative anche in tempo reale, sulla pagina Facebook di Passi nella neve (facebook/passi.nellaneve).

In foto Davide Sapienza (di Andrea Aschedamini)
140808Davide_Sapienza.jpg