Ennio Singia fa sua la difficile tappa di Ferrara
di Andrea Alesci

Il saretino conquista la sua prima vittoria stagionale e continua a rimanere al vertice della graduatoria italiana di footgolf, così come per la società del Footgolf Travagliato


Torna sul campo dove fece il suo esordio nel mondo del footgolf il saretino Ennio Singia. E lo fa mettendo sul campo tutta la stoffa del fuoriclasse e regolando gli 80 partecipanti al torneo.

Una prestazione chiusa con un +1 rispetto al par delle 18 buche del Cà Laura Golf Club di Ferrara e la prima vittoria di tappa per il 41enne della Valtrompia.

La sua firma mancina arriva arriva in una giornata giocata in difficili condizioni a causa del forte vento che caratterizza la prima parte della giornata: ma si sa che quando il gioco si fa duro...

In una gara giocata con due giri da 9 buche ciascuno, Ennio Singia completa il primo in perfetto par a dispetto delle avverse condizioni meteorologiche e chiude il secondo con una sola sbavatura e un totale di 73 colpi.

A seguirlo più da vicino con 75 è Dario Palma del Salento Footgolf, mentre il forte compagno di squadra Daniele Ranucci chiude a 78, conservando però il 2° posto nel ranking Aifg.

Una classifica italiana che vede ancora forte al vertice Ennio Singia con uno score di 516,98, proprio davanti a Ranucci (443,86) e Palma (325,27), che con il triumplino si sono guadagnati l'automatica convocazione alla tappa europea del 12 luglio a Berlino (l'ideale sarebbe trovare uno sponsor per consentirgli la trasferta tedesca).

Primo posto nella graduatoria per squadre anche per il Footgolf Travagliato del quale Singia fa parte insieme all'amico e compaesano Alessandro Becchetti, che ha chiuso al 22° posto di giornata.

Prossima tappa italiana del campionato sarà il 5 e 6 luglio a Faenza.
footgolf_ferrara_14_giugno_2014_premio_ennio_singia.jpg footgolf_ferrara_14_giugno_2014_premio_ennio_singia.jpg